World Car of the Year 2020, le 10 finaliste che si contenderanno il titolo di auto dell’anno

In occasione del Salone dell’Auto di Delhi sono state comunicate le dieci vetture finaliste che si daranno battaglia per l'ambito premio: tra di loro non c'è nessuna italiana in gara.

da , il

    world car of the year 2020

    Il World Car of the Year (WCOTY) è un premio automobilistico selezionato da una giuria di 86 giornalisti specializzati provenienti da 24 paesi. Per l’edizione 2020 sono state comunicate come di consueto al Salone dell’Auto di Delhi le 10 finaliste. Ricordiamo che le auto considerate devono essere vendute in almeno cinque paesi e in almeno due continenti prima del 1° gennaio dell’anno del premio.

    Al Salone di Ginevra 2020, in programma il prossimo marzo, resteranno solamente tre modelli in corsa, con quello vincente che verrà eletto ad aprile al Salone dell’Auto di New York. Le top ten sono la Hyundai Sonata, la Kia Soul EV e la Kia Telluride, la Range Rover Evoque, la Mazda3 e la Mazda CX-30, la Mercedes CLA e la Mercedes GLB, e infine la Volkswagen Golf e la Volkswagen T-Cross. Presenti in classifica con più di un modello quindi Kia, Mazda, Volkswagen e Mercedes. Nessuna italiana in corsa per l’ambito premio. Vediamo nel dettaglio le 10 auto si candidate ai nastri di partenza.

    Hyundai Sonata

    Hyundai Sonata 2020

    La nuova Hyundai Sonata ha debuttato presso lo stand Hyundai al Chicago Auto Show. Una versione ibrida dotata di copertura di pannelli solari sul tetto che può raggiungere la sorprendente prestazione di 23 chilometri con un litro di carburante quando viaggia in autostrada. In città il riferimento è pari a 21,2 e 22,1 km per litro. Dati che la pongono in vetta all’efficienza del segmento delle vetture di medie dimensioni. Il propulsore principale è un 2.0 da 150 cavalli e cambio automatico a sei velocità che gode della tecnologia Active Shift Control per un passaggio molto fluido da una marcia all’altra.

    Kia Soul EV

    Kia Soul EV

    Con un esterno e un interno completamente riprogettati, la casa automobilistica coreana si presenta in finale con la Soul EV, una delle auto elettriche più popolari sul mercato e giunta alla seconda generazione. È alimentata da un motore elettrico sincrono a magneti permanenti montato frontalmente che sviluppa una potenza di 201 cavalli. La stessa trasmissione che spinge sia la Niro EV più propriamente convenzionale di Kia che la Hyundai Kona EV. Novità importante il nuovo pacco batteria da 64,0 kWh.

    Kia Telluride

    Kia Telluride

    Il SUV di fascia alta Telluride è il secondo veicolo finalista al World Car of the Year 2020. Lunga 5 metri e con otto posti, la Kia Telluride è una comoda SUV per famiglie numerose. Un modello sviluppato dalla casa coreana in linea con i gusti degli americani dove viene commercializzata. Il motore è un benzina V6 3.8 da 295 CV e sono presenti i controlli per gestire una delle quattro modalità di guida, che gestiscono la risposta del motore, del cambio e dello sterzo secondo le modalità Smart, Eco, Sport e Comfort.

    Range Rover Evoque

    Range Rover Evoque 2020

    In finale anche il restyling del SUV compatto (437 cm) di successo Ranger Rover Evoque. Sotto il cofano di tutte le nuove Range Rover Evoque si trovano motori ecologicamente corretti e ovviamente in linea con le ultime normative in materia d’inquinamento Euro 6. Per il comparto diesel sole unità da 2 litri con cilindrata da 150, 180 e 240 CV di potenza. Su sponda benzina altrettante alternative, sempre 2.0, ma con potenze di 200, 250 e addirittura 300 CV. Tutte le versioni sono dotate di trazione integrale. Quanto alla trasmissione abbiamo su tutte le nuove Evoque un cambio automatico a 9 marce.

    Mazda CX-30

    Mazda CX 30

    Fresca del nuovo powertrain mild hybrid 2.0 litri Skyactiv-G da 150 CV il crossover di medie dimensioni della casa di Hiroshima Mazda CX-30 entra nella top ten per il premio WCOTY. Presentata al Salone di Ginevra 2019 come grande novità di un crescente segmento dei SUV compatti (439 cm) Mazda CX-30 è dotata di trazione integrale assistita elettronicamente dal sistema i-Activ AWD, che rileva l’intensità del carico verticale sulle quattro ruote e agisce congiuntamente con il sistema GVC Plus per controllare la ripartizione della coppia tra le ruote anteriori e le ruote posteriori.

    Mazda 3

    #DEVA_ALT_TEXT#Mazda3

    E sempre per la casa giapponese va in finale anche la nuova Mazda 3. La berlina è ricca di tecnologia con linee moderne e vanta dotazioni e finiture di alto livello. Spiccano il cofano basso e lungo contrapposto alla coda raccolta e arrotondata e la notevole agilità di guida. Anche per Mazda 3 c’è il nuovo propulsore mild-hybrid con potenze da 122 e 150 CV.

    Mercedes CLA

    Mercedes CLA 2020

    Non poteva iniziare con il piede giusto il nuovo corso per Mercedes CLA, berlina sportiva di grande successo per il marchio della Stella. La Mercedes CLA è costruita sul pianale a trazione anteriore della casa tedesca, condiviso con la Classe A e le sue derivate. È più lunga di 5 cm rispetto alla vecchia generazione, tanto da apparire ancora più filante e slanciata. Il primo motore è il benzina 2.0 da 225 CV della CLA 250, ma sono in arrivo i benzina 1.3 (fino a 163 CV) e diesel 1.5 e 2.0.

    Mercedes GLB

    Mercedes GLB

    Per la casa di Stoccarda la soddisfazione di portare in finale al WCOTY la Mercedes GLB, un SUV del tutto nuovo per la casa tedesca lungo 463 cm. Basato sulla piattaforma MFA, la stessa delle Classe A, Classe B e CLA, all’aspetto solido della carrozzeria abbina interni originali e spaziosi. A trazione anteriore o integrale, la Mercedes GLB ha solo motori turbo a quattro cilindri: sono i benzina 1.4 da 163 CV e 2.0 da 224 CV, e i diesel 2.0 da 116, 150 e 190 CV.

    Volkswagen Golf

    Volkswagen Golf 2020

    Poteva mancare in finale l’ottava generazione della Volkswagen Golf? L’iconica berlina compatta del marchio di Wolfsburg cambia poco nelle forme, mentre viene rivoluzionata nell’abitacolo e sulla dotazione tecnologica. La gamma di motori andrà via via ampliandosi. Si parte dai 90 cavalli del 1.0 TSI a benzina e si arriverà ai circa 300 CV della GTI. I turbodiesel sono basati su un duemila anche per le versioni meno potenti da 116 CV e non mancheranno le versioni a metano e ibride plug-in. Non prevista invece una variante 100% elettrica: per quello c’è la ID.3.

    Volkswagen T-Cross

    VW T Cross

    La piccola crossover a trazione anteriore Volkswagen T-Cross, basata sulla struttura e sulla meccanica della piccola Polo, piace per un comfort di buon livello e una tenuta di strada rassicurante. I motori a benzina sono un tre cilindri 1.0 turbo con 95 o 116 CV mentre c’è un quattro cilindri 1.5 TSI con 150 CV. Lato diesel il 1.6 da 95 cavalli garantisce consumi ridotti. Molto spaziosa e versatile conquista il pubblico e anche la finalissima 2020 del WCOTY.