Salone di Parigi 2016

Calcolo punti patente residui, come sapere quanti ne sono rimasti

Calcolo punti patente residui, come sapere quanti ne sono rimasti
da in Codice della strada, Consigli e Guide, Patente
Ultimo aggiornamento: Giovedì 21/01/2016 10:51

    Controllo Patente

    Tutti sappiamo che i punti della patente partono originalmente da 20 per poi o esser decurtati in caso di infrazione o, nel caso in cui si risulti essere un “buon” automobilista, questi possono anche aumentare di due punti in due anni. Ma se negli anni ci perdessimo qualcosa o non rimaniamo al corrente dei punti della nostra patente come potremo monitorare la situazione? E’ semplice… Non ci sono “strani passi” da fare. Ci sono svariati metodi che consentono di sapere quanti punti abbiamo nella nostra patente ed è proprio qui che vi descriveremo come fare. La patente a punti è stata una delle novità più rilevanti introdotte nell’ultimo decennio per cercare di limitare gli incidenti stradali e rendere più responsabili i guidatori.

    Il portale dell’automobilista

    Il sistema più rapido e diretto per verificare il saldo dei punti online, oltre a tutta una serie di altre informazioni come ad esempio le scadenze, il bollo, le revisioni e così via è il sito internet del portale dell’automobilista raggiungibile attraverso il seguente link: www.ilportaledellautomobilista.it. Questo utile sito è stato istituito dal Ministero dei Trasporti ed è uno dei mezzi che permette di controllare i punti della patente online attraverso una semplice registrazione.

    Il servizio offerto dal portale dell’automobilista è completamente gratuito. Dopo aver accettato la normativa sulla privacy, il sistema richiede pochi dati: nome, cognome, codice fiscale ed email in modo da identificare univocamente l’utente e collegare il suo profilo ai dati presenti nell’archivio del Ministero. A questo punto è possibile consultare il saldo punti della propria patente.

    Anche attraverso applicazioni o semplice telefonata

    Un altro metodo ancora più tecnologico e all’avanguardia, se vogliamo, è quello di sapere il proprio saldo punti attraverso le applicazioni disponibili per gli smartphone. Ci sono diverse app per iPhone e Android che offrono questo servizio, ma anche qui si segnala la recente iPatente, realizzata proprio dal Portale dell’automobilista. Se siete già registrati sul sito, con le medesime credenziali potrete avere a portata di app tutta una serie di utili servizi, tra cui quello dei punti residui sulla patente.

    Meno “hi-tech” ma altrettanto utile è la via della telefonata al numero 848.782.782 (costo di una chiamata urbana). Questo, come le applicazioni, permette di monitorare in qualsivoglia momento il proprio saldo punti e altre informazioni pronunciando alcuni dati personali come il nome, cognome, numero della patente ecc.

    Come recuperare i punti persi

    Vetture scuola guida

    Per il recupero effettivo dei punti internet serve a ben poco. Si deve obbligatoriamente conseguire nuovamente un corso di scuola guida quindi superare il test teorico e poi passare a quello pratico. Internet, se vogliamo, è utile perché fornisce molti quiz ministeriali simili a quelli che poi vengono effettuati dai candidati e che noi stessi di AllaGuida vi abbiamo proposto. Chi mantiene 20 punti per almeno due anni si vedrà accreditati altri 2 punti fino a un massimo di 30. Inoltre, dallo scorso 13 agosto 2010 i neopatentati da meno di tre anni avranno un ulteriore punto fino ad un massimo di tre.

    Chi si trova invece ad aver commesso molte infrazioni e, di conseguenza, ad aver subito diverse decurtazioni può frequentare dei corsi specifici presso le autoscuole o altri soggetti autorizzati dal Ministero dei Trasporti. Questi corsi di recupero per i punti della patente, come la classica scuola guida, prevedono un esame finale.

    676

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI