Bentley Flying Spur S, la più performante con il V8 o il V6 ibrido

La nuova gamma S debutterà al Goodwood Festival of Speed, con la prima volta che lo storico badge “S” viene applicato a un modello ibrido

Bentley Flying Spur S

Bentley ha scelto il palcoscenico del Goodwood Festival of Speed (23-26 giugno 2022) per lanciare la Flying Spur S, il primo modello S a offrire un propulsore ibrido o V8. Tante le novità apportate alla super berlina del prestigioso marchio di Crewe. La Bentley Flying Spurs S del 2022 vuole raggiungere a detta della Casa nuove vette in termini di capacità dinamica, presenza visiva ed uditiva per migliorare ulteriormente l’ammiraglia a quattro porte di punta di Bentley.

Come per le Continental GT S e ​​GT S Convertible presentate di recente, i nuovi modelli Flying Spur S si concentrano sul piacere di guida, ma con la possibilità appunto di scegliere tra i propulsori V8 da 4,0 litri o V6 Hybrid.

I due motori della Flying Spur S nel dettaglio

Bentley Flying Spur S prestazioni

La versione V8 della Flying Spur S è alimentata dall’avanzato motore V8 da 4,0 litri di Bentley, che sviluppa 550 CV e 770 Nm di coppia. L’accelerazione da 0 a 100 km/h viene coperta in 4,0 secondi e la velocità massima è di 300 km/h. Viene fornito di serie con Bentley Dynamic Ride, in grado di applicare fino a 1300 Nm di coppia antirollio in 0,3 secondi per mantenere l’auto stabile in curva.

Di serie è incluso anche lo sterzo integrale elettronico. Durante le manovre a bassa velocità, il sistema ruota le ruote posteriori nella direzione opposta a quelle anteriori fino a 4,2° per ridurre il raggio di sterzata e aumentare l’agilità.

A velocità più elevate le ruote posteriori girano nella stessa direzione di quelle anteriori per una migliore stabilità, come se fosse un’auto con il passo più lungo.

Per coloro che si accontentano di una versione più “ecologica”, la Flying Spur S è disponibile anche con un propulsore ibrido.

Questo combina un motore a benzina V6 da 2,9 litri con un motore elettrico avanzato, che eroga un totale di 536 CV e 750 Nm di coppia. L’accelerazione 0-100 km/h viene coperta in 4,1 secondi. L’autonomia garantita dal motore elettrico è di 41 chilometri.

Bentley Flying Spur S, fuori e dentro

Bentley Flying Spur S motori V8 e V6 ibrido

Il nero luminoso dei modelli Flying Spur S crea un look atletico e sobrio, qualunque sia la finitura esterna scelta. L’effetto è completato da griglie del paraurti inferiore nero lucido, fari e luci posteriori oscurati, quattro terminali di scarico neri e distintivi badge S sui parafanghi anteriori.

La griglia è nera lucida con alette verticali e cornice nera lucida. Solo lo stemma Bentley alato e la scritta sul cofano del bagagliaio si distinguono per la loro finitura cromata brillante.

La gamma S è offerta con una nuovissima opzione di cerchi da 22 pollici, con cinque razze a forma di Y in nero lucido o in alternativa disponibile in una nuova finitura Pale Brodgar Satin. Una seconda opzione di cerchi per i modelli S è un design a tre razze da 21 pollici.

Bentley Flying Spur S interni

Riguardo gli interni i clienti possono dare libero sfogo alla loro immaginazione con una scelta di cromie bicolore incentrate sulle prestazioni, realizzate a mano nella pelletteria di Crewe utilizzando una combinazione di pelle liscia e a pelo morbido.

Questo materiale simile alla pelle scamosciata è utilizzato per il volante riscaldato, la leva del cambio, i cuscini dei sedili e gli schienali dei sedili mentre la pelle è utilizzata per i rivestimenti dei sedili, i cuscinetti delle portiere, lungo il cruscotto e attorno alla console.     

I sedili con design S sono scanalati, con trapuntatura disponibile come opzione e l’emblema “S” è ricamato sul poggiatesta di ciascun sedile.

La presentazione al Goodwood Festival of Speed

Bentley Flying Spur S presentazione

Come anticipato la nuova gamma di modelli S farà il suo debutto dinamico al prossimo Goodwood Festival of Speed, in programma da giovedì 23 giugno a domenica 26 giugno.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!