Brabham BT 62 R, arriva la versione stradale con il motore V8 più potente di sempre

La casa inglese ha presentato la Brabham BT62 R, la versione stradale con il motore V8 più potente sul mercato

Brabham BT 62 R, arriva la versione stradale con il motore V8 più potente di sempre

Foto Brabham

Brabham Automotive, dopo aver presentato la BT62, dimostra di voler fare sul serio rivelando al mondo automobilistico anche la sorella, la Brabham BT 62 R, versione che rispetto alla precedente potrà circolare in strada.

Leggi anche: auto sportive più economiche, la classifica

Pochissime le differenze tra le due vetture – principalmente legate all’acquisizione dell’omologazione stradale, con i clienti che potranno acquistare il Track Pack con componenti da pista. Due le colorazione disponibile per la livrea: la prima è la Signature Series, con grafiche personalizzate scelte dal cliente, mentre la seconda è la Celebration Series, una livrea celebrativa di una delle 35 vittorie del brand in F1. Il telaio è realizzato in lega leggera mentre la carrozzeria presenta elementi in carbonio e altri in carbonio misto kevlar come i grossi passaruota, per cercare di ridurre al minimo il peso della vettura. Per quanto riguarda l’abitacolo, invece, rispetto alla sorella, la Brabham BT62 R può vantare una migliore abitabilità e rifiniture di pregio.

La Brabham BT62 R

Brabham BT 62 R, la stradale con il cuore da sportiva

La novità più interessante, però, non è visibile agli occhi in quanto celata sotto il cofano motore. Secondo la casa, infatti, la Brabham BT62 R monterà il motore V8 più potente sul mercato da 5.4 litri, capace di erogare 700 CV e 667 Nm di coppia massima. Oltre alla potenza pura, poi, i tecnici hanno messo a punto una serie di accorgimenti per garantire prestazioni top sfruttando l’aerodinamica e non solo: per questo sono presenti soluzioni come il cambio sequenziale a sei rapporti o lo splitter anteriore e diffusore. Il prezzo non è ancora stato annunciato, ma la versione da pista parte da 1 milione di sterline, è lecito quindi aspettarsi che la versione stradale si attesti su una cifra simile.

Il posteriore della Brabham BT62 R

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti