Bugatti, la scelta controcorrente sul SUV sportivo

La storica casa francese ha ribadito, ancora una volta, l'intenzione di rimanere fedele alla propria storia senza entrare nel segmento

Bugatti Chiron Super Sport 300+

Bugatti Chiron Super Sport 300+ - Foto credits Bugatti press

Ferrari ha presentato il suo nuovo SUV, chiamato Purosangue, così come Lotus mentre McLaren ha già fatto sapere che una sportiva a ruote alte potrebbe presto entrare nei piano; le case automobilistiche sportive sembrano ormai aver imboccato la strada che porta ai SUV ma c’è chi ha deciso di resistere.

Tra queste c’è Bugatti, storica casa francese da sempre dedita ai bolidi da corsa che ha ribadito ancora una volta che non ci sarà una sportiva a ruote alte firmata dal marchio di Molsheim, almeno nel futuro prossimo.

Le parole della casa francese

Ad escludere questa possibilità ci ha pensato il responsabile del design di Bugatti, Achim Anscheidt, che ha spiegato come attualmente il marchio non abbia intenzione di entrare nel segmento: “Abbiamo sempre avuto un’idea di cosa potesse essere una seconda linea di modelli. –ha spiegato in una intervista rilasciata ad Autocar – Se avessimo deciso di realizzare una vettura adatta alla guida di tutti i giorni, sarei stato comunque felice, ma sarebbe stato fondamentale non dimenticare le radici dell’azienda oppure realizzare qualcosa di più esclusivo. Se decidi di entrare in volumi leggermente più elevati, dovresti andare verso una maggiore esclusività sull’altro lato, facendo sì che quest’ultimo rimanga il prodotto principale e possa bilanciare l’arrivo di un modello del genere”.

Bugatti Chiron Super Sport 300+
Bugatti Chiron Super Sport 300+ – Foto credits Bugatti media

Parole molto chiare che confermano come l’intenzione di Bugatti sia quella di proseguire sulle hypercar esclusivise senza dedicarsi allo sviluppo di una vettura a ruote alte. Una scelta controtendenza che conferma quella francese come una delle ultime rimaste fedeli alla loro storica passione per i bolidi dalle velocità estreme.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti