Cambio gomme, come conservare quelle estive durante l'inverno

Con l'arrivo dell'inverno e il passaggio agli pneumatici invernali c'è la necessita di conservare le gomme estive: ecco come fare

Da maggio 2021, sulle gomme auto, arriverà una nuova etichetta

Foto Shutterstock | di Standret

Con l’avvicinarsi del 15 novembre, termine dal quale gli automobilisti dovranno dotare le proprie vetture degli pneumatici invernali o avere a bordo le catene da neve su quei tratti di strada che lo richiedono, tutti i possessori di auto che non montano i pneumatici 4 stagioni, si ritrovano a fare i conti con la necessità di conservare le gomme estive.

In questa fase, infatti, è importante occuparsi non solo delle gomme invernali ma anche di quelle estive che, una volta sostituite, vanno riposte e conservate con cura. Gli pneumatici durano a lungo se custoditi correttamente: per tutti coloro che scelgono di risparmiare conservando le gomme nel proprio garage, gli esperti Midas – la rete di officine meccaniche specializzate nella manutenzione auto multimarca – hanno stilato un vademecum su come custodire le gomme temporaneamente inutilizzate. 

I consigli per conservare le gomme in maniera corretta

Prima di tutto è necessario segnare in modo chiaro quali sono le gomme anteriori e quelle posteriori perchè poi, una volta rimontate, andranno invertite con quelle anteriori dietro e quelle posteriori davanti in modo da rendere più uniforme possibile l’usura. Inoltre non bisogna poi mai ritirare le gomme sporche, ma è fondamentale infatti pulirle e asciugarle per evitare che si rovinino.

Altro consiglio importante è quello di trovare la posizione giusta quando si mettono via; se  le gomme sono montate sul cerchione bisogna appenderle oppure impilarle orizzontalmente, se invece non hanno il cerchione si devono impilarle verticalmente, girandole possibilmente ogni mese per evitare che la pressione le rovini. Infine, è fondamentale trovare un luogo secco e fresco dove lasciarle, al riparo dalla luce e dai prodotti chimici. Vietata l’aria aperta: potrebbe generare delle screpolature sulla superficie.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti