Nuova Citroen C4 Cactus 2018, prova su strada: prezzo e dimensioni [FOTO]

Al volante della rinnovata Nuova Citroen C4 Cactus 2018, che ora punta alle berline di segmento C mantenendo intatta originalità e migliorando il comfort. Prezzo, scheda tecnica, dimensioni e uscita.

da , il

    A 4 anni dal lancio avvenuto nel 2014, la Nuova Citroen C4 Cactus 2018 presenta un corposo rinnovamento stilistico e tecnico che da un lato evolve il design di rottura introdotto nella prima generazione, dall’altro punta ad alzare l’asticella del comfort allineandosi alla tradizione Citroen. La metamorfosi è in linea con l’obiettivo dichiarato del Marchio francese di diventare un punto di riferimento nell’intero panorama automobilistico quando si parla di piacere di guida e comodità. La nuova Citroen C4 Cactus ora punta maggiormente al segmento C, quello delle berline compatte, dove tenterà di imporsi avendo mantenuto nel DNA l’innata capacità di distignuersi a livello stilistico, ora unita ad un il livello di comfort da vettura di categoria superiore. Il rinnovamento infatti non è solo stilistico, ma porta in dote anche nuovi sedili, più comodi, ma soprattutto nuove sospensioni con sistema PHC (Progressive Hydraulic Cushions), ovvero dotate di smorzatori pneumatici progressivi che migliorano l’assorbimento delle asperità stradali. Sulle strade della Provenza abbiamo avuto modo di provare le versioni alimentate a benzina con i motori 3 cilindri PureTech da 110 e 130 CV, il primo abbinato alla trasmissione automatica EAT6, il secondo a quella manuale a 6 rapporti.

    Guarda anche:

    Citroen C4 Cactus: il design

    Citroen C4 Cactus  design esterno

    Gli interventi, che hanno riguardato il 90% delle componenti della carrozzeria, avvicinano la seconda generazione della Nuova Citroen C4 Cactus 2018 alle sorelle minori C3 e C3 Aircross, entrambe sul podio dei modelli più venduti in Italia nei rispettivi segmenti. La novità che balza subito agli occhi è il ridimensionamento dei famosi Airbump, ora confinati nella parte inferiore delle fiancate, mentre l’affinamento del frontale ha escluso le protezioni plastiche poste tra i gruppi ottici ed i fendinebbia. Il Double Chevron ora è incorniciato da due bande cromate che si allunano verso le sottili luci diurne a Led, mentre il resto dei proiettori rimane con tecnologia alogena. Led con effetto 3D che però ritroviamo nei nuovi gruppi ottici posteriori, ora più sviluppati in orizzontale tanto da sconfinare sul portellone posteriore. Anche l’eliminazione delle barre sul tetto contribuisce al design più pulito della Cactus 2018. Come avviene per le sorelle minori, è possibile personalizzare la carrozzeria scegliendo in un ventaglio di 31 combinazioni esterne, con le 9 tinte della carrozzeria che si possono combinare con i 4 Pack Color a contrasto, mettendo in evidenza i nuovi Airbump ed i fendinebbia inglobati nel paraurti. La personalizzazione include anche 4 tipi diversi di cerchi in lega: Square 16’’ Grey e Square 16’’, ma anche Cross 17’’ Black, Cross 17’’ in due colori diamantati per l’allestimento Shine.

    Citroen C4 Cactus: interni più spaziosi e confortevoli

    citroen c4 cactus interni 2018

    L’evoluzione della Citroen C4 Cactus non si è limitata alla carrozzeria ma ha riguardato anche gli interni, che alzano l’asticella del benessere degli occupanti grazie ai sedili Advanced Comfort, una migliore abitabilità ed un gran lavoro sull’isolamento acustico. I nuovi sedili, disponibili in opzione con gli ambienti interni Metropolitan Red, Wild Grey, Hype Red, sono imbottiti con uno strato di 15 mm di schiuma poliuretanica ad alta densità che garantisce un confort ottimale nel tempo, evita gli affossamenti causati dalle lunghe ore di guida e l’invecchiamento dopo anni di utilizzo. E’ sufficiente la sensazione di morbidezza mentre ci si siede e qualche chilometro di guida per apprezzarne l’effettiva comodità. L’abitabilità è stata migliorata con una plancia che si sviluppa in orizzontale, i sedili anteriori scavati nella parte posteriore che permettono di liberare spazio a livello delle ginocchia. Un gran lavoro è stato fatto anche sull’isolamento acustico della nuova C4 Cactus, che ora è dotata di vetri più spessi, vetri posteriori incapsulati, nuove guarnizioni e parabrezza insonorizzato. E’ stata aumentata anche la quantità di materiale fonoassorbente sulla paratia dell’abitacolo e del pianale. Al centro della plancia ritroviamo il monitor Touch Pad da 7″ con sistemi MirrorLink Apple Car Play ed Android Auto, dal quale è possibile gestire anche clima ed informazioni di marcia. Sempre all’interno dell’abitacolo ritroviamo le comode cinghie sulle portiere al posto delle tradizionali maniglie e, purtroppo, anche i finestrini posteriori con apertura a compasso.

    Citroen C4 Cactus: dimensioni e bagaliaio

    William CROZES @ PLANIMONTEUR

    Cambiano poco le dimensioni della nuova Cactus rispetto al modello che sostituisce: la lunghezza, incrementata di 2 cm, ora tocca i 4,17 cm, mentre restano pressochè invariati passo (260 cm), larghezza (171 cm) ed altezza (148 cm). Stesso discorso per il bagagliaio, che ha la soglia di carico un po’alta: la capienza è di 358 litri che diventano 1.170 abbattendo gli schienali dei sedili posteriori. La massa a pieno carico, nelle versioni equipaggiate con i PureTech benzina da 110 e 130 cavalli, oscilla tra i 1565 ed i 1600 Kg. Un po’ di più rispetto al passato, vista la maggiore quantità di materiale fono assorbente e l’aggiunta di 12 sistemi di ausilio alla guida e 3 di connettività.

    Citroen C4 Cactus: Motori e Tecnologia

    William CROZES @ PLANIMONTEUR

    Al lancio italiano previsto il 17-18 Marzo saranno subito disponibili le unità tricilindriche a benzina 1.2 PureTech da 110 e 130 CV, nel primo caso abbinabili anche al cambio automatico EAT6. Per quanto riguarda il diesel, è subito disponibile il 4 cilindri BlueHDi da 100 CV, che a fine 2018 verrà affiancato dal più potente 120 CV. Il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 4,6 l/100 km per il PureTech da 110 cavalli associato alla trasmissione automatica e di 4,8 l/100 Km per il 130 CV abbinato al cambio manuale. Con il diesel BlueHDi da 100 CV il dato dichiarato cala a 3,6 l/100 Km sempre nel ciclo misto. Molto simile la velocità massima con tutte le motorizzazioni disponibili: si va dai 184 Km/h del diesel ai 193 Km/h del benzina da 130 CV, passando per i 188 Km/h dell’unità da 110 CV.

    Per quanto riguarda il comfort ma soprattutto per la sicurezza di chi guida e dei passeggeri, la nuova C4 Cactus è dotata di 12 sistemi di ausilio alla guida, molti dei quali ereditati dalla C3 Aircross. Tra i quali citiamo: la frenata automatica d’emergenza Active Safety Brake, riconoscimento dei limiti di velocità, avviso di superamento involontario della linea di carreggiata, Coffee Break Alert, Driver Attention Alert, Sistema di sorveglianza dell’angolo morto, Park Assist, Retrocamera per il parcheggio, Hill Assist, Cornering Lights, Grip Control ed accesso KeyLess.

    Citroen C4 Cactus: la prova su strada

    Citroen C4 Cactus  prova su strada

    Sulle strade intorno a Marsiglia abbiamo avuto modo di provare a lungo la versione equipaggiata con il 1.2 benzina da 130 CV abbinato al cambio manuale. Come accennato, la sensazione di comodità si ha non appena ci si siede sui sedili Advanced Comfort che oltre ad essere morbidi offrono un sostegno laterale elevato. La posizione di guida ideale è facile da trovare anche perchè il volante ora è regolabile anche in profondità. Dopo pochi metri è possibile apprezzare anche il famoso “effetto tappeto volante” garantito dalle sospensioni idrauliche progressive -Pogresse Hydraulic Cushions (PHC)- protette in fase di sviluppo da circa 20 brevetti ed elemento chiave del programma Citroen Advanced Comfort lanciato dal Marchio francese. Come funzionano? Oltre a quanto presente sulle sospensioni tradizionali, composte da un ammortizzatore, una molla e da uno smorzatore meccanico, il sistema PHC prevede anche due smorzatori idraulici alle estremità, uno per l’estensione e l’altro per la compressione. Se le asperità del terreno non sono eccessive e le compressioni ed estensioni sono leggere, molla e ammortizzatore controllano insieme i movimenti verticali, senza che gli smorzatori idraulici intervengano. In questo modo la Cactus gode di una notevole escursione che le permette quasi di sorvolare le asperità del fondo stradale. Se la qualità del terreno peggiora, molla e ammortizzatore lavorano insieme agli smorzatori idraulici di compressione o estensione, rallentando il movimento in modo progressivo col fine di evitare i bruschi arresti del fine corsa meccanico tradizionale che possono causare rimbalzi. Veniamo all’atto pratico: breve rettilineo che precede una curva in un tratto extraurbano con limite di 90 Km/h. Dalla curva esce un Tir un po’ largo e date le carreggiate strette sono costretto a mettere due ruote sullo sterrato, per poi richiamare repentinamente l’auto in strada. Il discreto gradino tra il terreno e l’asfalto viene quasi mangiato dalla Cactus, che con grazia si è immediatamente ricomposta senza l’intervento dell’elettronica. Inoltre, il PureTech da 130 CV è brillante e si lascia tirare il collo volentieri in tutti i rapporti, trovandosi a suo agio anche a ritmi sostenuti che però sono meno indicati per la morbidezza dell’assetto. I consumi sono sembrati in linea con il dato dichiarato dalla casa, che indica 4,8 l/100 Km nel misto. Una valutazione più precisa sarà però fornita quando faremo la prova completa della nuova C4 Cactus.

    Citroen C4 Cactus: allestimenti e prezzi

    citroen c4 cactus laterale posteriore 2018

    Sono 3 gli allestimenti previsti per la Nuova Citroen C4 Cactus 2018. Live, Feel ed il top di gamma Shine. L’allestimento base Live comprende, tra gli altri, tutti i sistemi di ausilio alla guida, le sospensioni con sistema Progressive Hydraulic Cushions, Hill-Assist, Sistema Stop&Start e climatizzatore manuale. Il pacchetto Feel aggiunge rispetto a Live i fari fendinebbia con funzione Cornering Light, maniglie porta in tinta carrozzeria, Pack Acoustic, sensori di parcheggio posteriori, regolazione lombare sedile conducente, ruota di scorta da 15’’ (solo su versione PureTech 110 S&S EAT6) e volante in pelle con inserti cromati. La top di gamma Shine, oltre a quanto proposto dagli allestimenti Live e Feel, aggiunge l’accensione automatica dei fari, cerchi in lega da 16″ Square Grey, il sistema di navigazione Citroën Connect NAV, Citroën Connect BOX, climatizzatore automatico, sistema Mirror Screen ed il Pack City Plus con sensori di parcheggio posteriori e anteriori. Vediamo i prezzi nel dettaglio:

    Motori a benzina:

    C4 Cactus PureTech 110 S&S Live: 17.900 euro

    C4 Cactus PureTech 110 S&S Feel: 19.250 euro

    C4 Cactus PureTech 110 S&S Shine: 21.100 euro

    C4 Cactus PureTech 110 S&S EAT6 Feel: 20.750 euro

    C4 Cactus PureTech 110 S&S EAT6 Shine: 22.600 euro

    C4 Cactus PureTech 130 S&S Feel: 20.050 euro

    C4 Cactus PureTech 130 S&S Shine: 21.900 euro

    Motore Diesel:

    C4 Cactus BlueHdi 100 S&S Live: 19.400 euro

    C4 Cactus BlueHdi 100 S&S Feel: 20.750 euro

    C4 Cactus BlueHdi 100 S&S Shine: 22.600 euro