Dacia Duster: obiettivo 2 milioni raggiunto, un SUV fedele al suo DNA

Il veicolo della casa romena festeggia un traguardo importante visto che ha raggiunto i 2 milioni di veicoli in tutto il mondo

Dacia Duster

Dacia Duster - Foto credits Dacia press

Commercializzato dal 2010 al prezzo di una city car, Dacia Duster ha rivoluzionato il segmento dei SUV. E quando si parla di SUV economici la mente non può che andare su uno degli Sport Utility icona delle vetture a ruote alte dal prezzo low cost.

Proprio il modello della casa romena ha tagliato un traguardo importante. Come ha reso noto la stessa Dacia, infatti, Duster è di nuovo il leader europeo delle vendite a privati nella sua categoria sul mercato, raggiugendo i 2 milioni di esemplari venduti in quasi 60 paesi del mondo dal 2010 a oggi.

Foto Dacia

Un risultato decisamente importante per Dacia Duster che ha avuto in questi anni il Regno Unito come paese nel quale ha la percentuale più alta di donne che acquistano il veicolo rispetto agli uomini, mentre in Turchia si trova invece il più giovane gruppo di acquirenti del modello (42 anni in media), con il 62% di questi che ha figli ancora a casa. I motivi principali per cui le persone acquistano i veicoli Duster sono il prezzo (56%), il design (20%) e la fedeltà al marchio (16%).

Fedele al suo DNA, il nuovo Duster resta un SUV adatto per le famiglie con uno spirito avventuroso. Ideale nell’utilizzo per la vita quotidiana, ma anche delle avventure all’aperto.

Il suo design si è evoluto, soprattutto a livello dei fari e della calandra, per conferirgli una personalità ancora più incisiva e per incrementare l’efficienza in termini di CO2.

Per quanto riguarda la vita a bordo, è dotato di una consolle centrale rialzata con bracciolo scorrevole, due sistemi multimediali con nuovo display da 8” e trasmissione automatica EDC a doppia frizione.

A conferma della sua versatilità, Nuovo Duster è disponibile a 2 e 4 ruote motrici. Quest’ultima versione è dotata di un sistema 4×4 Monitor ancora più ricco.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti