Allaguida di Ford Puma ST, l'urban crossover ruggisce e senza compromessi

Tanta praticità e versatilità per la versione più estrema del crossover di successo di Ford provata da noi nell'esclusiva colorazione Mean Green

Ford Puma ST prova su strada

Foto AllaGuida

Prendi un crossover urbano e mettigli sotto il cofano 200 CV. Signore e signori ecco Ford Puma ST. A metterci mano, come sempre, il team Ford Performance, capace di arricchire un’auto di un segmento notoriamente lontano da schemi prestazionali, in un mix di emozioni estreme combinate alla praticità quotidiana.

E se poi abbiamo anche la fortuna di averla in prova con l’esclusiva colorazione Mean Green allora, oltre al divertimento garantito, c’è anche quel tocco stiloso per una combo micidiale.

Evidente l’intento di creare da parte di Ford un cocktail dissetante e afrodisiaco. Tradotto. Unire versatilità al divertimento. E Ford Puma ST è esattamente questo.

Ford Puma ST caratteristiche estetiche

Quell’auto grintosa e muscolosa che avevamo già conosciuto nelle versione Puma ST-Line dove il tocco sportivo era già evidente, al quale vanno aggiunti i dettami di una Ford in stile Performance. Quindi spoilerini anteriori, loghi ST, cerchi da 19″, minigonne laterali a contrasto e spoiler posteriore accentuato.

Poi c’è quell’EcoBoost 3 cilindri Turbo da 1,5 litri e 200 CV di potenza (320Nm di coppia) già conosciuto su Ford Fiesta ST a dare un plus di potenza degno di una ST.

E questione non da poco. La presenza del differenziale a slittamento limitato (LSD). Funziona insieme al Torque Vectoring Control, e migliora la tenuta di strada riducendo il sottosterzo grazie all’applicazione di una forza frenante alla ruota anteriore interna in curva.

In parole povere ottimizza la trazione anteriore per migliorare la capacità di sterzata e ridurre al minimo il sottosterzo, in particolare in uscita di curva.

Cosa ci piace di Ford Puma ST

Ford Puma ST cosa piace

Rispetto alla versione base della Puma non cambia il design esterno, a parte, come abbiamo detto, dettagli estetici e dotazioni sportive in aggiunta per la ST. E se Ford Puma è leader nelle vendite del primo trimestre 2021 nel segmento dei crossover un motivo ci sarà. Questa è un’auto riuscita e piace.

interni Ford Puma ST

Anche gli interni sono uguali alla Puma base ma aggiungono lo schema sportiva della Ford Focus ST . Quindi sedili in pelle e alcantara Recaro, cockpit digitale con grafica variabile a seconda delle normalità di guida, Ecoo, Normal, Sport e Circuito, e c’è il volante in pelle con badge ST e il mitico tasto “S”. Sport. Quello che poi fa la differenza durante la marcia.

Presente l’impianto audio B&O. Suona in maniera impeccabile e aiuta anche le sonorità dell’EcoBoost turbo quando si schiaccia sull’acceleratore. E poi diciamolo. Con questo Mean Green Ford ha avuto davvero coraggio e genialità. Non si passa inosservati. E piace non piace… se ne parla.

Come si guida in strada

Ford Puma ST come si guida

La nostra prova di Ford Puma ST è avvenuta su strade urbane ed extraurbane. Non su circuito. Giusta premessa, perché non ci interessa sottolineare le doti pistaiole di Puma ST messa sotto sforzo. Ma come una Performance Car di Ford possa combinare il piacere di guida quotidiano con il divertimento di una sportiva pepata dagli sprazzi adrenalinici.

Bello il cambio e belli gli innesti. Un manuale 6 rapporti preciso, veloce, spavaldo. Accelerazione fino a 6.500 giri che regala un sound corposo e porta a chiudere lo 0-100 Km in 6,7 secondi. Terzo e quarto rapporto i più tenaci con una spinta degna di nota.

Ford Puma ST in strada

Ma bello anche il passo della modalità Eco (mai presente fino ad ora sulle versioni ST) la quale permette andature miti, consumi di carburante eccellenti e un ritmo cittadino dinamico, versatile e comunque divertente.

Nel dettaglio le quattro modalità di guida si comportano così:

  • In modalità normale, la mappatura del motore, il controllo della trazione, il controllo elettronico della stabilità (ESC), la valvola di scarico attiva e il servosterzo elettrico (EPAS) sono configurati per fornire una reattività naturale e una sensazione di connessione
  • In modalità Eco, la mappatura del motore e la risposta dell’acceleratore sono configurate per la massima efficienza nei consumi
  • In modalità Sport, la mappatura del motore e la risposta del pedale dell’acceleratore sono migliorate e le impostazioni EPAS regolate per fornire più feedback e un controllo più preciso per una guida su strada veloce. La valvola di controllo del rumore attivo si apre per intensificare la nota sportiva dello scarico. La modalità Sport è immediatamente accessibile tramite un pulsante dedicato sul volante
  • In modalità Pista, tutte le caratteristiche dinamiche del veicolo sono sintonizzate per i tempi sul giro più veloci possibili, il controllo della trazione è disabilitato e gli interventi ESC sono impostati in modalità wide-slip per la più pura esperienza di guida

Sterzata sempre puntuale e entrate in curva che tendono, se prese con grinta, al sovrasterzo grazie proprio all’opzione LSD che funziona insieme al Torque Vectoring Control, che migliora la tenuta di strada e riduce il sottosterzo.

Ford Puma ST in curva

Velocità massima 220 Km/h. Portandola al massimo a 180 Km/h possiamo dire di aver viaggiato su un binario. Merito anche dell’assetto più rigido di questa versione super sportiva della Puma. Lode infine all’impianto frenante, morbido, lineare ed efficace.

Ford Puma ST durante la guida

Posizione di guida da crossover. Quindi ampia visibilità e altezza da terra. I sedili Recaro forse un po’ troppo avvolgenti. Ma nel complesso una vettura che può accontentare un pubblico molto ampio.

Quanto consuma Ford Puma ST

Ford Puma ST consumi

Per quanto riguarda i consumi la casa dichiara 6,8 litri ogni 100 Km su percorso misto. Noi abbiamo usato Puma ST prettamente in città con qualche giro su strade extraurbane di grossa percorrenza.

Con un ritmo di marcia sempre abbastanza “gasato” ci siamo attestati sui 9,5 litri ogni 100 Km. Avremo potuto fare meglio? Sicuramente sì. Anche se credo difficilmente quel dato fornito dalla Casa sia raggiungibile se non in tratti lunghi autostradali e chiaramente in modalità Eco.

Parlando invece di prezzi parte da un listino di 33.500 euro. Attualmente ci risulta essere in promozione a 30.000 euro.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!