Microsoft entra nel mondo delle auto elettriche a guida autonoma: investe in Cruise, start-up di GM

Il colosso ha deciso di investire in un settore sempre più in crescita, sfidando i principali concorrenti

Microsoft

Foto Unsplash | Mohammad Rezaie

Sono sempre di più i colossi tecnologici che hanno deciso di entrare nel settore delle auto elettriche: dopo Google, Amazon e Apple, ora tocca a Microsoft. L’azienda informatica è pronta a investire di 2 miliardi di dollari nella start-up Cruise, controllata da General Motors, mettendo inoltre a disposizione le proprie tecnologie.

Il valore di Cruise è quindi arrivato a 30 miliardi di dollari, quando nel 2019 era inferiore ai 20. Specializzata in veicoli autonomi, sfrutterà Azur, la piattaforma cloud computing di Microsoft, per la gestione del parco macchine e la comunicazione tra veicoli, sede centrale e passeggeri del robotaxi, pronto a fare concorrenza agli altri giganti del settore.

I progressi nella tecnologia digitale stanno ridefinendo ogni aspetto del nostro lavoro e della nostra vita, incluso il modo in cui spostiamo persone e merci“, ha affermato Satya Nadella, CEO di Microsoft. “In qualità di cloud preferito da Cruise e GM, applicheremo la potenza di Azure per aiutarli a scalare e rendere mainstream il trasporto autonomo“.

Microsoft: investimento per accelerare la messa in produzione dei veicoli Cruise

La collaborazione a lungo termine attuata da Microsoft è stata ovviamente accolta con favore da Cruise. Il CEO Dan Ammann ha dichiarato che questo investimento è fondamentale per procedere a passo spedito verso la concretizzazione dei veicoli. Inoltre, come Microsoft si è spesa per la democratizzazione della tecnologia, così farà Cruise con i suoi mezzi totalmente condivisi.

Il colosso fondato da Bill Gates lavorerà anche con General Motors per digitalizzare il sistema di produzione come di relazione con i clienti, migliorando le prestazioni delle vetture.

D’altronde GM è sempre più rivolta verso il settore elettrico e ibrido: ha recentemente investito 27 miliardi di dollari per sviluppare 30 nuovi modelli entro il 2025, come confermato da Mary Barra, presidente e CEO di GM. Una decisione che sta facendo guadagnare parecchi punti in borsa al titolo, che ora vale 54,47 dollari, +16% rispetto alla settimana scorsa, complice anche la presentazione del furgone elettrico in vendita entro fine anno. Ma non solo: la casa starebbe valutando anche di produrre eVTOL, una sorta di auto volante.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.