Migliori scooter 400 2022, i modelli da scegliere sul mercato

Perfetti per il tragitto casa-lavoro e anche per qualche gita fuori porta, ecco i migliori scooter 400 2022 da scegliere sul mercato

Suzuki Burgman

Suzuki Burgman - Foto credits Suzuki media

I migliori scooter 400 2022 sono i preferiti dagli appassionati delle due ruote: a certificarlo sono i dati di mercato che vedono questo tipo di due ruote. I motivi sono semplici: il prezzo d’acquisto è quasi sempre inferiore ai maxiscooter, rispetto agli scooter 125 possono entrare in autostrada e di fronte ai “cugini” 300 offrono prestazioni leggermente superiori.

Ecco quindi perchè i migliori scooter 400 2022 stanno diventando piano piano i preferiti dai motociclisti. Ognuno, però, ha i suoi punti di forza: c’è chi punta sulla sportività, chi sulla comodità e chi sul prezzo. Ecco, quindi, una rapida guida sui migliori scooter 400 da scegliere sul mercato.

BMW C 400 X

BMW C 400 X
BMW C 400 X – Foto credits BMW press

Tra i migliori scooter 400 2002 impossibile non menzionare BMW C 400 X. Il due ruote della casa tedesca, infatti, si contraddistingue per una linea stilistica decisamente particolare e inconfondibile, come spesso succede per i modelli del marchio dell’elica mentre la dotazione tecnica è di quelle importanti con il controllo di trazione ASC, cerchi in lega da 15″ davanti e 14″ dietro e ABS. Il motore, invece, è un monocilindrico da 34 CV di potenza a 7.500 giri con consumi che permettono di percorrere 28,5 km con un litro di carburante.

Suzuki Burgman 400

Suzuki Burgman 400
Suzuki Burgman 400 – Foto credits Suzuki media

Uno dei grandi classici delle due ruote, uno dei più amati dai motociclisti. Comodo, pratico e ottimamente rifinito, Suzuki Burgman rientra ancora una volta tra i migliori scooter 400 2022 per le sue caratteristiche che permettono al due ruote della casa giapponese di continuare a raccogliere consensi. Dotato di un motore monocilindrico da 400 cc e 29,2 CV, offre una posizione di guida molto rilassata mentre le ruote sono da 15″ e 13″ garantiscono una capacità del sottosella pari a 42 litri. La protezione dall’aria, grazie all’ampio parabrezza, è efficace.

Yamaha Xmax 400

Yamaha Xmax 400
Yamaha Xmax 400 – Foto credits Yamaha press

Stile e prestazioni sono i caratteri distintivi di Yamaha Xmax 400, uno dei migliori scooter 400 del 2022. Dotato di un design sportivo, il due ruote della casa giapponese è caratterizzato da un motore monocilindrico da 33 CV per un consumo di circa 33 chilometri al litro che gli permette di essere usato in città senza pesare sul portafogli. A completare un pacchetto di dotazioni decisamente ricche, poi, c’è anche il sistema di controllo di trazione TCS e un sottosella che può ospitare ben due caschi integrali.

Kymco Xciting 400

Kymco Xciting 400
Kymco Xciting 400 – Foto credits Facebook Kymco

Carattere sportive e linee da pista sono i tratti distintivi di Kymco Xciting 400, uno dei migliori scooter 400 del 2022 soprattutto per chi non vuole rinunciare al DNA da pista anche in città. Compagno ideale per il tragitto casa-lavoro, senza disdegnare qualche gita fuori porta, lo scooter firmato Kymco è dotato di un motore monocilindrico da 400cc da 33,9 CV e una ciclistica con forcella a doppia da piastra da 41 mm, oltre che da un vano sottosella capace di ospitare un casco integrale.

Sym Maxsym 400

Sym Maxsym 400
Sym Maxsym 400 – Foto credits Sym press

Tra i migliori scooter 400 2022 c’è anche Sym Maxsym 400 che offre quantità e prezzo contenuto, due caratteristiche che ne fanno uno dei mezzi preferiti dagli appassionati delle due ruote. La sella non altissima da terra rende le manovre semplici anche in mezzo al traffico e con i suoi 34 CV offre uno dei motori più brillanti della categoria.

Piaggio Beverly 400

Piaggio Beverly 400
Piaggio Beverly 400 – Foto credits Piaggio media

Rientra tra i migliori scooter 400 del 2022 anche Piaggio Beverly, un evergreen a due ruote. Omologato Euro 5 e con un motore capace di erogare 35,4 CV di potenza, questo scooter può vantare un display digitale e connesso, l’avviamento Keyless e il controllo di trazione di cui il Piaggio Beverly è stato un precursore essendone dotato addirittura dal 2012. Il sottosella, inoltre, è abbastanza capiente ed è in grado di contenere due caschi jet.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti