Moto più veloci al mondo, la classifica dei bolidi a due ruote

Quali sono le moto più veloci del mondo? Tra nomi storici e qualche novità, ecco i bolidi a due ruote capaci di sfiorare, e in qualche caso, superare il muro dei 300 km/h

Suzuki Hayabusa

Suzuki Hayabusa - Foto credits Suzuki press

Le moto più veloci al mondo sono quelle che fanno vibrare il cuore e l’anima, non solo l’asfalto. Veri e propri bolidi a due ruote capaci di raggiungere i 300 km/h, una velocità che fino a qualche decennio fa sembrava impensabile: poi con l’arrivo delle grandi classiche giapponesi come Honda, Kawasaki e Suzuki e il “Gentlemen’s Agreement” che di fatto limitava la velocità a 299 km/h la grande corsa al record si è un po’ arrestata. Non per questo, però, le moto più veloci del mondo hanno smesso di esserlo superando, a volte, anche la fatidica soglia dei 300 km/h. Ma quali sono le moto più veloci al mondo attualmente? Ecco una classifica dei bolidi a due ruote.

Ducati Superleggera V4

Ducati Superleggera V4
Ducati Superleggera V4 -Foto credits Ducati media

Il viaggio nelle moto più veloci del mondo parte dall’Italia con la Ducati Superleggera V4. Una moto tra le più desiderate non solo per il fascino che esercita la casa di Borgo Panigale, non soltanto per il suo colore rigorosamente rosso, ma anche per le prestazioni che è in grado di fornire grazie al suo motore da 234 CV che consente alla moto di sfiorare i 300 km/h seppur limitati elettronicamente. Prodotta in soli 500 esemplari e con un costo di circa 100 mila euro, la Ducati Superleggera V4 rientra a pieno diritto nella moto più veloci del mondo.

Honda CBR1000RR-R Fireblade SP

Honda CBR1000RR-R Fireblade SP
Honda CBR1000RR-R Fireblade SP – Foto credits Honda press

Il Giappone è da sempre la patria delle due ruote sportive tanto che alcune delle moto più veloci al mondo arrivano proprio dal paese del Sol Levante. Appartiene a queste anche la Honda CBR1000RR-R Fireblade SP, bolide prodotto in appena 300 esemplari che grazie ai suoi 217 CV può raggiungere la velocità, limitata elettronicamente, di 300 km/h coprendo lo 0-100 in 3 secondi. Il prezzo, circa 100 mila euro, potrebbe spaventare ma è la cifra da pagare per sedere su una delle moto più veloci del mondo.

Yamaha YZF R1M

Yamaha YZF R1M
Yamaha YZF R1M -Foto credits Yamaha press

Ancora una giapponese tra le moto più veloci al mondo. Si tratta della Yamaha YZF R1M, bolide da 200 CV tondi tondi per uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 3,3 secondi accelerando fino a sfiorare il muro dei 300 km/h. Una moto da appassionati veri, ancora un po’ di nicchia per il grande pubblico, ma senza dubbio una delle più veloci del mondo.

Suzuki Hayabusa

Suzuki Hayabusa
Suzuki Hayabusa – Foto credits Suzuki press

Basta il nome, Suzuki Hayabusa, per far venire i brividi. Giunta alla sua terza generazione, quella dedicata al falco pellegrino, l’animale più veloce del mondo, la moto è un vero e proprio mito per gli amanti delle due ruote: motore da 190 CV, velocità massima limitata a 299 km/h e uno 0-100 coperto in 3,2 secondi. Tutte caratteristiche che, insieme al fatto di aver fatto da apripista alla guerra della velocità tra le grandi marche giapponese, la rendono, oltre che una delle moto più veloci al mondo, un vero e proprio per gli appassionati.

MV Agusta Rush 1000

MV Agusta Rush 1000
MV Agusta Rush 1000 -Foto credits MV Agusta press

La MV Agusta deve la sua fama ai successi nel mondiale di motociclismo grazie a Giacomo Agostini, ma non solo. La casa di Schiranna, infatti, è famosa anche per aver prodotto alcune delle moto più veloci al mondo come la MV Agusta Rush 1000 realizzata in soli 300 esemplari, venduti a un prezzo che parte da 38.300 euro. Una cifra giustificata dalle prestazioni ottenute grazie ai 208 CV del motore che spinge la moto a superare, seppur di poco, i 300 km/h.

Aprilia RSV4 1100 Factory

Aprilia RSV4 1100 Factory
Aprilia RSV4 1100 Factory -Foto credits Aprilia press

Direttamente derivata dall’esperienza nel mondiale Superbike, Aprilia RSV4 1100 Factory non ha bisogno di presentazioni essendo di diritto non solo tra le moto più veloci del mondo, ma anche tra le più famose tra il grande pubblico. Merito dei suoi successi, ma anche del suo motore da 216 CV che porta la due ruote di Noale ad accelerare da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi fino a raggiungere la velocità massima di 304 km/h.

BMW M 1000 RR

BMW M 1000 RR
BMW M 1000 RR – Foto credits BMW press

Dall’Italia alla Germania, ma sempre in Europa. A cercare di contrastare il dominio giapponese, infatti, c’è anche BMW M 1000 RR, moto che può vantare una potenza pari a 212 CV che porta il bolide della casa tedesca a toccare la velocità massima di 305 km/h scattando da ferma ai 100 km/h in appena 3,1 secondi. Il prezzo, pari a 33.800 euro, può spaventare ma sedere su una delle moto più veloci al mondo ha il suo prezzo.

Hypersport HS

Hyperport HS
Hyperport HS – Foto credits Damon Facebook

Tra le moto più veloci del mondo c’è anche un’elettrica. Specchio dei tempi che cambiano, progresso che avanza ma la Hypersport HS rientra di diritto tra i bolidi a due ruote grazie alle sue 200 mp/h – circa 320 km/h – che la proiettano nell’Olimpo della velocità per effetto dei suoi 200 CV che portano la moto ad accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3 secondi.

Kawasaki Ninja H2R

Kawasaki Ninja H2R
Kawasaki Ninja H2R -Foto credits Kawsaki press

La moto più veloce del mondo è senza dubbio la Kawasaki Ninja H2R. A stabilirlo senza possibilità di smentita c’è anche il record, messo a segno da Kenan Sofuoglu quando, in sella alla verdona giapponese, è riuscito a toccare i 399 km/h sul ponte Ozman Gazi sfruttando a pieno i 310 CV forniti dal motore. Un record impressionante che fa della moto giapponese la più veloce al mondo.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti