Moto sportive 2023, i migliori modelli sul mercato

Le moto sportive sono quelle che scaldano il cuore dei motociclisti, due ruote capaci spesso di emozionare grazie a prestazioni fuori dal comune rendendole le più desiderate da qualunque appassionato. Tra le novità moto dell’anno, infatti, le sportive hanno sempre un ruolo speciale proprio per la loro capacità di lasciare senza parole.

Quasi tutte le grandi case hanno nel loro listino almeno una moto sportiva anche se, almeno negli ultimi anni, sono sempre meno coloro che scelgono questo tipo di veicolo preferendo altri modelli come le naked. Ma quali sono le migliori moto sportive 2023? Ecco una selezione dei modelli disponibili sul mercato tra novità, nomi storici e grandi ritorni.

Ducati Panigale V4

Ducati Panigale V4
Ducati Panigale V4 – Foto credits Ducati press

Quando si parla di moto sportive non si può non partire da Ducati, casa italiana che, forte anche dell’esperienza pluriennale in MotoGP, rappresenta il top tra le due ruote. Tra le novità 2022 del marchio trovano posto diversi modelli che hanno deciso di rifarsi il look ma tra tutte quella che spicca è senza dubbio Ducati Panigale V4 2022, che si presenta agli occhi del mondo con una nuova carena, nuova forcella, nuova elettronica e un motore che arriva a 215 CV.

Una moto nata per regalare emozioni in pista e fuori e che può vantare alcune novità derivate direttamente dall’impeno Ducati nei mondiali di velocità come le ali, più piccole ma ugualmente efficaci, è l’ergonomia della moto che cambia grazie a sella e serbatoio regalando una posizione di guida ancora più confortevole anche alle alte velocità.

Suzuki Hayabusa GP Edition

Suzuki Hayabusa GP Edition
Suzuki Hayabusa GP Edition – Foto credits Suzuki press

Poteva non esserci, tra le migliori sportive del 2023, una tra le moto più veloci del mondo? La risposta è no. Suzuki, infatti, ha deciso di dare una nuova vita a uno dei suoi modelli cult, ossia Suzuki Hayabusa, rilasciando la versione GP Edition con livrea che riprende le moto che hanno corso il mondiale MotoGP. Le tinte sono utilizzate per la cornice inferiore del faro, per le griglie sui fianchi della carenatura, per la porzione del codone che circonda la sella e per gli adesivi sulle ruote. Vero e proprio fiore all’occhiello di questa GP Edition è un doppio terminale di scarico omologato Akrapovic.

Invariata, poi, la scheda tecnica che prevede il quattro cilindri da 1.340 cc, 190 Cv di potenza massima a 9.700 giri/min e 150 Nm di coppia a 7.000 giri/min a spingere il modello alla velocità massima limitata a 299 km/h e uno 0-100 coperto in 3,2 secondi.

Damon Hyper Fighter

Damon Hyper Fighter
Damon Hyper Fighter – Foto credits Facebook Damon

Chi l’ha detto che una moto sportiva non può essere anche a zero emissioni? La classica eccezione è rappresentata da Damon Hyper Fighter, moto elettrica che non ha nulla da invidiare alle sue cugine più “classiche”. Linee da sportiva e DNA da corsa sono gli elementi che caratterizzano il modello, presentato al CES di Las Vegas, disponibile per ora solo negli Stati Uniti ma che potrebbe arrivare a breve anche sul mercato italiano.

Una moto curata nei dettagli e che può vantare una grande dotazione tecnologica, con il sistema Copilot che assicura una guida sicura anche quando si è al limite, e il motore da 147kW e 200CV che spingono la moto fino alla velocità massima di 273 km/h. La batteria, infine, è da 20 kWh con un’autonomia stimata di 235 km con una singola ricarica.

Norton V4SV

Norton V4SV
Norton V4SV – Foto credits Norton press

Dopo una gestazione complicata il progetto Norton V4SV può finalmente vedere la luce offrendo al mercato una delle moto sportive più attese degli ultimi anni. La superbike inglese, infatti, presentata inizialmente nel 2018 ma poi passata per i problemi economici del marchio, sfociati nel fallimento nel 2020, è ora pronta a mostrarsi con serbatoio e carrozzeria in fibra di carbonio, mentre telaio e forcellone sono in alluminio.

Il motore, invece, un V4 da 1.200 cc con una potenza di oltre 187 CV a 12.500 giri e 125 Nm di coppia a 9.000 giri. Il quadro strumenti è digitale, con uno schermo TFT da 6 pollici, e la dotazione elettronica prevede tre diverse modalità di guida, quickshifter, sistema keyless e piattaforma inerziale per consentire un controllo di trazione sensibile all’angolo di piega.

MV Agusta F3 RC

MV Agusta F3 RC
MV Agusta F3 RC – Foto credits MV Agusta media

Una lunga storia di corse e successi quella di MV Agusta che, per il 2023, sfodera una nuova supersport con anima racing come F3 RC. Con un motore a tre cilindri, 4 tempi, 12 valvole e una cilindrata totale di 798 cm³ la nuova MV Agusta F3 RC Ã¨ il modello più sportivo del reparto corse.

Oltre alla riduzione degli attriti, fondamentale per ottenere un’efficienza superiore, la nuova F3 RC vanta gli iniettori ad alta pressione, il radiatore biflusso e l’impianto di scarico interamente riprogettato. Novità che si affiancano ai contenuti tecnologici peculiari del progetto, che includono le valvole in titanio e l’albero motore controrotante. Questa nuova versione, inoltre, propone anche nuovi comandi al manubrio per abilitare la funzione di launch control.

Yamaha R1

Yamaha R1
Yamaha R1 – Foto credits Yamaha press

Un nome, una garanzia. La Yamaha R1 Ã¨ una delle motociclette più veloci, potenti e affidabili sul mercato, tutte caratteristiche che la rendono una delle migliori moto sportive anche per il 2023. Lo straordinario motore crossplane Euro 5 a 4 cilindri da 998 cc discende direttamente della M1, mentre la scocca aerodinamica deve molto allo studio effettuati sulla gran parte delle piste del mondo.

Dal punto di viste della tecnologia, poi, l’elettronica intelligente della R1, con il suo acceleratore ride-by-wire, il Launch Control System (LCS), la gestione del freno motore (EBM), il Brake Control (BC) è un valore aggiunto a uno dei modelli che hanno scritto la storia delle moto sportive.

BMW 1000 RR

BMW M 1000 RR
BMW M 1000 RR – Foto credits BMW press

Non solo auto per BMW, ma anche moto sportive di grande pregio come BMW 1000 RR, due ruote con la quale la casa tedesca ha deciso di alzare l’asticella creando addirittura una serie limitata per festeggiare i 50 anni della propria divisione sportiva.

Come per le auto, il pacchetto “M Performance” sottolinea una vocazione sportiva da esaltare con il motore 4 cilindri che arriva fino a 212 CV a 14.500 giri, mentre il peso scende ad appena 192 kg. A rendere ancora più estremo il concetto “racer”, poi, ecco alcuni dettagli da non sottovalutare come un inedito pacchetto aerodinamico, esaltato dalle alette e dal cupolino rialzato, un forcellone più leggero in alluminio anodizzato argento, il codice di sblocco per il GPS contagiri M e la catena M Endurance.

Kawasaki Ninja ZX-10R

Kawasaki Ninja ZX-10R
Kawasaki Ninja ZX-10R – Foto credits Kawasaki press

Lanciata sul mercato nella seconda metà del 2021, Kawasaki Ninja ZX-10R è una delle moto sportive più desiderate, sfruttando un nome storico del mercato a due ruote, tra i motociclisti che nel 2022 l’hanno incoronata come una delle migliori presenti sul mercato. Tutto nuovo il frontale con il cupolino dominato dalla bocca che alimenta l’airbox e le nuove “winglets”, le appendici aerodinamiche per aumentare la deportanza all’enteriore mentre la coda è più affusolata.

Leggere modifiche, invece, al più che consolidato quattro cilindri con un nuovo radiatore separato per il raffreddamento dell’olio (preso dalla Superbike), piccole modifiche ai collettori di scarico e catalizzatori riposizionati per passare l’esame Euro 5. Confermate, infine, potenza e coppia con 203 CV a 13.200 giri per la sportiva giapponese.

Aprilia RS 660 Extrema

Aprilia RS 660 Extrema
Aprilia RS 660 Extrema – Foto credits Aprilia press

Tra le migliori moto sportive dell’anno rientra anche un nome che ha fatto la storia, ma in versione rinnovata e super potente: si tratta di Aprilia RS 660 Extrema, un nome che omaggia la sportivissima Aprilia 125 Extrema – la due tempi ottavo di litro prodotta fra il 1992 e il 1994 – portandola all’estremo.

Telaio in alluminio e motore bicilindrico in linea a fasatura irregolare da 100 cavalli di potenza, grazie a una nuova componentistica di serie la RS 660 Extrema pesa solo 166 kg a secco, grazie anche al leggero impianto di scarico omologato di SC Project, con terminale in carbonio sul lato destro della moto. A completare la dotazione elettronica, già di serie sulla RS 660, ecco poi traction control regolabile, ABS cornering, engine brake, mappe motore, wheelie control. Inoltre la RS 660 Extrema è infine dotata del software che consente di settare il cambio quick shift in configurazione rovesciata, una soluzione ideale per girare in pista.

Suzuki GSX-R1000R

Suzuki GSX R1000R
Suzuki GSX R1000R – Foto credits Suzuki press

Tra le moto sportive quelle giapponesi riscuotono sempre un grande successo. E tra queste una delle migliori è senza dubbio Suzuki GSX R1000R; nonostante sia stata sul podio delle più scelte per tutti il 2021, la racer nipponica si conferma anche per il 2022 una delle migliori in circolazione combinando un motore potente ed un telaio ben bilanciato.

Derivata dal progetto MotoGP, Suzuki GSX R1000R può contare su un motore capace di sprigionare 204 Cv per 203 Kg, che sviluppano una velocità massima di 299,9 km/h. Inoltre, c’è anche il modello speciale nato per festeggiare il 100° anniversario con una nuova livrea chiamata “Legend Edition”.