Moto sports tourer 2022, i migliori modelli da viaggio sul mercato

Lo moto sports tourer sono mezzi ottimi per il turismo, destinati a chi ha voglia di viaggiare in comodità. Ecco quali sono le migliori sul mercato

Moto Guzzi V110 Mandello

Moto Guzzi V110 Mandello - Foto credits Moto Guzzi media

Le moto sports tourer sono mezzi nati per il viaggio, offrendo massima comodità e garantendo prestazioni elevate pur non arrivando ai livelli delle sportive. La loro forza, infatti, sta nell’essere mezzi ottimi per fare turismo, comodi e eclettici ma che hanno prestazioni dinamiche motoristiche di primo piano prestandosi così a diversi usi.

Ma quali sono le moto sports tourer migliori sul mercato 2022? Ecco le novità moto e i modelli da scegliere sul mercato.

Ducati Multistrada V4 Pikes Peaks

Ducati Multistrada V4 Pikes Peaks
Ducati Multistrada V4 Pikes Peaks – Foto credits Ducati press

Non poteva certo mancare Ducati tra le migliori moto sports tourer 2022; la casa italiana, infatti, ha può vantare la nuova Ducati Multistrada V4 Pikes Peak, due ruote che si presenta con linee estreme ma al contempo raffinate. Confermatissimo il motore – il 4 Granturismo di 1.158 cc, in grado di erogare 170 CV a 10.500 giri/min e 125 Nm a 8.750 giri/min – mentre sono nuove le sospensioni Öhlins Smart EC 2.0. 

Le ruote, invece, sono firmate Marchesini forgiate in alluminio mentre l’elettronica accoglie la mappa Race e un quickshifter pensato per consentire scalate più aggressive. 

Moto Guzzi V100 Mandello

Moto Guzzi V100 Mandello
Moto Guzzi V100 Mandello – Foto credits Moto Guzzi press

Una delle moto sports tourer che ha avuto il potere di suscitare interesse è stata senza dubbio Moto Guzzi V100 Mandello. Un progetto totalmente inedito, una novità assoluta per la casa italiana che monta un motore bicilindrico a V trasversale di 90° da 1.042 cc da 115 CV e più di 105 Nm di coppia massima. La trasmissione invece – come da tradizione Guzzi – è affidata al cardano che in questo caso è un monobraccio in alluminio completamente nuovo. 

Moto Guzzi V100 Mandello, però, vanta anche una ciclistica particolarmente interessanti con sospensioni semiattive Ohlins Smart EC 2.0 (solo per la versione più ricca), impianto frenante Brembo e un interasse contenuto in appena 1.486. Il comparto elettronico, poi, è dotato di piattaforma inerziale a sei assi, la quale gestisce quattro riding mode Viaggio, Sport, Strada e Pioggia. 

Honda CB500X

Honda CB500X
Honda CB500X – Foto credits Honda press

C’è anche Honda nell’affollato segmento delle moto sport tourer 2022 con la sua entry level, Honda CB500X, che per il nuovo anno accoglie diverse novità, specialmente sul fronte della ciclista con una nuova forcella Showa SFF-BP da 41 mm, un forcellone e delle ruote più leggere, nuovi dischi freno anteriori da 296 mm e pinze Nissin ad attacco radiale. 

Invariato, invece, il motore con il bicilindrico parallelo da mezzo litro che vede l’arrivo di una nuova mappatura, utile per migliorare l’erogazione del mezzo confermando così la moto giapponese tra le migliori della sua categoria.

Kawasaki Ninja H2 SX SE

Kawasaki Ninja H2 SX SE
Kawasaki Ninja H2 SX SE – Foto credits Kawasaki media

Kawasaki, il colosso giapponese a due ruote, entra nel mondo delle moto sports tourer 2022 con Kawasaki Ninja H2 SX SE, prima moto di Akashi – e prima moto giapponese – a essere equipaggiata con il radar, in questo caso presente sia davanti sia dietro e che permette l’attivazione del cruise control adattivo, dell’avviso per il rischio di collisione e del blind spot detection. 

Tra le novità della moto giapponese, però, non c’è solo il radar ma anche il nuovo TFT da 6,5” (che consente anche la connessione con lo smartphone), il sistema keyless per accendere la moto senza chiavi e il sistema di misurazione della pressione degli pneumatici. Rispetto al modello precedente, poi, c’è anche una nuova taratura delle sospensioni semiattive con il motore che rimane il quattro in linea da 998 cc a 200 CV e 137,3 Nm di coppia massima.

BMW K1600 GT

BMW K1600 GT
BMW K1600 GT – Foto credits BMW press

Modello da viaggio per eccellenza, anche BMW K1600 GT – dove la sigla finale sta ad indicare la sua vocazione Gran Turismo – rientra nell’affollato mondo dello moto sport tourer 2022. Una moto unica nel suo genere a partire da sei cilindri in linea BMW, il più stretto mai prodotto in serie, che vanta una cilindrata è di 1649 cm3 con raffreddamento ad acqua/olio e con quattro valvole per cilindro da 160 CV a 6.750 giri/minuto e una coppia, che passa da 175 a 180 Nm a 5.250 giri.

Il telaio, invece, rimane il doppio trave a culla aperta in alluminio, con sospensioni elettroniche autolivellanti Dynamic ESA Next Generation mentre fa parte della dotazione tecnologica il nuovo display a colori TFT da 10,25” che permette di visualizzare la mappa di navigazione sul quadro strumenti con l’app BMW Motorrad Connected che consente l’interazione tra smartphone e strumentazione con interessanti funzioni aggiuntive, come la registrazione dei tragitti o la visualizzazione delle statistiche e delle informazioni di guida, con i percorsi registrati che possono anche essere condivisi direttamente con altri motociclisti attraverso la Rever Community.

KTM 1290 Super Duke GT

KTM 1290 Super Duke GT
KTM 1290 Super Duke GT – Foto credits KTM press

Regina del cross, KTM ha dimostrato di essere capace di dire la propria anche in altri segmenti: è il caso di KTM 1290 Super Duke GT, moto sports tourer che si caratterizza per un bicilindrico a V di 75° che, nell’aggiornamento 2022, si adegua alle più stringenti normative Euro-5 mantenendo però la potenza e coppia massime di 175 CV e 141 Nm.  

Novità dal punto di vista della tecnologia con l’arrivo di un’untà TFT da 7″ che semplifica il controllo delle varie funzionalità elettroniche attraverso il nuovo joystick. Di serie, poi, ci sono anche la frenata con gestione cornering del sistema ABS e le manopole riscaldate.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti