Controllo punti patente: verifica e saldo punti

Avete preso una multa e volete sapere come vedere i punti patente rimasti? Oppure siete ligi alle regole e volete fare una verifica di quanti punti sulla patente abbiate accumulato? Scopriamo come fare controllo punti patente: verifica e saldo punti.

da , il

    Controllo punti patente: verifica e saldo punti

    Il controllo punti patente, con tanto di verifica e saldo punti, è un’operazione che dovrebbe essere ben chiara ad ogni automobilista. Ci sono automobilisti più o meno rispettosi del Codice della Strada, ma in ogni caso è sempre bene avere presente quanti punti sulla patente si abbiano. Del resto tutti conosciamo bene la patente a punti, che oramai ci accompagna già da oltre 14 anni nella guida di tutti i giorni.

    In Italia la patente a punti è stata istituita dalla legge n. 214 dell’1/8/2003: questa norma ha introdotto l’articolo 126 bis al Codice della Strada, in cui si fissano tutte le regole del caso e la regolamentazione del saldo punti patente.

    Controllo punti patente: ecco come vedere i punti sulla patente

    Come faccio a sapere quanti punti ho sulla patente? Al di là dei vari calcoli dei punti patente, che comunque richiedono un po’ di memoria delle eventuali sanzioni subite o degli anni senza multe, verificare i punti patente è semplice e immediato. Il controllo punti patente è gratis nella maggior parte dei modi, quindi vi consigliamo di sfruttare gli strumenti gratuiti dato che il risultato sarà il medesimo.

    Come vedere i punti della patente online

    Controllo punti patente

    Un primo metodo veloce ed efficace per vedere i punti patente in proprio possesso è il sito del Portale dell’Automobilista. Andando su il Portale dell’Automobilista, sezione saldo punti patente, potrete facilmente verificare i punti patente online, dal vostro pc o laptop. Sarà semplicemente necessaria la registrazione al sito, gratuita, per permettervi di accedere a tante informazioni utili.

    Controllo punti patente: Come sapere i punti della patente tramite App

    Controllo punti patente

    Un’alternativa per come fare controllo punti della patente può essere quella dell’app ufficiale del Portale dell’Automobilista, iPatente. Si tratta di un’applicazione gratuita per smartphone e tablet, che replica tutte le funzionalità del sito, tra cui per l’appunto anche quella che ci dice quanti sono i punti della patente al momento.

    Numero per sapere punti patente: come verificare i punti della patente al telefono

    In alternativa, se volete un metodo più rapido e veloce per sapere i punti patente attualmente in vostro possesso, potete anche chiamare l’apposito numero dedicato. Nonostante siano in tanti a chiedere un controllo punti patente con numero verde, dobbiamo dirvi che in questo caso si tratta di un numero a pagamento (numero telefonico per punti patente: 848.782782). Il numero verde per punti patente non esiste, ma non disperatevi: la tariffa è quella di una chiamata urbana e tra i metodi per come sapere i punti patente è sicuramente il più immediato. Questo servizio automatico è sempre attivo ma è il numero si può chiamare solo da un telefono fisso. Il numero per punti patente da cellulare non c’è, ma potete sfruttare l’utile app al suo posto.

    Alla chiamata vi risponderà una voce registrata del servizio informazioni del Ministero delle Infrastrutture. Come controllare i punti patente? Basterà digitare prima la propria data di nascita (2 cifre per il giorno, 2 cifre per il mese e 4 cifre per l’anno), poi digitare il numero della propria patente, seguito dal tasto cancelletto #. Dobbiamo solo mettere i caratteri numerici del nostro numero di patente. L’operazione vi richiederà al massimo un paio di minuti.

    A questo punto, quindi, avrete capito che conoscere i punti patente è facile oltre che utile.

    Controllo punti patente: come funziona il sistema della patente a punti?

    Controllo punti patente

    Non è un gratta e vinci, qui si può solo perdere. Quando la legge è entrata in vigore, tutte le persone registrate nell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida (e tutti coloro che hanno conseguito la patente da quel momento in poi) hanno ricevuto un accredito di 20 punti. Di conseguenza il numero di punti patente di base è proprio venti: da quel momento in poi il numero cambierà, in positivo se non commettiamo infrazioni, o in negativo se ci vengono fatte delle multe che prevedano la decurtazione di punti patente.

    Quando l’automobilista incorre in una sanzione per la quale è previsto che vengano scalati dei punti della patente (potete trovare l’elenco dettagliato di quali sanzioni prevedano quale ammontare di punti scalati sul sito della Polizia di Stato), a quel punto vedrà calare il numero totale di punti patente. Ad esempio quanti punti patente in caso di semaforo rosso? E’ prevista la decurtazione di 6 punti in caso normale, o 12 in caso di guidatore neopatentato. Per i neopatentati, nei primi tre anni ad ogni violazione i punti persi vengono raddoppiati.

    Ma ovviamente se siete ligi alle regole, non solo non avrete dei punti scalati, ma in più vi verranno dati dei bonus ogni due anni. Ogni due anni nei quali non prendete multe vi verranno “regalati” 2 punti. Sapendo questo, infatti, è anche semplice il calcolo punti patente: ad esempio se ho preso la patente 5 anni fa e non ho mai commesso infrazioni, quanti punti ho sulla patente? In questo caso la verifica punti patente è semplicissima: avremo 20 punti di base, più 2 punti dopo i primi due anni senza infrazioni e altri 2 punti nei due anni successivi. Totale 24 punti.

    Dal 13 agosto 2010, inoltre, per i neopatentati (con titolo conseguito da meno di tre anni) è stato introdotto un ulteriore meccanismo premiale. Nel caso non vengano commesse violazioni che prevedono decurtazione di punti, verrà attribuito sul loro saldo punti patente un punto ogni anno, fino ad un massimo di tre.

    Massimo punti patente

    A questo punto dobbiamo solo più precisare che i punti patente massimo possono arrivare a 30, nel caso siate degli automobilisti modello. I punti massimi patente sono quelli, oltre quella cifra non si può andare, anche se non avete mai preso una multa in vita vostra.

    E se arrivo a zero punti? Recupero punti patente, ecco come funziona

    Controllo punti patente

    Se le violazioni proseguono e i punti scendono fino a zero, il titolare di quella patente ha trenta giorni di tempo per sottoporsi alla procedura di revisione della patente. Questo significa che deve sostenere e superare un nuovo esame di abilitazione alla guida, al termine del quale gli verranno accreditati 20 nuovi punti. In caso contrario la patente viene sospesa a tempo indeterminato, fino a quando tale esame non venga superato.

    Le regole per la revisione della patente sono fissate dall’articolo 128 del Codice della Strada.

    Nel caso in cui non siete arrivati a 0 punti, ma vi trovate pericolosamente vicino allo zero, potete comunque recuperare punti patente. Come recuperare i punti della patente? Basterà frequentare volontariamente un apposito corso di aggiornamento organizzato dalle autoscuole o da altri soggetti abilitati dal Ministero dei Trasporti. Al termine del corso recupero punti patente si sostiene un esame che permette di recuperare 6 punti. La durata dei corsi è di 12 ore per le patenti A e B, 18 ore per le patenti C, D, CE, DE, KA, KB.

    Perdita punti patente: a chi vengono scalati?

    I punti vengono tolti a chi è al volante al momento dell’infrazione. Se si viene fermati da una pattuglia, l’agente intesta e consegna il verbale al conducente. Se la violazione viene accertata da sistemi automatici (autovelox e compagnia bella), il verbale viene spedito all’indirizzo del proprietario del veicolo (o al rappresentante legale della società a cui è intestato) con l’apposito modulo decurtazione punti patente. Il proprietario ha 30 giorni di tempo per comunicare all’organo di polizia che ha accertato l’infrazione dati personali e della patente di chi guidava il veicolo in quel momento. Se non viene fatta questa comunicazione, il proprietario dovrà pagare una multa da 286 a 1.142 euro, ma non perderà punti sulla propria patente.

    Ricordatevi che esiste il reato di sostituzione di persona: è reato comunicare nominativi falsi.