Vespa, l'icona delle due ruote diventa un'opera d'arte

Una mostra ripercorre la storia del mito italiano a due ruote attraverso 30 opere d'arte esposte al Museo Piaggio

Vespa, l'icona delle due ruote diventa un'opera d'arte

Vespa, l'icona delle due ruote diventa un'opera d'arte

La Vespa è senza dubbio un mito delle due ruote, un’icona senza tempo capace di essere protagonista della storia industriale del paese, simbolo indiscusso di stile, progresso e design italiano in tutto il mondo tanto da essere sposta anche al MoMa di New York.

L’ennesimo riconoscimento della sua grandezza stavolta arriva dal Museo Piaggio di Pontedera dove Stefano Berardino, il giovane artista piemontese appassionato di motori che ha fatto delle due e quattro ruote i soggetti artistici della sua intera produzione pittorica, sarà protagonista dal 22 ottobre al 13 gennaio #THATSMOTORINGART al MuseoPiaggio di una mostra chiamata “Le Icone del Made in Italy”.

Una mostra dedicata alla Vespa

L’esposizione di compone di una trentina di opere, dipinte ad olio o acrilico in un rigoroso stile grafico che strizza l’occhio alla Pop Art, su uno sfondo materico spesso impreziosito da sabbia e polvere di quarzo. I dipinti, tutti di grandi dimensioni, raccontano la Vespa come in una vera e propria “sfilata”: dagli eleganti modelli degli anni Cinquanta e Sessanta fino alle sue declinazioni più contemporanee in un viaggio negli anni scandito dall’icona senza tempo rappresentata appunto da Vespa.

Il tutto in mezzo ai modelli unici esposti da questo vero e proprio tempio della storia della mobilità e dello stile italiani. Una storia a cui Berardino dedica un omaggio nelle tele dedicate ad altri prodotti Piaggio, come la piccola automobile prodotta in Francia negli anni ’50 (la Vespa 400) e l’amatissimo tre ruote Ape, senza dimenticare il comparto motociclistico, con quattro opere dedicate alla lunga storia di Moto Guzzi, che da poco ha celebrato i propri 100 anni di vita e di grandi successi.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti