Alfa Romeo Mito

Un po’ vecchiotta, ma ancora bella da guidare

18
Alfa Romeo Mito 2016
  • N.D.
  • 16.050 - 24.850 €
  • 2.8 - 10.6 L/100KM
  • 4 - 5
  • Da 247 a 950 L
Nata nel 2008, l’Alfa Romeo MiTo è un’utilitaria a tre porte dal temperamento sportivo che nasce dalla base della vecchia Fiat Grande Punto. Il nome fa riferimento alle città di Milano e Torino per indicare la sinergia fra i due marchi, ma anche il luogo di produzione (Mirafiori). Sottoposta all’ultimo restyling nel 2016, dove è stato introdotto il nuovo logo del biscione, l’Alfa Romeo MiTo ha interni spaziosi solo davanti, con l’omologazione per cinque ottenibile a pagamento. Non male invece il bagagliaio con i suoi 270 litri dichiarati. I motori dell’Alfa Romeo Mito sono: il bicilindrico a benzina TwinAir da 900 cm³ che eroga 105 cavalli, gli altri invece sono dei quattro cilindri il diesel 1.3 Multijet da 90 o 95 cv, il 1.4 aspirato da 78 cv oppure sovralimento da 139 oppure 170 cv. Infine c’è pure una bi-fuel a GPL con il 1.4 Turbo che eroga 120 cv. La trazione è anteriore, il cambio è un manuale a cinque rapporti (tranne TwinAir che ne ha sei), oppure automatico a doppia frizione TCT a sei rapporti di serie per le 1.4 Turbo MultiAir da 139 e 170 cv. Non presente una versione a cinque porte, l’Alfa Romeo MiTo esiste solo a tre. I Prezzi partono da 18.450 euro per la versione a benzina, per il diesel il listino parte da circa 1000 euro in più. Propulsori 1.4 benzina e 1.3 diesel per neopatentati.

Versione consigliata

Un’Alfa Romeo MiTo in allestimento “Super” comprende nell’equipaggiamento il sistema di infotainment UConnect da 5”, cerchi in lega da 16”, cruise control, fendinebbia. Mentre sono optional il clima automatico bi-zona ed i sensori posteriori di parcheggio. Per chi volesse una MiTo esteticamente più cattiva può ordinare il pacchetto “Veloce“, comprensivo di spoiler sul tetto. Come motore il 1.3 Multijet da 90 cv, oltre ad essere guidabile dai neopatentati come il 1.4 da 78 cv, è quello che vanta i consumi più bassi della gamma. Anche se il miglior rapporto fra divertimento e costi di gestione lo dà il 1.4 Turbo da 120 cv alimentato a GPL, però così si riduce un po’ la capacità del baule.

PRO

  • Linea: le forme originali le hanno permesso di invecchiare bene
  • Guida: piacevole e sempre sicura grazie all’elevata tenuta di strada
  • Prestazioni: quelle offerte dal motore 1.4 turbo sono interessanti

CONTRO

  • Abitabilità posteriore: qui lo spazio per testa e ginocchia scarseggia
  • Cinque porte: versione non prevista, qualcuno potrebbe rimpiangerla
  • Prezzi: il listino è piuttosto salato e la MiTo non è certo una novità

SCHEDA TECNICA

I dati tecnici e le caratteristiche

MOTORI

Cambio manuale, automatico
Trazione anteriore
Coppia Massima 115/3.000 - 250/2.500 rpm

CONSUMI E EMISSIONI

Consumo urbano 4,2 - 10,6/100 km
Consumo extraurbano 2,8 - 6,5/100 km
Consumo medio 3,2 - 3,2/100 km

DIMENSIONI E MISURE

Tipo di carrozzeria Utilitaria
Lunghezza 4.063 mm
Passo 2.511 mm

PROVA SU STRADA

VIDEO

NEWS

MODELLI

Parole di Paride Lupo

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.