Suzuki S-Cross

Crossover tecnologico e avventuroso

10
Suzuki S-Cross 2017 Salone di Parigi 2016
  • N.D.
  • N.D.
  • 5.0 - 6.5 L/100KM
  • 5
  • Da 430 a 1.269 L
Ristilizzata nel 2016, la nuova versione del crossover Suzuki S-Cross appare più importante grazie alla nuova calandra cromata e alle nervature sul cofano, oltre che alle luci ora a LED. La novità più importante del restyling della S-Cross è il nuovo motore 1.0 tre cilindri turbo benzina da 111 CV, che equipaggia altri modelli recenti del costruttore giapponese. Il nuovo motore, che rappresenta l’entry level a benzina, si affianca al 1.4 quattro cilindri turbo benzina da 140 CV e al 1.6 turbo diesel da 120 CV. La Suzuki S-Cross 1.0 da 111 CV è abbinata alla trazione anteriore e al cambio manuale a 5 marce, mentre la 1.4 140 CV è solo a trazione integrale con cambio manuale a 6 marce, infine la diesel 1.6 può essere sia a trazione anteriore che integrale 4×4. Le motorizzazioni a benzina prevedono il cambio automatico sequenziale a 6 marce (1.500€ in più a parità di allestimento) e le diesel il cambio doppia frizione a 6 marce (+1.700€). La Suzuki S-Cross non ha dunque motori per neopatentati. Le dimensioni sono nella media delle C-SUV: la lunghezza è di 4.30m, alto 1.79m la larghezza e alto 1.58m. Lo stile della S-Cross è muscoloso, con un frontale con nervature sul cofano e una grande griglia cromata, fanali a LED che ammodernano l’auto. Gli interni sono quasi invariati rispetto al modello precedente, ad eccezione del sistema di infotainment, ereditato dalla sorella Baleno. All’interno, la Suzuki S-Cross ha spazio per tutti i cinque passeggeri, anche chi siede al centro non è troppo sacrificato poiché il tunnel centrale non è troppo sporgente. La qualità dei materiali è migliorata, offre la parte alta del cruscotto in plastica morbida e inserti color alluminio che spezzano la tonalità nera dell’abitacolo. Il bagagliaio ha la soglia un po’ alta da terra ma non presenta scalini. La capacità è buona con i 430 litri minimi che raggiungono i 1269 litri massimi. La Suzuki S-Cross (Easy) offre di serie cerchi in lega da 16”, ABS, ESP, start&stop, luci diurne a LED, hill hold control, volante con comandi e regolabile in altezza e profondità, radio CD, display multifunzione, limitatore di velocità, climatizzatore manuale e cruise control. L’allestimento intermedio Cool in più offre cerchi in lega di 17″, fari fendinebbia, fari full LED e luci posteriori a LED, climatizzatore automatico bizona, telecamera posteriore, keyless start. La versione Top aggiunge il navigatore e il cruise control adattivo. Gli optional, se non si considerano le versioni superiori, sono gli interni in pelle (1.643€), vernice metallizzata (650€), navigatore (1.062€) e sensori di parcheggio (189€).

Versione consigliata

La S-Cross può essere utilizzata tranquillamente come auto da città senza risultare impacciata date le dimensioni compatte e la possibilità di equipaggiarla con il 1.0 da 111 CV che vibra pochissimo e con lo start&stop (di serie) consuma anche meno (da 18.900€), indubbiamente nella guida urbana il cambio automatico affatica meno (disponibile con tutte le motorizzazioni). Chi vuole un po’ più spunto e trazione può optare per la 1.4 140 CV (da 24.490€), invece i grandi viaggiatori possono contare sulla versione 1.6 diesel 120 CV (da 24.190€) e magari aggiungere la trazione integrale che con gli pneumatici giusti non fanno impensierire la S-Cross su fondi a bassa aderenza. La versione migliore da scegliere risulta essere la Cool, che offre tutte le luci a LED e la telecamera posteriore.

PRO

  • Gamma: I motori (non troppi) per tutti i prezzi e le tasche, inoltre la possibilità di aggiungere la trazione integrale e il cambio automatico su quasi tutte le motorizzazioni è un plus.
  • Bagagliaio: Per le dimensioni dell’auto e il fatto che abbia spazio a sufficienza per tutti i passeggeri rendono la S-Cross un SUV cittadino adatto allo scopo.
  • Prezzi: L’auto nel complesso ha una dotazione completa a un prezzo onesto in fin dei conti.

CONTRO

  • Visibilità: I sensori optional non costano molto, ma è meglio aggiungerli se non si ha la telecamera posteriore, il lunotto è piccolo e i montanti sono spessi.
  • Plastiche: Come altre Suzuki, la qualità dei materiali è lasciata in secondo piano rispetto ad altri aspetti come sicurezza e dotazione tecnologica.
  • Doppia frizione: È disponibile solo per la versione turbo diesel 1.6 abbinata con la trazione integrale (da 28.090€).

SCHEDA TECNICA

I dati tecnici e le caratteristiche

MOTORI

Cambio manuale, automatico
Trazione anteriore, integrale
Coppia Massima 320/1750 rpm

CONSUMI E EMISSIONI

Consumo urbano 5.1 - 7.1/100 km
Consumo extraurbano 3.9 - 5.1/100 km
Consumo medio 4.2 - 4.2/100 km
Consumi reali 5.0 - 5.0/100 km

DIMENSIONI E MISURE

Tipo di carrozzeria Suv
Lunghezza 4.300 mm
Passo 2.600 mm
Larghezza con specchietti 1.765 mm

NEWS

MODELLI

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.