Che “Euro” è la tua auto? Informazioni utili sulla normativa antinquinamento

Che “Euro” è la tua auto? Informazioni utili sulla normativa antinquinamento
da in Auto Ecologiche, Auto nuove, Auto usate
Ultimo aggiornamento: Sabato 12/12/2015 12:16

    Con tutto il parlare che si è fatto in tema d’inquinamento, specialmente per via dello scandalo Dieselgate del gruppo Volkswagen, facciamo il punto sull’argomento. Caso Volkswagen a parte, è da almeno 10 anni oramai che viene data molta più importanza alle normative antinquinamento, con auto più vecchie che non vengono più ammesse nelle nostre strade. Insomma, la tematica delle emissioni e dell’inquinamento legato ai veicoli non è più lasciata al caso da diversi anni. Ecco, quindi, che è molto importante sapere come funziona e sapere di quale “Euro” sia la nostra auto oppure quella che vogliamo acquistare.

    Ford Focus 2015

    Facciamo una distinzioni tra le varie categorie all’interno della normativa antinquinamento “Euro”. Le vetture Euro 0, erano quelle costruite entro il 31/12/1992, divennero Euro 1 quelle utilizzate dopo il 1 gennaio 1993, la normativa era la 91/441/CEE, 91/542/CEE-A, 93/59/CEE. Dal 1991, infatti, la Comunità Europea per regolamentare le emissioni di inquinanti dei veicoli a motore ha emanato diverse direttive in base alle quali vengono individuate le categorie Euro 1 : nel 1993 le case costruttrici sono state obbligate ad adottare la marmitta catalitica e l’alimentazione ad iniezione.

    Erano Euro 2 le vetture immatricolate dopo il 1 gennaio 1997, normativa: 91/542/CE-B, 94/12/CEE, 96/1/CEE, 96/44/CEE, 96/69/CEE, 98/77/CE.

    Erano, invece, Euro 3, le auto immatricolate dal 1° gennaio 2001, che rispettano la seguente normativa: 98/69/CE, 98/77/CE-A, 1999/96/CE, 1999/102/CE-A, 2001/1/CE-A, 2001/27/CE, 2001/100/CE-A, 2002/80/CE-A, 2003/76/CE-A.

    Dal 1° gennaio 2006 è entrata in vigore la normativa Euro 4. I riferimenti sono: 98/69/CE-B, 87/77/CE-B, 1999/96/CE-B, 1999/102/CE-B, 2001/1/CE-B, 2001/27/CE-B, 2001/100/CE-B, 2002/80/CE-B, 2003/76/CE-B.

    Dal gennaio 2008, invece, si è passati all’Euro 5 con restrizioni più severe sia sui motori a benzina che su quelli diesel. I riferimenti sono i seguenti: 99/96 fase III, 2001/27 CE rif. 1999/96 Riga B2 oppure Riga C, 2005/78 CE rif. 2005/55 CE Riga B2 oppure riga C, 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2, 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 (ecol. migliorato).

    La normativa attualmente in vigore è la Euro 6, valida a partire dal 1° settembre 2015 per tutte le vetture nuove immatricolate dopo quella data. Tra le novità più sostanziali citiamo la riduzione fino a 80 mg degli ossidi di azoto e 170 mg quelle di THC e degli ossidi di azoto per motori diesel. Limiti molto severi da rispettare per i motori diesel, tanto che molte aziende hanno scelto di optare per la soluzione dell’iniezione di urea nel sistema di post-processo dei gas di scarico.

    Ovviamente tutte le auto sprovviste di marmitta catalitica non rispettano alcuna normativa Euro.

    Per scoprire di che “Euro” sia un’auto bisogna leggere il libretto di circolazione che, nelle auto costruite dal 1999, prevede apposita riga, V9, che chiarisce l’arcano mistero; mentre nei più vecchi c’era un’annotazione a parte con un allegato verde che esplicita quanto richiesto.

    499

    ARTICOLI CORRELATI