Alfa Romeo Giulietta vs BMW Serie 1: confronto tra compatte sportive [FOTO]

Alfa Romeo Giulietta vs BMW Serie 1

Alfa Romeo Giulietta vs BMW Serie 1

Continua a leggere

Continua a leggere

Questa volta ci occupiamo di un confronto tra berline compatte dalla chiara vocazione sportiva: Alfa Romeo Giulietta vs BMW Serie 1. Gli appassionati della casa dell’Elica potrebbero storcere il naso in questo paragone, considerando la BMW un gradino più in alto del costruttore italiano; allo stesso modo gli Alfisti potrebbero dire che la Giulietta è molto più bella e sportiva della rivale bavarese. Faziosità a parte, noi cercheremo di confrontare le due vetture in modo imparziale, in modo da evidenziare i pregi ed i difetti di entrambe e di decretarne la vincitrice del confronto. Si tratta in entrambi i casi di due automobili piuttosto recenti: la Giulietta è nata nel 2010 e la sua gamma è stata ampliata nel corso degli anni, mentre la BMW Serie 1 è stata completamente rinnovata nel 2011. Tra l’altro abbiamo avuto modo di provare su strada la Giulietta TCT 2.0 JTDm-2 di recente e vi consigliamo di dare un’occhiata all’articolo se desiderate maggiori informazioni. Andiamo, ora, a scoprirle più nel dettaglio.

Stile

Due vetture moderne, che però hanno riscosso qualche critica da parte del pubblico, specialmente la BMW. Infatti la nuova generazione della Serie 1 si mostra con uno stile che è sostanzialmente un’evolzione di quello della prima serie. Da un lato, quindi, non ci sono particolari innovazioni, tranne che nel frontale, dove troviamo dei gruppi ottici molto più grandi di quelli precedenti, che non sono piaciuti a tutti. Effettivamente sono un po’ poco proporzionati rispetto al resto del muso. Anche il posteriore è stato oggetto di qualche critica, specialmente riguardanti la scarsa originalità. Nel complesso, però, si tratta di un’auto abbastanza piacevole, che presto riceverà anche un restyling che ne modificherà proprio i gruppi ottici.

Continua a leggere

Continua a leggere

Dall’altra parte abbiamo l’Alfa Romeo, con le sue forme tanto gradite agli acquirenti italiani. In questo caso, oggetti delle critiche, è stata ancora una volta la porzione frontale della vettura. Curiosamente sono proprio i fanali a non essere piaciuti a tutti, troppo poco aggressivi a detta di alcuni, che rimpiangono ancora l’aggressività delle vecchie Alfa 159/Brera, firmate dalla matita di Giugiaro. Per il resto parliamo di un’auto molto bella e sportiveggiante, con forme pulite ed eleganti. Secondo il nostro giudizio, non per essere campanilisti, l’Alfa è più bella: uno a zero per l’italiana.

Interni

Gli interni dell’Alfa Romeo Giulietta sono piacevoli e dall’aspetto moderno, specialmente per quanto riguarda la plancia. Quest’ultima, tra l’altro, è realizzata con una gradevole plastica morbida al tatto e, come optional (o sulle versioni più ricche), spicca la modanatura orizzontale in alluminio spazzolato brunito capace di dare un’aria molto più elegante all’abitacolo. Belli anche i sedili, mentre lo spazio a bordo si dimostra adeguato, anche se qualche centimetro in più per chi siede dietro non sarebbe sgradito.

Continua a leggere

Continua a leggere

Dal punto di vista prettamente di design, la compatta bavarese ha un interno molto gradevole, con uno stile che richiama a quello dei modelli di fascia e segmento superiore. I materiali, tuttavia, potrebbero essere migliorabili, specialmente considerando il costo che viene richiesto dai concessionari BMW. Finiture ed assemblaggi sono curati, mentre per quanto riguarda lo spazio a bordo dobbiamo dire che anche in questo caso ci vorrebbe qualche centimetro in più per i passeggeri posteriori. Una bella parità in questo caso, dato che nessuna delle due riesce a spiccare sull’altra per qualche elemento in particolare: due ad uno per l’Alfa.

Dimensioni

Parlando di dimensioni, la Giulietta è lunga 4,35 metri, larga 1,80 ed alta 147 centimetri. Il passo è di 263 centimetri. Il bagagliaio ha una capienza nella media: si possono stivare fino a 350 litri con i sedili in configurazione standard, che salgono a 1.150 litri abbattendo il divanetto posteriore.

Continua a leggere

Continua a leggere

Andiamo a guardare che misure contraddistinguono la rivale Serie 1. Dimensioni quasi analoghe, con una lunghetta totale di 4,32 metri, una larghezza di 177 centimetri ed un’altezza di 142 cm. Molto abbondante il passo, pari a 269 centimetri, capace di garantire una tenuta di strada sopra alla media. Per quanto riguarda il baule, con cinque persone a bordo si caricano 360 litri, che possono aumentare fino a 1.200 litri se si è disposti a viaggiare solo in due. Anche in questo caso le due auto si equivalgono: parità, tre a due per la Giulietta.

Scheda tecnica e motori

Dal punto di vista della tecnica, entrambe le berlina si vogliono proporre come un prodotto che punta all’anima del guidatore, conquistandolo con una guidabilità appagante e sportiva. L’Alfa è una delle migliori trazioni anteriori attualmente sul mercato, capace di restituire il giusto feeling al pilota, assecondato da uno sterzo sempre preciso e diretto e da una tenuta di strada molto buona. Lo schema sospensivo prevede all’anteriore un MacPherson evoluto con montante in alluminio e barra stabilizzatrice cava montata su bielletta, mentre al posteriore abbiamo un multilink con telaio ausiliario e bracci in alluminio. La gamma di motori prevede una scelta di benzina che si snoda attraverso gli 1.4 litri, turbo da 105 o 120 CV e Multiair da 170, ed il 1.750 cc turbo della Quadrifoglio Verde, con 235 cavalli. I diesel sono il 1.6 ed il 2.0 JTDm-2 capaci di 105 CV, il primo, e 140 o 170 cavalli, il secondo. Interessante anche la variante bifuel benzina/GPL dotata del 1.4 da 120 cavalli.

Continua a leggere

Continua a leggere

Impostazione meccanica unica nel suo genere per la tedesca, nonchè completamente diversa dall’italiana. Tanto per cominciare la trazione è posteriore (unica della categoria ad esserne dotata), dato che il pianale è quello della più grande BMW Serie 3, leggermente accorciato per l’evenienza. Le sospensioni prevedono un MacPherson in alluminio per l’asse anteriore ed un notevole multilink a 5 bracci. Molto ampia la gamma di propulsori. I benzina sono: 114i 1.6 litri da 102 cavalli, 116i 1.6 litri da 136 cavalli, 118i 1.6 da 170 CV, 125i 2.0 litri da 218 CV e M135i sei cilindri in linea da 3.0 litri, capace di ben 320 CV. I turbodiesel hanno cilindrate da 1.6 litri (114d da 95 CV e 116d da 116 CV) o 2.0 litri (118d da 143 CV, 120d da 184 cavalli e 125d da 218 CV). Inutile nascondere che la BMW abbia una gamma più ampia. Per questa ragione e per premiare l’unicità della trazione posteriore assegnamo la vittoria alla Serie 1: tre pari.

Prezzi

Continua a leggere

I prezzi dell’Alfa Giulietta:
1.4 Turbo 105cv Giulietta: € 18.800
1.4 Turbo 105cv Progression: € 19.850
1.4 Turbo 120cv Giulietta: € 20.300
1.4 Turbo 120cv Progression: € 21.350
1.4 Turbo 120cv Distinctive: € 22.800
1.4 Turbo MultiAir 170cv Progression: € 23.350
1.4 Turbo MultiAir 170cv Distinctive: € 24.800
1.4 Turbo MultiAir 170cv Progression TCT: € 25.050
1.4 Turbo MultiAir 170cv Exclusive: € 26.250
1.4 Turbo MultiAir 170cv Distinctive TCT: € 26.500
1.4 Turbo MultiAir 170cv Exclusive TCT: € 27.950
1.750 TBi 235cv Quadrifoglio Verde: € 30.200
1.4 Turbo GPL 120cv Giulietta: € 22.400
1.4 Turbo GPL 120cv Progression: € 23.450
1.4 Turbo GPL 120cv Distinctive: € 24.900
1.6 JTDM 105cv Giulietta: € 22.300
1.6 JTDM 105cv Progression: € 23.350
1.6 JTDM 105cv Distinctive: € 24.800
1.6 JTDM 105cv Exclusive: € 26.250
2.0 JTDM 140cv Progression: € 25.050
2.0 JTDM 140cv Distinctive: € 26.500
2.0 JTDM 140cv Exclusive: € 27.950
2.0 JTDM 170cv Progression: € 26.750
2.0 JTDM 170cv Distinctive: € 28.200
2.0 JTDM 170cv Progression TCT: € 28.450
2.0 JTDM 170cv Exclusive: € 29.650
2.0 JTDM 170cv Distinctive TCT: € 29.900
2.0 JTDM 170cv Exclusive TCT: € 31.350

Il listino prezzi della BMW Serie 1 è, invece:
114i 3p Joy: € 23.800
114i 3p Unique: € 24.960
114i 3p Sport: € 27.230
114i 3p Urban: € 27.230
114i 3p Msport: € 29.050
116i 3p Joy: € 25.100
116i 3p Unique: € 26.260
116i 3p Sport: € 28.530
116i 3p Urban: € 28.530
116i 3p Msport: € 30.350
125i 3p Unique: € 32.450
125i 3p Sport: € 34.720
125i 3p Urban: € 34.720
125i 3p Msport: € 35.450
M135i 3p: € 42.600
116d 3p Joy: € 25.950
116d 3p Unique: € 27.110
116d 3p Sport: € 29.380
116d 3p Urban: € 29.380
116d 3p Msport: € 31.200
116d 3p Efficient Dynamics Joy: € 25.950
116d 3p Efficient Dynamics Unique: € 27.110
116d 3p Efficient Dynamics Sport: € 29.380
116d 3p Efficient Dynamics Urban: € 29.380
118d 3p Unique: € 28.950
118d 3p Sport: € 31.220
118d 3p Urban: € 31.220
118d 3p Msport: € 33.050
125d 3p Unique: € 34.200
125d 3p Sport: € 36.470
125d 3p Urban: € 36.470
125d 3p Msport: € 37.200
114i 5p Joy: € 24.600
114i 5p Unique: € 25.760
114i 5p Sport: € 28.030
114i 5p Urban: € 28.030
114i 5p Msport: € 29.850
116i 5p Joy: € 25.890
116i 5p Unique: € 27.050
116i 5p Sport: € 29.320
116i 5p Urban: € 29.320
116i 5p Msport: € 31.140
118i 5p Unique: € 29.150
118i 5p Sport: € 31.420
118i 5p Urban: € 31.420
118 5p Msport: € 33.250
125i 5p Unique: € 33.250
125i 5p Sport: € 35.520
125i 5p Urban: € 35.520
125i 5p Msport: € 36.250
M135i 5p: € 43.400
116d 5p Joy: € 26.740
116d 5p Unique: € 27.900
116d 5p Sport: € 30.170
116d 5p Urban: € 30.170
116d 5p Msport: € 31.990
116d 5p Efficient Dynamics Joy: € 26.740
116d 5p Efficient Dynamics Unique: € 27.900
116d 5p Efficient Dynamics Sport: € 30.170
116d 5p Efficient Dynamics Urban: € 30.170
118d 5p Unique: € 29.750
118d 5p Sport: € 32.020
118d 5p Urban: € 32.020
118d 5p Msport: € 33.580
120d 5p Unique: € 32.000
120d 5p Sport: € 34.270
120d 5p Urban: € 34.270
120d 5p Msport: € 35.150
125d 5p Unique: € 35.000
125d 5p Sport: € 37.270
125d 5p Urban: € 37.270
125d 5p Msport: € 38.000

La BMW, a parità di motorizzazione ed allestimento, risulta più cara. Punto all’Alfa: quattro a tre per la Giulietta.

Giudizio finale

Giudicate complessivamente, secondo di versi aspetti, vince la nostra sfida l’italiana del Gruppo Fiat. I punti di forza della berlina compatta Alfa sono numerosi, tanto da renderla l’auto più venduta della sua categoria in Italia (primato conteso solo con la VW Golf). D’altro canto, però, la vittoria non è schiacciante: anche la BMW è un’ottima vettura, che ha indubbiamente un’appeal non trascurabile legato alla trazione posteriore. I prezzi sono più elevati e l’estetica è discutibile, ma si tratta comunque di un buon prodotto.

Parole di CA

Da non perdere