Codice della Strada, le novità contenute nel DL Semplificazioni su autovelox e multe

Nel testo del disegno di legge di conversione del "decreto Semplificazione", in arrivo alla Camera, ci sono alcune novità importanti per quanto riguarda il Codice della Strada: ecco quali

Codice della Strada, le novità contenute nel DL Semplificazioni su autovelox e multe

Foto Shutterstock | di Frederic Legrand - COMEO

Con l’approvazione del Decreto Semplificazioni arrivano le modifiche al Codice della Strada. Un’evoluzione che riguarda diversi aspetti: dall’introduzione degli autovelox fissi nelle strade urbane di quartiere alla possibilità di elevare multe per i netturbini fino alle misure per i ciclisti. Ecco, nel dettaglio, le principali novità.

Una delle più importanti modifiche al Codice della Strada riguarda la possibilità, per i Comuni, di installare strumenti per il controllo remoto delle violazioni anche sulle strade urbane. Per farlo servirà l’autorizzazione del Prefetto che dovrà decidere, in base alla pericolosità del tratto stradale e al numero di incidenti avvenuti, se installare l’autovelox o meno. Oltre a questo, poi, l’occhio elettronico potrà essere utilizzato anche circolazione sulle strade con accesso o transito vietato.

Leggi anche: multe più severe per chi usa il cellulare in auto, la proposta

Nel Codice della Strada, inoltre, entrerà anche un nuovo articolo, il 12 bis, che consentirà ai dipendenti dei Comuni e delle società private che gestiscono la sosta regolamentata o i parcheggi di accertare le violazioni della sosta o della fermata. Un potere, compreso quello di disporre la rimozione dei veicoli, che avranno anche i dipendenti delle aziende municipalizzate o delle imprese addette alla raccolta dei rifiuti urbani e alla pulizia delle strade. Qualora una vettura in divieto di sosta intralcerà il normale espletamento delle attività, infatti, questa potrà essere multata o rimossa.

Le novità che riguardano i ciclisti

Il DL Semplificazioni, però, ha avuto un occhio di riguardo importante soprattutto verso i ciclisti. Tra le nuove norme, infatti, c’è la possibilità per le biciclette di andare contromano in quella che viene definita “corsia ciclabile a doppio senso ciclabile”, che può essere utilizzata in Zone 30 o Ztl. Agli incroci, inoltre, le biciclette avranno la precedenza sugli altri mezzi e veicoli presenti in strada mentre sarà introdotta “strada urbana ciclabile”, a unica carreggiata, limite massimo di 30 km/h e priorità per i velocipedi.

Leggi anche: novità al Codice della Strada, arrivano corsia ciclabile e casa avanzata

Parole di Matteo Vana