Assicurazione auto familiare e Legge Bersani: quale scegliere per risparmiare sulla polizza RCA?

Ereditare la classe di merito da un familiare convivente per risparmiare sull'assicurazione auto: ecco qual è la soluzione migliore e perché

Assicurazione auto in calo, quali sono le regioni in cui si paga di più

Foto Shutterstock | di BLACKWHITEPAILYN

L’RC Auto familiare è la più grande novità in campo assicurativo introdotta nel 2020. Soluzione che permette alle famiglie che hanno più di due auto da assicurare di risparmiare notevolmente, nei primi mesi dalla sua introduzione ha già fornito risposte interessanti, con un risparmio pari al 58% per le auto e al 54% per le moto. Vediamo allora in cosa consiste la RCA familiare, quando è utile sceglierla e in cosa si differenzia dalla Legge Bersani.

RC Auto familiare: cos’è

Introdotta grazie alla modifica dell’art. 134 del Codice delle Assicurazioni Private, l’assicurazione auto familiare estende i benefici della Legge Bersani. Chi aderisce alla RC Auto familiare eredita la migliore classe di merito di un familiare convivente.

Come funziona

Per ottenere i benefici della RCA familiare la proprietà del veicolo deve appartenere a un componente della stessa famiglia. Il privilegio si applica sia alle assicurazioni auto che moto e ad ogni membro della famiglia, in caso di acquisto di un veicolo nuovo o usato. La norma è in vigore dal 16 febbraio 2020 e per dimostrare l’appartenenza alla stessa famiglia bisogna presentare lo Stato di Famiglia.

Chi può richiedere

Può usufruire della RC Auto Familiare l’assicurato. Non sono previsti limiti di fruizione della RCA familiare, purché si rispettino i requisiti richiesti. La classe di merito si ottiene in sede di acquisto di una nuova polizza ma anche in caso di rinnovo.

Condizioni

Come si richiede la RC Auto familiare? Per poterne beneficiare bisogna rispettare alcune condizioni:

  • L’intestatario del veicolo da assicurare deve essere una persona fisica
  • Proprietario del veicolo da assicurare e di quello da cui ereditare la CU devono coincidere. In alternativa deve trattarsi di un familiare convivente
  • La polizza da cui ereditare la classe di merito deve essere attiva

A poter disporre dell’eredità della classe di merito sono i veicoli assicurati per la prima volta all’interno del nucleo familiare o quelli già assicurati al momento del rinnovo della polizza in scadenza. La conditio sine qua non è però l’assenza di sinistri con colpa (esclusiva, principale o paritaria) negli ultimi cinque anni. Questo dato si verifica tramite l’attestato di rischio.

Esclusioni

Va da sé che è escluso dalla possibilità di beneficiare della RC Auto familiare chi sia incappato in incidenti nel lustro precedente. Non si può inoltre aderire a questo provvedimento ereditando la classe di merito di un familiare defunto, se si è un’azienda (la legge è valida solo per le persone fisiche), se la polizza è momentaneamente sospesa o non è attiva. Infine è escluso chiunque non rientri nel nucleo familiare dell’assicurato.

RC Auto Familiare e Legge Bersani assicurazione auto: cosa cambia?

La Legge Bersani (40/2007) è antenata della RC Auto Familiare e permette, allo stesso modo, di ereditare la classe di merito di un familiare convivente. Anche in questo caso il provvedimento è applicabile alle polizze attive e fa fede lo Stato di Famiglia. Le differenze più significative tra RCA Familiare e Decreto Bersani sono due:

  • La RC Auto familiare si applica anche in sede di rinnovo della polizza e non soltanto sulle nuove polizze. Per poterla usare in caso di rinnovo, non bisogna essere incorsi in incidenti negli ultimi cinque anni
  • La tipologia dei veicoli da cui ereditare la polizza può essere diversa. Con la RC Auto familiare si può trasferire l’assicurazione anche da auto a moto e viceversa. La Legge Bersani, invece, garantisce l’ereditarietà soltanto per la stessa tipologia: da auto ad auto o da moto a moto

Grazie a queste due differenze la RC Auto Familiare si rivela una soluzione più conveniente rispetto alla Legge Bersani. Nei primi mesi dalla sua introduzione si è subito registrato un boom di adesioni, con risparmi annuali anche superiori ai 500 euro. Tuttavia il dato è inficiato dall’esplosione della pandemia da Coronavirus e dal conseguente lockdown, che ha comportato un netto calo del prezzo delle polizze RC Auto a causa delle limitazioni alla circolazione.

Parole di Marco Ferri

Nasce come giornalista e vive di content marketing. Pubblicista dal 2010, già caporedattore allo sport per quotidiani regionali e direttore di testate online. Fatica sulle due ruote senza motore, si diverte come un bambino su quattro.

Potrebbe interessarti