Incentivi auto 2020: come fare per averli, quali modelli e a quanto ammontano

Dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020 sarà possibile acquistare anche veicoli diesel e benzina ottenendo uno sconto con o senza rottamazione. L'elenco delle auto che rientrano nella gamma e come richiedere il bonus

incentivi auto 2020

Foto Shutterstock | di maradon 333

Gli incentivi auto 2020 entreranno ufficialmente in vigore a partire da sabato 1 agosto 2020. Inserito nel DL Rilancio 18/2020 e in vigore fino al 31 dicembre 2020, il bonus ha l’obiettivo di ridare slancio all’industria dell’auto, pesantemente colpita dalla pandemia da Covid-19 e dal conseguente lockdown. In continua contrazione nei mesi scorsi, il mercato dell’auto è però destinato a rialzare la testa. La preoccupazione dei cittadini in merito all’utilizzo dei mezzi pubblici, incapaci di rispettare le regole sul distanziamento sociale e di ridurre i rischi di contagio da coronavirus, potrebbe infatti produrre un inevitabile ritorno verso l’auto di proprietà. Vediamo allora come richiedere gli incentivi auto 2020, a quanto ammonta il bonus e quali modelli si possono acquistare beneficiando degli sconti.

Continua a leggere

Continua a leggere

Incentivi auto 2020: quali modelli?

Il bonus auto dipende dalle emissioni inquinanti. Rientrano negli incentivi auto 2020 appena approvati dal Governo i veicoli le cui emissioni di CO2 nell’atmosfera siano comprese tra 61 e 110 grammi per chilometro, a prescindere dall’alimentazione (benzina, diesel o ibrida). Per quanto riguarda, invece, i modelli con emissioni tra 0 e 60 g/km resta in vigore l’Ecobonus auto che va a premiare auto elettriche e ibride plug-in.

Per ottenere l’incentivo tra 61 e 110, la nuova auto che si acquista deve essere omologata per una classe non inferiore ad Euro 6 di ultima generazione. Inoltre il prezzo indicato dalla casa automobilistica produttrice deve essere inferiore a 40.000 euro al netto dell’IVA.

Leggi anche: incentivi auto 2020, via libera del Governo

Continua a leggere

Continua a leggere

Incentivi auto 2020: come richiederli e a quanto ammonta lo sconto

Affiancati all’Ecobonus, il cui tetto è stato aumentato a 6.500 e 10.000 euro in base alla scelta di rottamare o meno un veicolo già in possesso, gli incentivi auto 2020 sono rivolti non solo a chi rottama un mezzo vetusto. Sono previsti sgravi fiscali anche sul passaggio di proprietà rivolti a chi compra un veicolo usato di ultima generazione, ovvero di classe non inferiore ad Euro 6, a condizione di rottamarne uno di classe non superiore a Euro 3. Inoltre si prevede un altro contributo rivolto a chi acquista un veicolo ecosostenibile rottamandone un altro.

Per le auto con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 110 g/km, ovvero Euro 6 è previsto un bonus di 3.500 se si rottama un veicolo fino a Euro 3. Questa somma è ripartita in 1.500 euro di contributo pubblico e 2.000 euro come sconti effettuato dal concessionario in sede di acquisto. Se non si effettua la rottamazione, invece, l’incentivo si dimezza al 50%, scendendo a 1.750 euro.

Cosa cambia per l’Ecobonus Auto

Aumentano anche gli incentivi per il precedente Ecobonus già in vigore e riservato ai veicoli elettrici e ibridi plug-in. Se si compra un’auto con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 20 g/km, con prezzo di listino fino a 50.000 euro IVA esclusa, si ottiene uno sconto di 10.000 euro con rottamazione e 6.500 euro senza rottamazione. Si è arrivati a questa cifra aggiungendo i 4.000 euro del nuovo incentivo ai 6.000 euro dell’Ecobonus già esistente. Senza rottamazione, invece, l’incentivo scende a 2.000 euro, cifra che si somma ai 4.500 euro.

Continua a leggere

Continua a leggere

Incentivi auto 2020: elenco auto

Svecchiare il parco veicolare, ridurre le emissioni inquinanti e ridare linfa al mercato dell’auto. Come abbiamo avuto modo di vedere, gli incentivi auto 2020 sono destinati a tutti i veicoli indipendentemente dal tipo di alimentazione. Ad ognuna, però, il suo sconto. Bisogna infatti suddividere per fascia e distinguere tra Ecobonus e Incentivi auto 2020.

Bonus fino a 10.000 euro

In questa fascia rientrano solo e soltanto le auto 100% elettriche. Il prezzo massimo per l’acquisto di un’auto deve essere di 50.000 euro IVA esclusa (61.000 euro IVA inclusa), lo sconto massimo è previsto previa rottamazione. I modelli di auto che rientrano nel novero sono:

  • BMW i3
  • DR EVO Electric
  • DS3 Crossback E-Tense
  • Fiat 500
  • Ford Mustang Mach-E
  • Hyundai Ioniq Electric e Kona Electric
  • Honda E
  • Kia e-Niro, e-Soula
  • Mazda MX-30
  • Mini Cooper SE
  • Nissan Leaf
  • Opel Corsa-e
  • Peugeot e-2008, e-208
  • Renault Zoe
  • Seat Mii Electric
  • Skoda Citigo e iV
  • Smart EQ For Four, EQ ForTwo Coupè, EQ ForTwo Cabrio
  • Tesla Model 3
  • Volkswagen ID.3, e-Up!

Bonus fino a 6.500 euro

Dispongono di uno sconto fino a 6.500 euro i veicoli con emissioni comprese tra 21 e 60 g/km di CO2. Rientrano in questa porzione di mercato le automobili ibridi plug-in:

Continua a leggere

Continua a leggere

  • Audi Q5 50 TFSI e Quattro
  • BMW X1 xDrive 25e, X2 xDrive 25e, X3 xDrive 30e, 330e, 530e, 225xe Active Tourer
  • Citroen C5 Aircross Hybrid
  • DS7 Crossback E-Tense
  • Ford Kuga 2.5 Plug-in Hybrid
  • Honda CR-V Hybrid
  • Hyundai Ioniq Plug-in
  • Jeep Compass 4xe, Renegade 4×2
  • Kia XCeed PHEV, Niro PHEV
  • Land Rover Discovery Sport P300e, Range Rover Evoque P300e
  • Mercedes Classe A 250e, A250e Sedan, B250e, C300 e
  • Mini Countryman Cooper SE
  • Mitsubishi Outlander PHEV
  • Opel Grandland X Hybrid4
  • Peugeot 508 Hybrid, 508 SW Hybrid, 3008 Hybrid4
  • Renault Captur E-tech
  • Seat Tarraco FR PHEV
  • Skoda Superb iV
  • Toyota Prius Plug-in
  • Volkswagen Golf GTE
  • Volkswagen Passat GTE
  • Volvo XC40 Recharge

Bonus fino a 3.500 euro

Emissioni da 61 a 110 g/km di CO2, qualsiasi tipo di alimentazione accettata, ma occhio al prezzo. Gli incentivi auto riguardanti diesel, benzina, metano, GPL, mild e full hybrid, infatti raggiungono un tetto massimo di 3.500 euro (previa rottamazione) ma su modelli che non eccedono il prezzo di listino di 40.000 euro IVA esclusa, ovvero 48.000 euro IVA inclusa. Ecco l’elenco dei modelli che beneficiano degli incentivi auto 2020:

  • Audi A1 Sportback, A3 Sportback, A3 Sedan, A4 berlina e Avant
  • BMW Serie 1, Serie 2 Active Tourer e Gran Coupè, Serie 3 Berlina e Touring, X1 e X2
  • Citroen Berlingo, C1, C3 e C3 Aircross, C4 Cactus e Spacetourer, Grand C4 Spacetourer, C5 Aircross
  • Dacia Duster, Lodgy, Logan MCV, Sandero e Sandero Stepway
  • DS3 Crossback e DS7 Crossback
  • Fiatto 500 Hybrid, 500C Hybrid, 500 L, 500 X, Panda, Tipo 4p, 5p e SW
  • Ford Ecosport, Fiesta, Fiesta Active, Focus, Focus Active e Wagon, Ka+, Kuga, Mondeo e Mondeo Wagon, Puma
  • Honda Civic, HR-V, Jazz
  • Hyundai i10, i 20, i30 e i30 Fastback, Kona, Tucson
  • Kia Ceed, Picanto, Proceed, Rio, Sportage, Stonic, XCeed
  • Lancia Ypsilon
  • Lexus CT Hybrid, IS Hybrid, UX Hybrid
  • Mazda 2, 3, CX-30
  • Mercedes Classe A e Classe A Sedan, Classe B, Classe C berlina, CLA Coupè e Shooting Brake
  • Mini Clubman e Countryman
  • Mitsubishi Space Star
  • Nissan Juke, Micra, Qashqai
  • Opeal Astra e Astra Sport Tourer, Combo Life, Corsa, Crossland X, Grandland X, Insignia Grand Sport e Sports Tourer
  • Peugeot 108, 208, 308 e 308 SW, 508 e 508 SW, 2008, 300, 5008, Rifter
  • Renault Captur, Clio, Megane e Megane Sporter, Twinto
  • Seat Arona, Ibiza, Leon e Leon Sports Tourer
  • Skoda Fabia e Fabia Wagon, Kamiq, Octavia e Octavia Wagon, Superb e Superb Wagon
  • Suzuki Baleno, Celerio, Ignis, S-Cross, Swift e Swift Sport, Vitara
  • Toyota Aygo, C-HR, Corolla e Corolla Touring, Prius e Prius+, Proace, RAV 4, Yaris
  • Volkswagen Arteon, Golf, Passat e Passat Variant, Polo, T-Cross, up!

Parole di Marco Ferri

Nasce come giornalista e vive di content marketing. Pubblicista dal 2010, già caporedattore allo sport per quotidiani regionali e direttore di testate online. Fatica sulle due ruote senza motore, si diverte come un bambino su quattro.

Da non perdere
Potrebbe interessarti