Maserati a sorpresa: nessuno si aspettava la drastica decisione

Dopo una serie di indiscrezioni, è giunta la conferma in merito alla presa di posizione dell’azienda Maserati: nessuno si aspettava l’ufficialità.

La produzione di automobili e in generale vetture elettriche sta ottenendo un riscontro probabilmente inatteso anche in Italia. La guida green si sta diffondendo come approccio al futuro e ciò coinvolge positivamente le numerose e ottime aziende del Belpaese, che si dedicano con straordinario successi dagli albori al mondo dei motori. Fra queste senza dubbio c’è da annoverare la Maserati, rispetto alle cui decisioni sorride il Gruppo Stellantis.

Novità Maserati col Gruppo Stellantis
La Maserati annuncia la novità (ANSA) – allaguida

 

La prossima Maserati elettrica, infatti, la quale sarà l’erede della Quattroporte, sarà costruita e assemblata in uno stabilimento dall’importanza storica per l’Italia, poiché si tratta della sede di riferimento di FIAT a Torino, ovvero Mirafiori. L’accordo prevede che la produzione inizierà a partire dal prossimo anno, precisamente da febbraio 2024. L’ha comunicato Stellantis, che ha già mostrato ai sindacati il piano per il sito produttivo in Piemonte.

Sicuramente è anche un corso simbolico da iniziare, poiché laddove tutto ricorda gli inizi di FIAT si dà avvio a una stagione, quella elettrica, che rappresenta un passo nel futuro e nell’avanguardia. Mirafiori sarà il dietro le quinte della nuova perla della Maserati, pronta a impressionar con un’ammiraglia completamente elettrica.

La novità di Maserati spiazza il pubblico: accadrà da febbraio 2024

In loco saranno prodotte le nuove Maserati insieme alla FIAT 500 elettrica e ciò allarga le prospettive circa un’indiscrezione in circolazione da tempo, ovvero la possibilità che la Casa del Tridente alla pari della 500 sposti la sua linea produttiva proprio nel polo torinese. Tuttavia, al momento pare da escludere tale eventualità. Senza dubbio però la nuoca Quattroporte riafferma la tendenza a voler sviluppare sempre maggiore familiarità con il concetto di elettrico e per di più Made in Italy.

La prossima Maserati elettrica nascerà a Mirafiori
La nuova Maserati nascerà a Mirafiori (ANSA) – allaguida

 

Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm responsabile del settore automotive, insieme a Luigi Paone, segretario generale della Uilm di Torino, si sono detti molto entusiasti del nuovo piano industriale che Stellantis ha stabilito per Torino: “Sono stati illustrati nei dettagli i progetti del Green Campus, che occuperà diecimila addetti nelle funzioni di ricerca e di staff, della unità di economia circolare e del nuovo cambio per auto ibride”. Maggiore occupazione e menti ingegneristiche a lavoro, in attesa che svelino anche i dettagli della nuova Maserati. Al momento una sola chicca: avrà una potenza inaspettata, superiore ai 700 cavalli.

Gestione cookie