Asl Garaya RS-O1, tante velleità per una sportiva di classe

Asl Garaya RS-O1, tante velleità per una sportiva di classe

Impressione tanta, sostanza abbastanza, per un'auto che mantiene quel che promette

da in Auto nuove, Auto sportive
Ultimo aggiornamento:

    Garaya RS-01

    La Asl Garaya RS-01, costruita in Giappone, inizialmente in soli 500 esemplari per il mercato interno, si dota di un motore di 2,0 litri di derivazione Nissan, 16 valvole con cambio a sei velocità manuale, posto in zona centrale dell’auto con trazione posteriore.

    La vettura, è costituita da una carrozzeria in plastica rinforzata e fibra di vetro, dal peso complessivo massimo di 900 chilogrammi in un design che ricorda, lontanamente, la Lamborghini.

    Parliamo di una coupè, in un misto di diversi stili riconducibili, con un certo grado di fantasia, persino alla Ferrari F360 Modena e, per quanto riguarda i gruppi ottici posteriori, compresi certi profili nella parte estrema della vettura, qualcuno ravvede in questi, persino una sorta di ispirazione verso la Alfa Romeo 147.

    Il propulsore è capace di spunti brillanti, considerato che sempre di un 2.000 cc. parliamo che, se pure potente, è ben lontano da certe velleità corsaiole che di primo acchito la vettura potrebbe trasferire ad un osservatore, anche se, bisogna riconoscere a Garaya, ottime doti di accelerazione, in grado di far balzare, da 0 a 100 orari, la vettura, nel solo lasso di tempo di 5,2 secondi, riuscendo a raggiungere anche una velocità massima di ben 220 Km/h.

    Internamente, pur mantenendo una certa spiccata dote di personalità, l’abitacolo è piacevole, senza fronzoli di sorta di nessun genere, anzi, diciamo che è persino essenziale nel contesto generale.

    L’alluminio prevale e la strumentazione è interamente digitale, in un variare di colori che vanno dall’acciaio al rosso acceso.

    Interessanti le dimensioni complessive della vettura; lunga 3,77m., alta 2,37m., larga 1,82m., con una distanza fra gli assi di 1,18m. Parliamo di una sportiva a tutti gli effetti, un po’ rumorosa, soprattutto alle alte velocità, con una buona tenuta di strada, affidata a delle sospensioni rigide e ai cerchi generosi di 17 pollici in lega leggera, con pneumatici anteriori di 205/45 e posteriori, 245/40.

    Una curiosità finale degna di nota è quella per la quale, al momento dell’acquisto, gli acquirenti potranno scegliere la sospensione che più si avvicina al proprio stile di guida , sulla base della scelta operata, potranno ordinare la vettura.

    388

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveAuto sportive
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI