BMW M3 CS 2018: peso, prestazioni e scheda tecnica. Leggerezza e cavalli [FOTO]

Nuova BMW M3 CS adotta componenti in CFRP per ridurre le masse e abbina un motore potenziato e con più coppia

da , il

    Prosegue con BMW M3 CS 2018 la serie di supersportive alleggerite in casa BMW. L’ultima arrivata sarà ordinabile dal prossimo gennaio, l’uscita sul mercato è prevista a marzo, con l’inizio della produzione, ovviamente in tiratura limitata, solo 1.200 esemplari. Tutti caratterizzati da una scheda tecnica che va oltre le migliori potenzialità della M3 con Competition Package. A partire dal motore. Il sei cilindri Twin power Turbo 3 litri sviluppa 460 cavalli, 10 in più, con 50 Nm di coppia supplementare, per un totale di 600 Nm, tra i 4.000 e 5.380 giri/min.

    Le prestazioni vanno di pari passo e, con trasmissione 7 marce doppia frizione di serie, lo zero-cento è completato in 3″9, ricorrendo al Launch Control. Velocità massima limitata a 280 km/h, come da M Driver’s Package. L’essenza di BMW M3 CS va oltre i freddi numeri e si concreta nelle soluzioni di alleggerimento, che portano il peso complessivo a 1.585 kg. I componenti realizzati in CFRP aiutano a limitare le masse in gioco. Lo splitter, lo spoiler e il diffusore, come il tetto e il cofano motore, sono tutti realizzati in composito rinforzato. Basti pensare che rispetto a un tradizionale tetto in acciaio, il CFRP permette di ridurre il peso di 6 kg, il 25% più leggero, invece, il cofano motore.

    Altri interventi di contenimento delle masse interessano le sospensioni, con elementi realizzati in alluminio forgiato, ripresi dal M3 Competition Package. Di serie troviamo le sospensioni Adaptive M Suspensions, il differenziale attivo M e una diversa taratura del servosterzo elettromeccanico. Il tutto si sposa con gomme semislick omologate per l’impiego su strada, le Michelin Pilot Sport Cup 2, su cerchi dal diametro differenziato, 19 e 20 pollici. I meno scalmanati avranno a disposizione un set di gomme stradali Michelin Sport.

    I freni carboceramici sono un accessorio a richiesta, completati da pinze a 6 e 4 pistoncini, visto che l’offerta base comprende freni in materiale composito, più leggeri di quelli realizzati con dischi in acciaio, morsi da pinze a 4 e 2 pistoncini. Per una berlina supersportiva che non disdegna l’impiego tra i cordoli, fondamentale è la lubrificazione. La coppa dell’olio in magnesio è abbinata a una copertura supplementare e assicura la corretta lubrificazione del motore fino a 1,4 G di accelerazione laterale o longitudinale.

    Altri accorgimenti tecnici di rilievo, su BMW M3 CS, sono l’adozione di uno scarico modificato, con quattro terminali inseriti nel diffusore, ma soprattutto una linea con ridotta contropressione; il cambio DCT, poi, ha un radiatore dell’olio dedicato. Quanto allo stile, il nuovo splitter e il nolder sul bagagliaio distinguono la CS dalla M3 normale. Ancor più evidente è la personalizzazione degli interni, dove è il rivestimento in pelle Silverstone /nera e Alcantara a spiccare, con la serigrafatura della sigla CS in plancia, la corona del volante in Alcantara come buon parte del tunnel centrale. Di serie troviamo tutti i comfort del caso, dal navigatore Professional al climatizzatore automatico e l’audio Harman Kardon, fino allo scontato infotainment con iDrive.