Corsia di emergenza: quando si può impegnarla

La corsia di emergenza va impegnata solo in pochissimi casi, adesso ne citiamo un altro che non comporta un'emergenza, ma un caso frequente in cui è possibile fruire di questa parte dell'autostrada

da , il

    Corsia di emergenza

    Facciamo un po? di chiarezza a proposito della marcia sulla corsia di emergenza.

    Come ben sappiamo circolare su questa corsia è possibile solo, come dice lo stesso nome, in caso di effettiva e reale necessità ed emergenza e dovrà deve essere lasciata libera per il transito delle Forze dell?Ordine in tutti gli altri casi. Qualora si impegni tale tratto delimitato da linea gialla, senza valida giustificazione, si va soggetti ad una sanzione pecuniaria che comporta una multa che va dai 370 fino a 1.485 euro, come previsto dal Codice della Strada oltre alle pene accessorie che comportano la sospensione per due mesi della patente di guida e la sotrrazione di ben 10 punti del documento di guida.

    In quali casi, oltre a quelli validi, è possibile impegnare la corsia d?emergenza

    E? tuttavia possibile impegnare la corsia d?emergenza, come previsto dal Codice della Strada all?art. 176, oltre a quelli canonici, in tutte quelle evenienze dove, a causa di un ingorgo e dovendo uscire dall?autostrada al primo casello utile, questo sia raggiungibile nel raggio massimo di 500 metri contrassegnato da apposito cartello; in questo caso la manovra è possibile effettuarla all?interno della corsia di emergenza, solo, ripetiamo, dopo il cartello di uscita a 500 metri dallo sbocco.