Sicurezza bambini e mal di schiena, le preoccupazioni in auto

La sicurezza dei bambini ed il mal di schiena sono le principali preoccupazioni degli italiani in auto, secondo uno studio della Doxa commissionato da Opel

da , il

    sicurezza bambini

    Sicurezza dei bambini e mal di schiena sono le principali preoccupazioni degli italiani in auto. E’ questo il risultato di una ricerca effettuata dall’istituto Doxa e commissionata da Opel. Mediamente ogni italiano passa in auto 4,6 ore alla settimana, con picchi di otto ore o più. Considerando anche i pendolari e chi utilizza l’auto principalmente per lavoro la media arriva a 6,9 ore alla settimana. Per questo è importante conoscere le preoccupazioni ed i temi che le persone considerano più importanti quando si trovano al volante.

    Condotto su un campione di italiani di età superiore ai 18 anni, lo studio mostra come in queste ore passate alla guida la maggior parte delle persone sia preoccupata dalla gestione dei bambini (31%). Subito dopo nella lista delle preoccupazioni in auto ci sono gli acciacchi (29%). Il 10% non sopporta le operazioni di carico e scarico della vettura.

    Sono state in particolare le donne a dimostrarsi più sensibili alle questioni sopra indicate. Le automobiliste hanno dichiarato di considerare molto importanti sicurezza e comodità, soprattutto con l’avanzare dell’età. Curiosamente le cose sono più problematiche per i passeggeri che per i conducenti, dato che è quasi sempre la mamma a preoccuparsi delle operazioni legate ai bimbi in auto.

    «Nella progettazione delle nostre auto – ha affermato Carlo Forni, direttore comunicazione General Motors Opel il cliente e il suo stile di vita rappresentano un aspetto cruciale. Logica conseguenza è un’attenzione maniacale alla ricerca di soluzioni che possano migliorare la flessibilità e comfort. Ancora di più lo sono stati nella fase di progettazione della Opel Meriva».