Auto che consumano meno, la classifica delle migliori

Quali sono le auto che consumano meno sul mercato? Tra citycar, berline, station wagon, SUV e sportive, ecco la classifica delle migliori presenti sul mercato

Auto che consumano meno, la classifica delle migliori

Peugeot 108 - Foto Credits Peugeot Press

Scoprire quali sono le auto che consumano meno, soprattutto in sede d’acquisto di un nuovo veicolo, può fare la differenza specie se il budget a disposizione non è di quelli faraonici. Per questo, tra i criteri di valutazione degli automobilisti, quello sui consumi è uno dei primi dati da prendere in considerazione: il possesso di un’auto comporta anche dei costi in termini di consumi e di manutenzione e sapere quali sono le auto che consumano meno è fondamentale per non avere brutte sorprese.

La prima distinzione da fare è sul tipo di alimentazione: le auto benzina che consumano meno sono anche le più economiche in fase di acquisto, avendo un prezzo inferiore rispetto a qualsiasi altro tipo di alimentazione in circolazione. Di contro, però, i consumi per chilometri risultano leggermente più alti rispetto alle altre.

Le auto diesel che consumano meno, invece, offrono una maggiore percorrenza per ogni singolo pieno, ma hanno lo svantaggio di avere un prezzo superiore al concessionario: proprio per questo è bene calcolare la media di chilometri percorsi annualmente per capire se la spesa da sostenere in termini immediata potrà essere ripagata sul lungo periodo. Ma quali sono le auto che consumano meno? Ecco una breve classifica per modelli.

SUV e crossover che consumano meno

Toyota C-HR – Foto Credits Toyota Press

Chi l’ha detto che SUV e crossover non possano rientrare nella categoria delle auto che consumano meno? Ovviamente l’alimentazione fa la differenza e quelle case che ha già dotato le proprie vetture a ruote alte della tecnologia ibrida hanno chiaramente un vantaggio, ma anche chi sceglie questo tipo di automobili può non spendere un capitale al rifornimento. Tra le auto che consumano meno in questa categoria, dunque, è possibile trovare diversi modelli come Toyota C-HR con sistema ibrido che impiega poco meno di 4 litri per percorrere 100 km, oppure Renault Kadjar che nella versione con motore 1.5 dCi da 11o Cv percorrere 100 km con 4,1 litri di carburante. Stesso motore e stessa potenza per Nissan Qashqai, invece, che però si piazza sull’ultimo gradino del podio per effetto dei 4,2 litri impiegati per percorrere 100 km.

Citycar, le meno assetate tra le auto che consumano meno

Peugeot 108 – Foto Credits Peugeot Press

Chi sceglie una citycar lo fa per le dimensioni, la praticità ma soprattutto per i consumi contenuti; questi modelli, infatti, sono in assoluto tra le auto che consumano di meno sul mercato. Ne è la prova la Peugeot 108, ad esempio, piccola della casa del Leone che per percorrere 100 km impiega appena 3,8 litri di carburante per una percorrenza media fino a 27 km con un litro di benzina. Sulla stessa lunghezza d’onda, poi, Citroen C1 che fa segnare un consumo – tra percorsi urbani ed extraurbani – di 3,9 litri ogni 100 km.

Station Wagon, consumi ridotti per viaggiare

Fiat Tipo – Foto Credits Fca

Tra le auto che consumano di meno, un po’ a sorpresa, trovano spazio anche le station wagon. Nonostante le dimensioni molto generose, infatti, questo tipo di vetture possono avere consumi decisamente ridotti: è questo il caso, ad esempio, della Fiat Tipo Station Wagon che si fa largo in questa classifica grazie ai 3,7 litri per 100 chilometri consumati dalla versione diesel 1.6 Multijet. Meglio ancora, però, fa Ford Focus che fa registrare 3,5 litri ogni 100 km nel ciclo combinato con il motore 1.5 Ecoblue.

Utilitarie, consumare meno è possibile

Citroen C3 – Foto Credits Citroen press

Anche le utilitarie, uno dei segmenti più diffusi nel mercato automobilistico mondiale, rientrano tra le categorie di auto che consumano meno. Questo tipo di vetture, nonostante non abbiano dimensioni corpose come le station wagon, possono essere usate anche per brevi viaggi grazie proprio al fatto di avere consumi mediamente ridotti. La migliore è Citroen C3 che, nella versione diesel da un litro e mezzo e 102 CV, brucia appena 3,8 litri per fare 100 km. Valore simile, in questo senso, a Lancia Ypsilon nella sua versione ibrida che promette consumi nell’ordine dei 4 litri ogni 100 km.

Berline, consumi contenuti nonostante le dimensioni

Opel Corsa – Foto Credits Opel Media

Quando si parla di berline, nel mondo auto, si fa riferimento al segmento più versatile sul mercato e spesso anche il preferito dagli automobilisti proprio per la capacità di adattarsi a diverse situazioni. Anche in questo, però, non è un’assurdità pensare a questo tipo di veicoli come ad auto che consumano meno rispetto ad altre: l’esempio più lampante è Opel Corsa che – rimanendo in tema di auto ad alimentazione tradizionale – nella sua versione diesel impiega appena 3,3 litri ogni 100 km percorsi, lo stesso dato dichiarato anche da Peugeot 208 con la versione diesel Active BlueHDi 100 S/S.

Auto sportive, non per forza assetate

Alfa Romeo 4C – Alfa Romeo Press

Sportività e consumi ridotti difficilmente vanno a braccetto, ma anche in questo caso è possibile trovare auto che consumano poco permettendo così a quegli automobilisti che non vogliono rinunciare al brivido della velocità di soddisfare i propri desideri. Tra le auto sportive che consumano meno, infatti, c’è la Honda Civic Sport che riesce a coniugare carattere da sportiva e consumi mediamente ridotti tanto che per 100 chilometri impiega poco più di sei litri. Sul mercato delle sportive usate, poi, c’è anche l’Alfa Romeo 4C, sportiva in fibra di carbonio che proprio grazie alla sua leggerezza consuma poco meno di 7 litri per coprire 100 km mentre chi vuole la tradizione tedesca può volgere lo sguardo verso la Volkswagen GTI, un classico della sportività, che però sfiora i 7,5 litri di carburante per fare 100 km.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti