City Car 2022, i modelli migliori sul mercato

Le city car 2022 sono, così come i SUV, le vetture più scelte: dalle piccole elettriche alle "classiche", ecco i modelli migliori sul mercato

Opel Rocks-e

Opel Rocks-e - Foto credits Opel press

Quando si parla di novità auto, uno dei segmenti più adocchiati dagli automobilisti è quello delle city car che, nel 2022, puntano – al pari dei SUV – a ribadire il proprio ruolo in vetta alle classifiche di vendita. Questo tipo di auto, infatti, continua ad essere particolarmente richiesto dagli appassionati che le scelgono per la loro praticità, le dimensioni contenute e la possibilità di districarsi senza problemi nel traffico.

La scelta, però, non sempre si rivela semplice: tra city car elettriche, ibride o city car GPL, spesso gli automobilisti si trovano a scegliere una vettura che non si sposa perfettamente con le proprie esigenze. Ma quali sono le migliori city car del 2022? Ecco una rapida selezione di alcuni dei modelli da scegliere sul mercato.

Toyota Aygo X

Toyota Aygo X
Toyota Aygo X – Foto credits Toyota media

Una tra le city car 2022 più attese è stata senza dubbio Toyota Aygo X. La piccola della casa giapponese, sbarcata sul mercato nel mese di aprile, non ha tradito le attese rivelandosi una delle migliori vetture da città in circolazione. Lunga 23 centimetri in più rispetto alla precedente versione (ora è a 3,7 metri), la Aygo X propone un passo più lungo di 9 centimetri e quindi più spazio per i passeggeri a bordo con un guadagno in termini di comodità non indifferente.

Le differenze rispetto al modello precedente sono evidente e vanno dai cerchi da 18” all’illuminazione Full LED di serie, passando per le carreggiate più larghe e specifici elementi di design. Sotto il cofano, poi, ecco il motore 1.0 benzina da 73 CV associato a scelta tra un cambio manuale a 5 rapporti e al nuovo automatico S-CVT.

Citroen Ami

Citroen Ami
Citroen Ami – Foto credits Citroen Media

Le city car 2022 vedono protagonisti anche modelli insoliti, come ad esempio Citroen Ami. La piccola della casa francese rientra di diritto tra le city car elettriche disponibili sul mercato aprendo la strada a quello che, molto probabilmente, sarà il futuro delle city car. Completamente elettrica, omologata come quadriciclo leggero che si può guidare anche senza patente, Citroen Ami fa della praticità e delle misure decisamente contenute i suoi punti di forza.

Perfetta per l’ambiente cittadino, può vantare una propulsione elettrica con un motore 6 kW e un pacco batterie che garantiscono un’autonomia fino a 75 km. Un mezzo ideale in città, con due posti e la possibilità di entrare liberamente nel centro e all’interno delle zone ZTL sfruttando la propulsione green che la rendono una delle city car 2022 più interessanti.

Opel Rocks-e

Opel Rocks-e
Opel Rocks-e – Foto credits Opel media

Stessa filosofia di Citroen Ami, ma tutta l’affidabilità e la solidità tedesca dietro a Opel Rocks-e, piccolo quadriciclo firmato dalla casa teutonica. Lunga appena 2,41 metri e omologata come quadriciclo, la vettura è classificabile come city car 2022 anche se è chiaramente fuori dagli schemi ordinari.

Anche in questo la praticità e la facilità di utilizzo nel traffico cittadino – grazie alle sue dimensioni contenute – rappresentano le caratteristiche principali, oltre a un’alimentazione elettrica garantita da una batteria da 5,5 kWh che permette di percorrere fino a 75 km con una ricarica.

Honda Jazz e:HEV

Honda Jazz e: HEV
Honda Jazz e: HEV – Foto credits Honda press

Tra le city car 2022 c’è anche Honda Jazz e: HEV, versione della classica giapponese ma con doppia alimentazione che la rende una delle migliori city car ibride. L’ultima versione di uno dei classici firmati Honda si presenta solo in versione ibrida con un 1.5 a benzina capace di muovere un generatore che alimenta un motore elettrico da 109 CV – solo sopra gli 80 km/h il quattro cilindri muove direttamente le ruote – che garantisce consumi ridotti.

All’interno, poi, Honda Jazz e: HEV è un concentrato di tecnologia con un display di soli di 7’’, ma ricco e facile da leggere, tanto spazio per gli occupanti e un bagagliaio decisamente superiore rispetto a tante altre rivali nella categoria delle city car.

Dacia Spring

La nuova Dacia Spring
Dacia Spring – Foto credits Dacia media

Scocca da mini SUV, ma animo da city car per Dacia Spring, vera rivelazione dell’anno. Presentata nel 2021, la vettura della casa romena ha usato il 2022 come trampolino di lancio per prendersi il mercato, conquistando premi e un numero sempre crescente di automobilisti che la scelgono sintesi perfetta tra equipaggiamenti in linea con le esigenze dei clienti, un rapporto qualità prezzo imbattibile ed un design moderno e fresco.

La prima 100% elettrica nella storia di Dacia, infatti, può contare su un’autonomia in città pari a 305 km, Alla motorizzazione 100% elettrica da 33 kW (equivalente a 44 cavalli), poi, è associata una batteria da 27,4 kWh. Molto importante, infine, anche la versatilità di ricarica; Dacia Spring, infatti, si può ricaricare alle prese domestiche da 2,3Kw, su wallbox da 3,7Kw, su colonnina o wallbox da 7,4Kw fino alle colonnine in corrente continua da 30kw, dove si ricarica l’80% della batteria in meno di un’ora

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti