Auto ibride economiche, i modelli più convenienti sul mercato italiano

Le auto ibride economiche sono sempre più richieste dagli automobilisti: ecco quali sono i modelli migliori sul mercato e le loro caratteristiche

Auto ibride economiche, i  modelli più convenienti sul mercato italiano

Fiat Panda e Fiat 500 Hybrid - Foto Credits Foto Fca

Le auto ibride economiche sono diventate, nel giro di pochi anni, le più ricercate dagli automobilisti italiani. Questo perché riescono a combinare i vantaggi delle due propulsioni con la spinta elettrica che consente di risparmiare una percentuale di carburante importante e dall’altro perché non si rischia di rimanere a piedi se non si trova una colonnina libera nel raggio di qualche chilometro. Una doppia anima che ha conquistato il mercato italiano facendole entrare nella grande mercato delle auto economiche, da sempre le più ricercate dal grande pubblico.

Le auto ibride più economiche

Oltre a questi vantaggi, poi, le auto ibride possono beneficiare anche degli ecoincentivi messi a disposizione dallo Stato permettendo agli automobilisti, nei casi previsti dalla legge, di risparmiare ulteriormente. Ma quali sono i modelli di auto ibride economiche presenti sul mercato? Ecco una guida su prezzi, consumi e caratteristiche di queste autovetture.

Toyota Yaris Hybrid

Toyota Yaris – Foto Credits Toyota Press

Tra le auto ibride economiche non poteva certo mancare Toyota Yaris. La casa giapponese, infatti, è stata una delle prime ad esplorare la frontiera green nel mondo delle auto e adesso con la nuova Yaris è pronta a conquistare sempre più automobilisti. Dotata di un motore 1.5 Hybrid, l’auto sviluppa una potenza di 116 cv, assicurando una velocità massima di 175 Km/h e un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in 9,7 secondi con un consumo nel ciclo combinato di 2,9 l/100 Km ed emissioni di CO2 per 64 g/Km. Numeri che, uniti al prezzo di poco superiore ai 22 mila euro, ne fanno una delle auto ibride più economiche sul mercato migliori da scegliere.

Ford Fiesta Hybrid

Ford Fiesta – Foto Credits Ford Press

Anche Ford Fiesta, grazie alla sua doppia anima, rientra tra le auto ibride economiche. Forte di un prezzo particolarmente competitivo, con la versione entry level che si può acquistare per una cifra di poco inferiore ai 20 mila euro, la vettura della casa dell’Ovale Blu è capace di erogare una potenza massima di 92 kW/125 cavalli con un’accelerazione da 0 a 100 km/h che avviene in 9,8 secondi e una velocità massima raggiungibile di 191 km/h. Dati che ne fanno l’auto perfetta per chi, nonostante l’attenzione per l’ambiente, non vuole rinunciare a un po’ di sana guida sportiva.

Hyundai i20 Ibrida

Hyundai i20 – Foto Credits Hyundai Press

Nel variegato mondo delle auto ibride economiche entra anche la Hyundai i20. Il restyling della vettura ha portato, oltre a nuovi paraurti anteriori e posteriore e la griglia frontale rivista, anche la propulsione mista. Hyundai i20, infatti, adesso può vantare un anche un motore ibrido benzina di 998 cc capace di erogare una potenza massima di 74 kW/100 cavalli per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 10,4 secondi e una velocità massima raggiungibile di 188 km/h. Parca anche nelle emissioni di CO2, che sono di 123 g/km, può essere acquistata per 18.750 euro.

Suzuki Swift Hybrid

Suzuki Swift – Foto Credits Suzuki Media

La nuova generazione di Suzuki Swift, ormai una classica delle piccole urbane, può vantare anche un’anima ibrida. Lunga 384 cm, larga 174 cm e alta 148 cm con un bagagliaio da 265 a 579 litri, è equipaggiata con motore ibrido benzina di 1.242 cc capace di erogare una potenza massima di 66 kW/90 cavalli ed una coppia massima di 120 Nm a 4.400 giri/min. Dotato di un serbatoio da 37 litri, riesce a contenere le emissioni di CO2 a 90 g/km mentre fa segnare una velocità massima raggiungibile è di 180 km/h per un prezzo di 16.600 che la fa entrare a pieno titolo tra le auto ibride economiche presenti sul mercato italiano.

Suzuki Ignis Hybrid

Suzuki Ignis – Foto Credits Suzuki Media

Un mini SUV capace di ambientarsi e districarsi anche nel traffico cittadino, il suo habitat naturale: questo è la Suzuki Ignis, ora anche in versione ibrida. La piccola giapponese, una delle macchine ibride economiche per eccellenza, offre un consumo di 3,9 l/100 Km nel ciclo combinato, con emissioni di anidride carbonica di 89 g/Km e una velocità massima di 165 Km/h. Acquistabile per circa 16.500 euro, la Suzuki Ignis Hybrid può essere una valida alternativa per chi, pur muovendosi in città prediligendo misure compatte, non vuole rinunciare alla comodità.

Fiat 500 Hybrid

Fiat 500
Foto Getty Images | Tim Graham

Anche uno dei classici dell’auto italiana come la Fiat 500 può vantare una doppia alimentazione ibrido/benzina. Proprio come altri modelli, infatti, anche il mitico Cinquino ha scelto di rinnovarsi non tanto nelle linee, rimaste fedeli al modello a propulsione tradizionale quando sotto al cofano con l’arrivo della motorizzazione 1.0 litri tre cilindri 70 cavalli della nuova famiglia FireFly che riduce i consumi rispetto alla versione tradizionale di quasi il 30% e porta le emissioni di CO2 sotto i 90 g/km. Il prezzo di listino è di poco superiore ai 15 mila facendo rientrare la Fiat 500 Hybrid nella categoria delle auto ibride economiche.

Lancia Ypsilon Hybrid

Lancia Ypsilon Ecochic – Foto Credits Fca

C’è un’altra italiana tra le auto ibride economiche: si tratta di Lancia Ypsilon, ovviamente nella versione dalla doppia anima con un listino prezzi che parte da 14.500 euro. Un cambio d’abito, quello della nuova vettura della casa italiana che permette alla, che permette all’auto di rimanere al passo con i tempi dotandosi di un motore ibrido benzina di 999 cc e 51 kW/70 cavalli con emissioni di CO2 a 92 g/km e i consumi a 4 l/100 Km nel ciclo misto.

Fiat Panda Hybrid

Fiat Panda Hybrid – Foto Credits Fca

La nuova Fiat Panda, nata per celebrare i 40 anni di una delle vetture più iconiche di sempre, è una delle auto ibride economiche presenti sul mercato. Lunga 365 cm, larga 164 cm e alta 155 cm è dotata di un motore motore ibrido/benzina di 999 cc – omologato Euro 6 – capace di erogare una potenza massima di 51 kW/70 cavalli per una velocità massima di 164 km/h con emissioni pari a 89 g/Km di CO2. Il tutto per un prezzo di 13.400 euro. 

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti