Kia Sportage

SUV dal design evoluto, tanto comfort e alta qualità

43
Nuova Kia Sportage 2018 foto ufficiali
  • N.D.
  • 21.000 - 36.000 €
  • 4,7 - 7,5 L/100KM
  • 5
  • Da 503 a 1492 L
La Kia Sportage 2018 è un SUV medio, il modello di maggior successo commerciale della casa coreana. Le dimensioni di Kia Sportage sono quelle tipiche di un segmento C, cresce però rispetto al passato, per offrire più spazio a bordo – grazie al passo incrementato – e per i bagagli. In lunghezza misura 4 metri e 48, 4 centimetri più che in passato, mentre 3 vanno a beneficio del passo, ora a 2 metri e 67. Invariate larghezza e altezza, 189 centimetri la prima e 163 centimetri la seconda. Il bagagliaio può ospitare fino a 503 litri, un deciso progresso rispetto ai 465 litri della generazione destinata a cedere in passo dai primi mesi del prossimo anno, mentre abbattendo gli schienali si ottengono 1492 litri di capacità massima. Due tratti caratterizzano la Kia Sportage 2018 al primo sguardo: la calandra a naso di tigre e i fari diurni a led a mo’ di cubetti di ghiaccio. Elementi che si ritrovano sul frontale della Nuova Sportage, che lascia per strada quelle che sembravano linee più equilibrate per andare incontro a un design piuttosto ardito. Anche i gruppi ottici principali subiscono importanti modifiche, spostati più in alto, ad altezza cofano motore e con un andamento vagamente a boomerang. La porzione centrale del muso è tutta per la calandra, dalle ampie dimensioni e accompagnata dalle aperture laterali su paraurti, dove trovano spazio fendinebbia e luci diurne a led. La vocazione da offroad viene sottolineata dalla slitta in plastica sul bordo inferiore del paraurti. Stravolgimento anche in coda, dove i fari diventano più sottili e vengono collegati da un profilo in tinta con i gruppi ottici. La targa si sposta dal paraurti al portellone, mentre i due terminali di scarico si fanno più presenti, inseriti in una grembialatura in plastica chiara. A bordo i cambiamenti sono notevoli, con una plancia su due livelli, quello superiore dedicato all’infotainment, con un display da 7 o 8 pollici a scelta, inserito al centro e incorniciato dalle bocchette d’aerazione, mentre la porzione più in basso presenta i comandi secondari del climatizzatore e dell’impianto audio. Non manca nemmeno un vano per ospitare vari oggetti. Il tunnel, invece, è relativamente alto e si nota la leva del cambio automatico. Interessante la presenza di un parabrezza panoramico, completato da una seconda porzione in vetro, in corrispondenza dei sedili posteriori. Gli interni della Kia Sportage spiccano per il comfort e la consueta qualità e razionalità. Per quanto riguarda la scheda tecnica, la Kia Sportage offre motori improntati soprattutto alla marcia in relax cittadino o extraurbano regolare; a benzina abbiamo il 1.6 aspirato da 132 cavalli e il turbo da 177 cavalli, questo anche con la trazione integrale. La Kia Sportage turbodiesel propone il molto tranquillo 1.7 CRDi da 115 cavalli, per il passeggio cittadino, poi quello più nuovo e prestazionale da 141 cavalli con cambio automatico a doppia frizione DCT. Infine troviamo il 2.0 CRDi con trazione integrale e potenze di 136 o 185 cavalli. Niente neopatentati, ne versioni a GPL. La Kia Sportage non punta sulle prestazioni ma sulla scioltezza di marcia. I consumi potrebbero essere migliori. I prezzi sono in linea con la concorrenza.

Versione consigliata

Se si è sicuri di non avere mai bisogno della trazione integrale, allora il più recente 1.7 turbodiesel da 141 cavalli è la soluzione più equilibrata, dove la generosa coppia di 340 Nm è ottimamente assecondata dal veloce cambio a doppia frizione. Inoltre il controllo elettronico nelle discese aiuta a superare pendenze ripide su strade montane, ammesso di montare pneumatici adatti. L’allestimento GT Line è il più bello esteticamente e offre tutto. Chi ha assolutamente bisogno del 4×4 è meglio che si orienti sul 2.0 diesel da 185 cavalli (177 cavalli a benzina oggi è da premium). Costa solo mille euro in più ma ha prestazioni di tutt’altro rilievo, anche se i consumi sono altini e il cambio automatico è a convertitore. Invece il 2.0 da 136 cavalli costa come il 1.7, ha un po’ di coppia in più ma pesa anche un quintale in più e ha di serie il cambio manuale; l’automatico, a convertitore, costa duemila euro; non ne vale la pena.

PRO

  • Garanzia di 7 anni o 150.000 Km. La offre solo Kia, è un importante valore aggiunto.
  • Comodità: Elevato comfort di marcia e molto spazio.
  • Dotazione: Ricco allestimento GT Line.

CONTRO

  • Trazione: E' un peccato non avere reso disponibile la trazione integrale al 1.7 CRDi 141.
  • Consumi alti sul 2.0 CRDi 185. D'altra parte, potenza elevata e peso non piuma si pagano al distributore.
  • Potenza: Il 1.7 CRDi 115 spinge poco.

SCHEDA TECNICA

I dati tecnici e le caratteristiche

MOTORI

Cambio manuale, automatico
Trazione anteriore, integrale
Coppia Massima 161/4850 - 400/1750 rpm

CONSUMI E EMISSIONI

Consumo urbano 5,7 - 9,2/100 km
Consumo extraurbano 4,2 - 6,5/100 km
Consumo medio 4,7 - 4,7/100 km
Consumi reali 5,74 - 5,74/100 km

DIMENSIONI E MISURE

Tipo di carrozzeria Suv
Lunghezza 4480 mm
Passo 2670 mm

PROVA SU STRADA

NEWS

MODELLI

Parole di Roberto Speranza

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.