Dakar 2016, sesta tappa: le Peugeot 2008 DKR primeggiano

da , il

    Dakar 2016, sesta tappa: le Peugeot 2008 DKR primeggiano

    Gli oltre 500 km di prova speciale di oggi, sesta tappa della Dakar 2016, hanno decretato un qualcosa che cominciava ad aleggiare sempre più insistentemente nell’aria: le Peugeot 2008 DKR sono inarrivabili. Lo dimostra l’ennesimo podio conquistato dai “leoni”, Peterhansel e Sainz in ordine, mentre Loeb solo quarto.

    Salar di Uyuni, una tappa di oltre 500 km su una distesa situata a 4.000 metri di altezza, uno dei passaggi più intensi per piloti e mezzi che devono combattere contro le temperature e la rarefazione dell’ossigeno, cercando di dare il 100% senza perdere lucidità. In questa sesta tappa della Dakar 2016 le tre Peugeot di Peterhansel, Sainz e Loeb si sono date battaglia senza quartiere lungo tutto il percorso, ad oltre 200 km/h sullo sterrato, con l’intento di primeggiare metro dopo metro e cercando di non lasciare strada per nessuna ragione al mondo. Hanno così guadagnato ancora una volta il podio, con Peterhansel primo e Sainz secondo, mentre Loeb solo quarto, continuando ad allungare sugli inseguitori e confermando sempre più la superiorità delle Peugeot 2008 DKR che li accompagnano in queste “scorribande”.

    Adesso la carovana di mezzi e personale si sposterà verso il confine con l’Argentina per preparare la settima tappa, che prenderà il via dopo questo trasferimento di oltre 1.000 km.

    Classifica sesta tappa Dakar 2016

    Stephane Peterhansel (FRA, Peugeot) 05:01:07

    Carlos Sainz (ESP, Peugeot) a 17 secondi

    Yazeed Alrajhi (SAU, Toyota) a 7 minuti e 19 secondi

    Sebastien Loeb (FRA, Peugeot) ad 8 minuti e 15 secondi

    Nasser Al-Attiyah (QAT, MINI) ad 8 minuti e 51 secondi

    Nani Roma (ESP, MINI) ad 11 minuti ed un secondo

    Orlando Terranova (ARG, MINI) a 13 minuti e 6 secondi

    Mikko Hirvonen (FIN, MINI) a 14 minuti e 15 secondi

    Giniel De Villiers (RSF, Toyota) a 15 minuti e 14 secondi

    Erik Van Loon (NED, MINI) a 16 minuti e 45 secondi

    Ciryl Despres (FRA, Peugeot) a 16 minuti e 45 secondi