Mitsubishi Outlander PHEV: prezzo, scheda tecnica e consumi del fuoristrada ibrido [FOTO]

Mitsubishi Outlander PHEV: prezzo, scheda tecnica e consumi del fuoristrada ibrido [FOTO]

Autonomia, prezzi e allestimenti della Nuova Mitsubishi Outlander PHEV

da in Auto 2014, Auto Ibride, Auto nuove, Fuoristrada e SUV, Mitsubishi, Mitsubishi Outlander
Ultimo aggiornamento:

    Mitsubishi Outlander PHEV, frontale

    Arriva in Italia il fuoristrada ibrido che tanto aspettavamo e che ormai da tempo ci eravamo fermati a leggerne tutte le indiscrezioni e informazioni ufficiali di una vettura che sfoggia la dotazione tecnica della versione già in vendita in Giappone. Alcuni accorgimenti sull’assetto differenzieranno il modello nostrano da quello dagli occhi a mandorla, ma quel che conta è la conferma dell’innovativo sistema ibrido plug-in un po’ diverso da quel che siamo abituati a conoscere.
    L’Outlander è un suv che all’occorrenza deve sapersi districare anche nei passaggi off-road, quindi la trazione integrale è un must. Come conciliare le esigenze del quattro per quattro con quelle di un modello ibrido?

    Semplice: impiegando due motori elettrici anziché uno. Si sarebbe potuto optare per un sistema ibrido con un solo motore elettrico al retrotreno, ma quel che lancia Mitsubishi è qualcosa di più avanzato, perché consente di muoversi in modalità elettrica anche in 4×4.

    Ibrida integrale sui generis

    Tre modalità d’uso per situazioni ben precise. Anzitutto a impatto zero, con un’autonomia di 52 chilometri; è la modalità EV, quella in cui i motori elettrici da 82 cavalli si alimentano dal pacco batterie agli ioni di litio posto sotto il pianale, internamente al passo. Emissioni pari a zero, consumi di carburante altrettanto. Poi c’è la seconda modalità (Ibrido Seriale), quella che guarda agli esperimenti già lanciati sul mercato, ovvero, la Opel Ampera per citarne una. Il motore benzina 2 litri da 121 cavalli funziona da generatore di elettricità per le unità elettriche quando la carica residua delle batterie non è sufficiente per proseguire la marcia in modalità EV, oppure, quando si richiede maggior potenza all’intero sistema. Infine, la terza modalità, denominata Ibrido Parallelo, che è quella pensata per le andature autostradali, dove i benefici di un sistema elettrico si azzerano. Il due litri benzina assicura la spinta necessaria, con i motori elettrici in stand by e pronti a intervenire. Si consideri che con i due motori elettrici e quello a benzina l’autonomia totale passa a 826 chilometri.
    Insomma un complessivo di un motore 2 litri da 203 cavalli di potenza massima (149 kW) forte di una velocità massima che arriva a 170 chilometri orari e di raggiungere i 100 chilometri orari da fermo in 11 secondi netti.

    Mitsubishi Outlander PHEV, sistema ibrido

    Un altro beneficio dell’architettura con due motori elettrici e uno termico deriva dall’assenza dell’albero di trasmissione per trasferire la coppia al retrotreno.

    Un risparmio di peso tuttavia azzerato dalle componenti necessarie per il funzionamento del sistema ibrido, con le batterie da 12KWh agli ioni di litio, i generatori e i due motori che impattano per circa 300 kg rispetto alla più pesante delle Mitsubishi Outlander integrali a listino. Dove incide è sulla capacità del bagagliaio, in grado di assicurare 463 litri contro i 477 della versione tradizionale, mentre la capacità massima di carico si attesta a 1594 litri.

    Mitsubishi Outlander PHEV, architettura

    Consumi col trucco?

    La sigla PHEV nasconde al suo interno un’altra carta importante tra quelle della nuova Outlander: la possibilità di ricaricare le batterie dalla presa di corrente; infatti, siamo di fronte a un’ibrida plug-in che si ricarica in poco più di 4 ore da una presa a 220 volt.

    Il beneficio sui consumi è immediato, visto che la media è di 52,6 chilometri con un litro, considerati ovviamente nelle condizioni più vantaggiose alla Outlander, cioè con batterie cariche e in grado di far percorrere ben metà di quei 100 chilometri presi a riferimento in modalità elettrica, mentre il motore termico agisce da generatore. Di conseguenza anche le emissioni di Co2 sono irrisorie: appena 44g/km.

    Allestimenti

    Essenzialmente due gli allestimenti con cui debutta Mistubishi Outlander PHEV: l’Instyle e l’Instyle Diamond.
    Il primo prevede già di serie il riscaldamento elettrico, sistema di gestione remota dei servizi di bordo tramite smartphone, doppia presa di ricarica, cavo di alimentazione 10A con control box, climatizzatore dual zone, i sedili anteriori riscaldati rivestiti in tessuto, i fari allo Xeno, i cerchi di lega da 18 pollici di diametro, impianto audio Rockford con nove diffusori e presa Usb specchietti elettrici ripiegabili e riscaldabili, connetività Bluetoot, volante multifunzione di pelle, cristalli posteriori oscurati, sedile posteriore frazionato 60/40, luci posteriori a Led, l’Avas System per l’emissione di un suono dedicato ai pedoni in modalità emissioni zero, l’Hill Start Assist, i sensori luci e pioggia, la retrocamera ed il cruise control.

    Per quanto riguarda invece l’allestimento Instyle Diamond, questo prevede inoltre sedile elettrico del conducente, tetto in vetro, portellone posteriore elettrico, computer di bordo con funzioni speciali dedicate al controllo dei consumi e l’impianto multimediale MMCS con lettore DVD.

    Gli optional sono il Premium Pack con Forward Collision Warning, Lane Departure Warning e Adaptive Cruise Control a 1.000 Euro.

    Listino Prezzi

    Ibrida ricaricabile:

    Mitsubishi Outlander 2.0 PHEV 203 cavalli Instyle 44.900 Euro
    Mitsubishi Outlander 2.0 PHEV 203 cavalli Instyle Diamond 48.900 Euro

    894

    Mitsubishi al Salone di Ginevra 2014
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2014Auto IbrideAuto nuoveFuoristrada e SUVMitsubishiMitsubishi Outlander
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI