Nissan Urge, più spartana di così….

da , il

    Nissan urge

    E’ il Salone Auto Detroit il prossimo obiettivo dell’ industria automobilistica mondiale e, fino adesso, la nazione più interessata a “ sfornare “ modelli, prototipi e concept-car dell’ ultima ora, è quella nipponica, cui seguiranno, sicuramente, gli altri produttori del pianeta.

    L’ impegno di Nissan, in atto, è per questa concept car, la Urge, bella perché essenziale, originale perché spartana; una trazione posteriore che si annuncia tutto pepe, dalle linee bizzarre e per questo, sicuramente gradite ai più.

    Non sappiamo tantissimo di questa concept che, laddove il giudizio dei visitatori del Salone dovesse essere unanime, potrebbe trasformarsi presto in auto definitiva. Sappiamo e intuiamo che trattasi di una vettura molto leggera che trae spunti progettuali dall’ industria motociclistica in cui i giapponesi sono maestri da sempre.

    Dicevamo che la Urge sarà all’ insegna dell’ essenzialità e, difatti, abituati ormai alla logica del sovraccarico di accessori, dotazioni e ammennicoli in genere, ritrovati in un auto, l’ osservazione dell’ abitacolo, per una vettura di futura concezione, sconcerta non poco.

    Niente climatizzazione, né navigatore satellitare e fors’ anche la dotazione base di una microcar supererebbe di molto quella della Urge. Ma sarà questo il segreto del successo di questa concept, l’ esser arrivati a toccare il massimo della sofisticheria nelle auto e svegliarsi una mattina immaginando un’ automobile che ci ricorda le dotazioni di vent’ anni fa. Con una piccola differenza, a quel tempo non esistevano i videogiochi potenti di oggi, in Urge, al centro dell’ abitacolo, campeggia una superba consolle di videogiochi, la Xbox 360.

    Forse basterà soltanto questo per garantirci di essere, pur sempre, nel terzo millennio?