Mercedes-AMG GT Concept 2017: l’ammiraglia che sfida la Panamera [FOTO]

Una grande coupé quattro porte con ibrido da oltre 800 cavalli per sfidare la Porsche Panamera.

da , il

    E’ una famiglia destinata a crescere quella del brand sportivo AMG ed abbiamo, con questo modello, la prima visione su Mercedes-AMG GT Concept 2017. Sigla nota, ma i contenuti sono nettamente diversi. Come la supercar, la coupé quattro porte debutta con un motore V8 biturbo 4 litri, ma stavolta c’è un’unità elettrica a supporto e le prestazioni schizzano in alto. E’ la prima proposta di ibrido modulare partorita direttamente da Mercedes-AMG, in attesa che arrivi la hypercar annunciata.

    Nello sviluppo massimo del sistema ibrido si raggiunge una potenza di sistema di 816 cavalli, che consente di abbattere il muro dei 3″ in accelerazione, sullo 0-100 km/h. Adotta un concept di batterie modulari, scalabili in funzione del modello sul quale la tecnologia ibrida verrà impiegata. Mercedes-AMG GT Concept non svela troppi dati di quella che è una show-car buona per anticipare gli stilemi della coupé quattro porte destinata ad arrivare sul mercato. Trazione integrale 4Matic+, con il supporto ovviamente del motore elettrico al posteriore, freni carboceramici, tre modalità d’uso (zero emissioni, puramente elettrica; ibrida; esclusivamente benzina).

    Il concept arriva in occasione dei 50 anni di AMG ed è stato interamente sviluppato dalla divisione sportiva Mercedes. Riprende temi cari alla GT coupé, come la AMG GT stradale sono forme morbide quelle che caratterizzano la linea. Sarà un modello, quello che arriverà su strada, destinato a contrapporsi a Porsche Panamera, una executive sportiva dalla linea diversa da quanto non dica già Classe S.

    Alcuni particolari fondamentali sono la coda morbida, con la linea del tetto molto rastremata verso il posteriore, un nolder scolpito sulla carrozzeria e alla base del lunotto, il portellone con apertura estesa per offrire il fondamentale volume di carico a bordo.

    La fiancata è priva di scolpiture, come vuole il corso stilistico Mercedes futuro: linee essenziali e sinuose. Gli specchietti sono sostituiti da telecamere posizionate sui passaruota anteriori, mentre la linea dei finestrini è sottile e a cuneo. Il muso è caratterizzato da linee sportivissime, si parte dalla calandra Panamericana con griglie attive, per proseguire con la A-Wing in fibra di carbonio lasciata a vista e gli ipertecnologici fari, composti da un elemento principale a led e un elaborato sistema che ricorre alle nanotecnologie e alla fibra ottica per variare la funzione luminosa, dalle frecce a luci supplementari diurne. L’effetto tridimensionale è reso possibile dalla nano active fibre technology.

    A completare l’anteriore, il cofano motore con due protuberanze longitudinali, a ribadire le velleità da hypercar pur sotto le spoglie di una coupé quattro porte.

    I fari posteriori riprendono il disegno della AMG GT coupé e roadster, allungando però lo sviluppo. Esaltante il singolo terminale di scarico centrale, che lascia posto ai canali del diffusore ai lati.

    Salone di Ginevra 2017, tutte le novità