Motor Show Bologna 2016

Subaru Forester 2016: prova su strada, prezzi, allestimenti e motori [FOTO e VIDEO]

Subaru Forester 2016: prova su strada, prezzi, allestimenti e motori [FOTO e VIDEO]

    Una prova su strada e su fango della Subaru Forester modello 2016. La casa giapponese ha appena presentato alla stampa italiana il restyling del Suv medio che nel 2013 è arrivato alla quarta generazione. Le novità sono soprattutto estetiche, vedono alcuni ritocchi sia esterni che interni. Sono inoltre stati aggiornati e migliorati gli equipaggiamenti. In evidenza come sempre le scelte tecniche che costituiscono il marchio di fabbrica della Subaru: il motore boxer anche diesel, la trazione integrale simmetrica e, da qualche anno a questa parte, il sistema X-Mode per superare agevolmente anche i terreni impossibili. La nostra redazione ha potuto effettuare una prova sia su strada ordinaria che all’interno di un crossodromo, dove la Forester, in mezzo al fango spesso e alle ripide rampe, ha dato il meglio di sè. Scopriamo quindi la Subaru Forester 2016.

    Subaru Forester 2016 design

    Le novità estetiche esterne della Subaru Forester 2016 si concentrano in tre punti: paraurti anteriore, gruppi ottici e cerchi. Il paraurti è stato modificato nella sua parte inferiore, ora arrotondata verso i passaruota; è anche più grande la protezione nera intorno ai fendinebbia. I fari ora comprendono di serie le luci diurne e di posizione a Led, escluso l’allestimento Free; il loro disegno forma una grande C squadrata. L’idea è quella di richiamare gli occhi di un falco. Lo stesso motivo grafico si trova nei fanali posteriori, i quali integrano le luci di stop e retronebbia a Led. Per quanto riguarda i fendinebbia, è ben visibile la cromatura ad L che le delimita. E’ inoltre cambiato il disegno dei cerchi in lega, sia quelli da 18 pollici che la misura da 17. Entrambi hanno una tinta bicolore alluminio/nero. Cambiato infine il coprimozzo, colorato in alluminio oppure nero. Per quanto riguarda la carrozzeria, sono disponibili 16 colori. E’ nuova la tinta chiamata Sepia Bronze Metallic, cioè bronzo metallizzato.

    Subaru Forester 2016 dimensioni

    Non sono ovviamente cambiate le misure della Subaru Forester nella versione 2016, proprio perché si tratta di un restyling. La lunghezza totale è di 4.595 millimetri, la larghezza di 1.795, l’altezza di 1.735; il passo misura 2.640 mm. L’altezza minima da terra è di 220 mm. Il peso in ordine di marcia, a seconda delle versioni, varia da 1.485 a 1.645 Kg. Subaru Forester 2016 bagagliaio Per quanto riguarda il bagagliaio, la capacità massima ammonta a 1.592 litri. I sedili posteriori sono sdoppiabili. Una volta ribaltati diventano perfettamente orizzontali, facilitando ulteriormente la disposizione del carico. La bassa apertura del vano bagagli rende molto agevoli le operazioni.

    Subaru Forester 2016 interni

    Le differenze negli interni della Subaru Forester 2016 sono soprattutto nei rivestimenti. Ora viene usato materiale “soft touch”, più morbido e piacevole al tatto, in tutte le parti maggiormente toccate da guidatore e passeggeri. Migliorate generalmente tutte le rifiniture; rinnovati i rivestimenti dei sedili, sia quelli in pelle naturale che le versioni in tessuto. Per migliorare l’insonorizzazione sono state usate nuove guarnizioni dei finestrini, i quali hanno ora uno spessore maggiore. I comandi elettrici per le regolazioni del sedile di guida consentono di trovare in un attimo la posizione corretta. Lo spazio è ampio, sia davanti che dietro. La parte anteriore della plancia ha un nuovo profilo bicolore alluminio/nero lucido. Aggiornato anche il volante multifunzione, la cui razza inferiore è in colore argento. Per quanto riguarda comunicazioni e intrattenimento, tutto è racchiuso nel sistema che Subaru chiama Starlink, visualizzato su uno schermo touch da 7 pollici. Comprende, a seconda delle versioni, navigatore e le obbligatorie connessioni bluetooth per gli smartphone. I comandi sono replicati al volante. Per chi possiede un iPhone, c’è anche il riconoscimento vocale Siri. Nell’allestimento top di gamma l’impianto audio è di Harman/Kardon, ad 8 altoparlanti. Infine, le informazioni sul funzionamento della vettura sono riportate sul computer di bordo, collocato sopra le bocchette di ventilazione centrali; è ampiamente configurabile e lo schermo ha una leggibilità molto buona.

    Subaru Forester 2016 motore

    I motori sono i collaudati quattro cilindri boxer, aggiornati alle specifiche Euro 6. Abbiamo due propulsori 2.0 a benzina con basamento e testate in alluminio, oltre al doppio variatore di fase: un aspirato da 150 cavalli a 6.200 giri ed una coppia massima di 196 Newton metri a 4.200 giri, dotato di iniezione sequenziale multipoint; poi il top di gamma, il potente XT turbo ad iniezione diretta da 241 cavalli a 5.600 giri e coppia di 350 Nm da 2.400 a 3.600 giri. Il turbodiesel 2.0 common rail, anch’esso con basamento e testate in alluminio, eroga 148 cavalli a 3.600 giri ed una coppia massima di 350 Nm da 1.600 a 2.400 giri. Immancabile come i motori boxer troviamo la trazione integrale permanente simmetrica (tutti i componenti dell’impianto hanno una disposizione simmetrica lungo l’asse longitudinale della vettura. Questo, unitamente al motore a cilindri orizzontali, contribuisce ad abbassare il baricentro della macchina, migliorandone il comportamento stradale). Sono disponibili due tipi di trasmissioni, a seconda delle versioni. Dove il cambio è manuale a 6 marce, il differenziale centrale a slittamento limitato distribuisce la coppia fra i due assi ed un giunto viscoso ne controlla la differenza nella velocità di rotazione; la coppia di base è distribuita al 50% fra i due assi. Invece in abbinamento al cambio automatico a variazione continua Lineartronic non c’è il differenziale centrale. Troviamo invece il sistema elettronico di ripartizione attiva della coppia; in condizioni normali è al 60% all’avantreno ma, in situazioni critiche, può variare in tempo reale; viene modificato anche il rapporto di trasmissione del cambio. Il sistema di controllo della trazione X-Mode è uno dei punti forti della Forester e anche nella versione 2016 è perfetto. Si attiva alla pressione di un pulsante; è studiato per i terreni molto dissestati e le forti pendenze: quindi l’uso tipico in fuoristrada pesante. E’ un gioiello. Un’occhiata alle prestazioni, sebbene non si tratti di una vettura nata per correre. Il 2.0 aspirato accelera da 0 a 100 Km/h in 10″6; il turbo benzina scatta in 7″5; troviamo invece 9″9 per il diesel. Velocità massima 221 Km/h per il turbo benzina, 190 per gli altri due. Più interessanti i consumi ricordando che, trattandosi di un Suv, abbiamo un corpo vettura di peso importante, elevata altezza da terra e aerodinamica forzatamente non efficiente. Sui test nel ciclo combinato, cioè il consumo medio, la casa dichiara 6,9 litri per 100 Km per l’aspirato; 8,5 per il turbo benzina; da 5,7 a 6,3 per il diesel.

    Subaru Forester 2016, test drive

    La prova della Subaru Forester 2016 è avvenuta sul modello con motore 2.0 turbodiesel e allestimento Sport Unlimited. Nei percorsi stradali il comfort è buono. Il motore ha la necessaria potenza per compiere sorpassi agevolmente, le curve non sono mai un problema: nessuna incertezza né in quelle veloci che in quelle strette. L’assetto è morbido quanto basta per non risentirne a livello di comodità, senza compromettere la tenuta di strada che, per un Suv, è eccellente. Ma è sui percorsi in fuoristrada che gli amanti di queste cose possono realmente divertirsi, senza la necessità di ricorrere ad un veicolo specializzato (che sull’asfalto diventa una tortura). Nel crossodromo situato vicino all’aeroporto di Milano Malpensa la Forester si è bevuta rampe a pendenza fortissima, su terreno profondamente dissestato e altamente infangato, sia in salita che in discesa, senza minimamente soffrire. Qui una parte importante l’ha ricoperta il sistema X-Mode: nelle ripide salite ripartiva in modo precisissimo la coppia sulle quattro ruote per garantire sempre la motricità sufficiente a proseguire; nelle discese a precipizio si potevano togliere i piedi dai pedali, il sistema faceva da solo, agendo anche sui freni per andare giù senza slittare. Fantastico.

    La Subaru Forester 2016 offre quattro allestimenti per le motorizzazioni a benzina e quattro per il diesel. Per il 2.0 aspirato si può anche scegliere la doppia alimentazione col Gpl. Tra le varie dotazioni di serie su tutte le versioni, segnaliamo la tecnologia Steering Responsive Headlight, in cui il fascio di luce ruota insieme allo sterzo, per una maggiore visibilità in curva, quindi più sicurezza. Cominciando dalle versioni a benzina, l’allestimento di partenza è il Free 2.0i (motore aspirato) a cambio manuale. Troviamo tra l’equipaggiamento il climatizzatore automatico, il display da 6.2 pollici e l’audio a 4 altoparlanti. Prezzo di listino chiavi in mano: 27.990 euro. Saliamo con l’allestimento Style 2.0i, motore e cambio invariati; abbiamo Cruise Control, climatizzatore bi-zona, sedili anteriori a regolazione elettronica, fari a Led, retrocamera, display da 7 pollici. Prezzo: 30.490 euro. C’è poi lo Style 2.0i Lineartronic, identico al precedente ma con cambio automatico Cvt e paddles al volante. Prezzo: 32.790 euro. Infine il top di gamma, l’allestimento 2.0i XT Lineartronic. E’ il turbo benzina da 241 cavalli. Il cambio Cvt ha 8 rapporti quando è usato in modalità manuale. Troviamo cerchi da 18 pollici, tetto apribile, sedili in pelle e con memoria, vetri posteriori oscurati, chiusura elettronica bagagliaio e audio Harman/Kardon ad 8 altoparlanti. Prezzo: 41.990 euro. Passiamo ai diesel. Lo Style 2.0D ha cambio manuale, cerchi da 17 pollici, climatizzatore bi-zona, retrocamera, regolazione elettronica dei sedili, display da 7 pollici, fari a Led. Prezzo: 31.990 euro. Lo Sport Style 2.0D aggiunge paraurti sportivo, pedaliera in alluminio, cerchi da 18, chiusura elettronica bagagliaio. Prezzo: 33.590 euro. Saliamo allo Sport Style 2.0D Lineartronic che al precedente aggiunge il cambio automatico. Prezzo: 35.890 euro. Chiudiamo con l’allestimento Sport Unlimited 2.0D Lineartronic. Cambio automatico, sedili in pelle e con memoria, vetri oscurati, impianto Harman/Kardon ad 8 altoparlanti e navigatore. Prezzo: 40.590 euro.

    1891

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI