Citroën Unconventional Team: come si rinnova la squadra per il 2018

Cinque atleti di alto livello per rappresentare lo spirito giovane, innovativo e anticonformista che da sempre contraddistingue la casa francese. Conosciamo il Citroen Unconventional Team 2018.

da , il

    Citroën Unconventional Team: come si rinnova la squadra per il 2018

    Il 2017 è stata un’ottima annata per Citroën, sia dal punto di vista dei risultati commerciali (sono oltre 78.000 le vetture piazzate nel bel paese) sia a livello di prestigiosi riconoscimenti ottenuti dalla stampa europea. Quale modo migliore, dunque, per inaugurare il nuovo anno se non presentando la rinnovata squadra di sport di scivolamento? Nato nel 2016, il Citroën Unconventional Team – d’ora in poi abbreviato in C.U.T. per comodità – è un’iniziativa della filiale italiana del “double chevron” che riunisce i migliori atleti dello scenario nazionale (e non solo) specializzati in diverse discipline, tutte adrenaliniche e fuori degli schemi, ma accomunate dal fatto che si praticano “su tavola”, come snowboard o surf. Caratteristiche come stile di vita, personalità e passione per le sfide contraddistinguono i membri del C.U.T., in perfetta sintonia con lo slogan di marca “Be Different, Feel Good”.

    Citroen Unconventional Team 2018 (1)

    L’auto ufficiale della squadra è la Citroen C3 Aircross, sbarazzina crossover dagli ingombri contenuti (è lunga 4,16 metri), ma con uno spazio interno generoso e ben modulabile. Presenti sulla vettura i più recenti sistemi tecnologici, sia per il comfort che per la sicurezza: in particolare spicca il Grip Control, un dispositivo che sfrutta al meglio tutta l’aderenza disponibile sui fondi viscidi. L’altro mezzo invece è il Citroen Jumper, un veicolo commerciale leggero destinato a chi trasporta attrezzatura assai ingombrante.

    SULLE ALPI DELL’ALTO ADIGE

    Citroen Unconventional Team 2018 (2)

    La presentazione del C.U.T. 2018 avviene ad Obereggen, rinomata località sciistica poco distante da Bolzano, scelta sia per la bellezza dei suoi paesaggi sia per l’eccezionale disponibilità di servizi per i visitatori (111 km di piste e possibilità di sciare in notturna). In particolare è presente lo “Snowpark”, ossia un’area allestita con apposite strutture personalizzate dalla casa transalpina. Ad esempio troviamo un “rainbow rail” di 8 metri posizionato in cima ad un hip, con il profilo di una C3 Aircross a grandezza naturale (o poco manca).

    SQUADRA CHE VINCE… SI MIGLIORA

    Per quest’anno il C.U.T. prevede due conferme e tre “new entry”. Andiamo a conoscerli singolarmente, cominciando dai due veterani:

    1) MATTEO IACHINO, specialità windsurf.

    MOTTO: “passione e determinazione allo stato puro”

    Originario di Albisola (Savona), Matteo ha debuttato nei circuiti di Coppa del mondo PWA Slalom nel 2009 ed ha chiuso la stagione 2017 con un ottimo secondo posto in classifica generale! È il terzo anno consecutivo che sale su questo prestigioso podio e la scorsa stagione si è guadagnato uno storico primo posto diventando il primo italiano ad essere Campione del mondo PWA nella storia del windsurf.

    2) TONY CILI, specialità strapless kitesurf

    MOTTO: “Prima di tutto l’amore per il mare”

    Il crotonese Antonio Ciliberto – conosciuto da tutti col vezzeggiativo Tony Cili – è un vero “waterman” capace di padroneggiare ad alto livello tutti i “board sport” di mare, dal kitesurf al surf passando per windsurf e sup (Stand up paddle). Ma è soprattutto uno dei migliori interpreti internazionali del Kite Strapless, specialità in cui è campione italiano in carica degli ultimi tre anni.

    Citroen Unconventional Team 2018

    3) VLADISLAV KHADARIN, specialità snowboard

    MOTTO: “Tutto sembra impossibile finche non lo fai”

    Come facilmente avrete intuito, Vladislav Khadarin è lo straniero del gruppo, anche se da otto anni vive ormai in Italia. La sua specialità è lo snowboard. Uno dei pochi, se non forse l’unico, ad aver effettuato il “1800” ovvero cinque rotazioni complete in un unico salto, “Vlad” è uno dei più forti rider della Nazionale Russa e si è qualificato per le Olimpiadi sudcoreane di Febbraio 2018.

    4) ARIANNA CAU, specialità wakeboard e snowboard

    MOTTO: “La vita va vissuta in equilibrio sulla tavola”

    L’unica ragazza del team ha origini sarde, Arianna Cau ma da sempre abita in Trentino (Rovereto) ed ha avuto la possibilità di farsi notare nello snowboard durante l’inverno e nel kitesurf d’estate, per poi incontrare nel 2012 il wakeboard. Nel 2017 ha conquistato il titolo di campionessa italiana FSI di snowbord proprio sul tracciato dell’Obereggen. Si sta per laureare in scienze motorie.

    5) ANGELO BONOMELLI, specialità surf

    MOTTO: “Onde e sorrisi nella poesia del surf”

    Secondo italiano nel ranking mondiale, il tosco-varesino Angelo Bonomelli è un surfer che partecipa alle gare del circuito WQS, con uno stile unico e ben riconoscibile. Allenato, dalla leggenda del surf Didier Piter nelle acque di Hossegor in Francia si è laureato campione Italiano nel 2017 e fa parte della Nazionale Italiana.