Citroen DS Wild Rubis concept: scheda tecnica del suv ibrido al Salone di Shanghai 2013 [FOTO e VIDEO]

Al Salone di Shanghai 2013 Citroen lancia Wild Rubis concept, ovvero, il suv DSX, destinato ad arrivare sul mercato nel 2014

da , il

    Citroen uno sport utility vehicle in gamma ce l’ha già, è la C4 Aircross, alla quale potrebbe presto affiancarsi un modello di segmento superiore, anticipato al Salone di Shanghai 2013 dal concept Citroen DS Wild Rubis. Per intenderci un suv da 4 metri e 70 di lunghezza, in grado di entrare nella lotta tutta tedesca tra Audi Q5, Bmw X3, Mercedes GLK. Le altre misure: larghezza di 1,95 metri, altezza di 1,59 metri, unite ad un passo veramente importante di 290 centimetri. Le ruote, che prevedono grossi cerchi in lega da 21 pollici, sono posizionate ai quattro angoli, assicurando sbalzi ridotti.

    Il progetto nascerà intorno a una piattaforma già pronta, quella attualmente impiegata sulla Citroen DS5, protagonista del nostro test pochi mesi fa.

    Non solo il pianale sarà condiviso conla DS5, ma anche la possibilità di trazione integrale con il sistema ibrido diesel-elettrico, mentre le motorizzazioni benzina e diesel si presenterebbero unicamente con trazione anteriore. La presentazione al Salone di Shanghai segue la logica di una commercializzazione dapprima sui mercati asiatici (si parla già del 2014), mentre l’Europa arriverebbe in seguito con il nome di Citroen DSX. Gli ultimi dati del mercato cinese e indiano, infatti, confermano come i suv non conoscano crisi, davanti a un rallentamento delle vendite (in India) per gli altri segmenti.

    Il design è decisamente moderno ed audace, come ci ha abituato il Double Chevron sui modelli della gamma DS. Il cofano motore su due livelli, alto al centro, e i gruppi ottici, con una sorta di C stilizzata a disegnare i fasci di luce. La calandra sfoggia la sigla DS e non il doppio Chevron, segno che l’identità del suv dovrà essere chiara e quasi slacciata dal marchio transalpino. Le fiancate giocano sui volumi, con incavi e bombature per renderla personale ed esclusiva. Il posteriore è, infine, un tripudio di cromature: sia le cornici dei gruppi ottici che sul paraurti troviamo il trattamento cromato.

    In generale notiamo l’influenza stilistica del concept Numero 9.

    Non sarà un debutto assoluto quello di Citroen nel segmento dei suv dalle dimensioni importanti. Nel recente passato toccò alla C-Crosser, senza trovare però fortuna e consensi di vendite. Il progetto originò allora anche la Peugeot 4007 e la Mitsubishi Outlander, quest’ultima recentemente sostituita dalla nuova generazione.

    Il concept è spinto da un motore benzina turbo 1.6 litri da 225 cavalli, abbinato al motore elettrico posizionato al retrotreno. Assicura 70 cavalli, alimentati da batterie agli ioni di litio ricaricabili attraverso la presa elettrica, per quella che è una configurazione ibrida plug-in. Nel complesso la potenza raggiunge i 295 cavalli sulla Citroen DS Wild Rubis concept, mentre le emissioni di Co2 restano bassissime, appena 43 g/km,

    Tra le modalità di guida c’è ovviamente quella Zev (Zero Emission Vehicle), in grado di garantire 50 km di autonomia contando unicamente sul motore elettrico. Al pari degli altri modelli ibridi Citroen sarà proposta la modalità quattro ruote motrici, di fatto un funzionamento ibrido con l’attivazione manuale del motore al retrotreno.