Mercedes CLS 63 AMG Performance Shooting Brake: prova in pista da 557 CV [FOTO e VIDEO]

Dove se non in pista potevamo provare la nuova Mercedes CLS 63 AMG Performance Shooting Brake? Le curve del recente circuito dello Slovakiaring, in Slovacchia per l’appunto, sono state il terreno ideale per saggiare le caratteristiche di sportività, potenza ed assetto della variante station wagon della berlina-coupé di Stoccarda

da , il

    Dove se non in pista potevamo provare la nuova Mercedes CLS 63 AMG Performance Shooting Brake? Le curve del recente circuito dello Slovakiaring, in Slovacchia per l’appunto, sono state il terreno ideale per saggiare le caratteristiche di sportività, potenza ed assetto della variante station wagon della berlina-coupé di Stoccarda. In particolare la versione Performance, quella del nostro test drive, rappresenta la massima espressione, il top di gamma, grazie al suo propulsore otto cilindri a V da 5.5 litri, proposto nella configurazione da 557 cavalli di potenza massima, contro i “soli” 525 cavalli della versione normale. Ma non finisce qui, questa variante non ha il limitatore per la velocità massima a 250 km/h, ma riesce ad arrivare fino ai 300 chilometri orari. Insomma: le premesse sembrano davvero delle migliori, non ci resta che andare a scoprire come va questa Shooting Brake AMG.

    Estetica

    Sul piano estetico, la variante con firmata Aufrecht Melcher Großaspach (AMG) si può distinguere per alcune modifiche, che la sanno rendere più aggressiva. Tanto per cominciare il frontale sfoggia una nuova mascherina, con un unico listello orizzontale di decorazione, ed uno scudo paraurti ridisegnato, che include prese d’aria maggiorate e nuove luci diurne a LED. Non mancano poi dei cerchi in lega dallo stile dedicato, che sull’esemplare in prova avevano un disegno a cinque razze doppie con trattamento diamantato, che risaltavano molto bene sulla vernice bianca. Sono quattro i terminali di scarico cromati che spuntano dalla parte inferiore dello scudo paraurti posteriore, caratterizzati da una sezione trapezoidale. A completare il tutto le scritte identificative: “CLS63 AMG” sul portellone e “V8 Biturbo” sui parafanghi anteriori.

    Interni

    L’ambiente interno della CLS da noi provata era in configurazione “all black”, tutto nero. Ovviamente le possibilità di personalizzazione sono ampie e vi permetteranno di creare gli interni che corrispondono di più ai vostri gusti. La plancia resta quella delle versioni tradizionali, con uno stile moderno ed elegante, impreziosito da numerosi particolari in metallo satinato. Le differenze vanno ricercate nelle modanature, in fibra di carbonio oppure in metallo satinato, e nei sedili sportivi, dotati di ampi fianchetti capaci di contenere bene il corpo durante una guida spinta. Ci teniamo a citare due dettagli molto belli a nostro avviso: il volante, che presenta degli inserti in pelle scamosciata che assicurano anche una presa più sicura in caso di mani sudate, ed il rivestimento in legno del fondo del bagagliaio. Più grinta rispetto alle versioni normali, certo, ma il tutto senza eccedere.

    La qualità dei materiali è di alto livello, così come anche gli assemblaggi e le finiture sono molto curati. Difficile trovare qualche particolare sottotono, l’impressione generale è di lusso e perfezione.

    Dimensioni

    Parlando di dimensioni esterne, metro alla mano, la Shooting Brake misura una lunghezza di 496 centimetri, unita ad una larghezza di 188 centimetri. L’altezza ed il passo sono rispettivamente di 142 e 287 centimetri. Il bagagliaio ha, invece, una capienza di 550 litri, che possono essere portati fino a quota 1.750 litri, abbassando i sedili posteriori.

    Scheda tecnica

    Anche se ne esistono due versioni, quella normale e quella Performance, le differenze sono veramente minime. Il motore montato sotto al cofano è sempre lo stesso 5.5 litri (5.461 cc per la precisione) otto cilindri a V biturbo in grado di sviluppare una potenza massima di 525 cavalli ad un regime di 5.250 giri al minuto ed una coppia motrice di 700 Nm a 1.700 giri al minuto, che diventano 557 cavalli a 5.250 rpm e 800 Nm a 2.000 giri/minuto per la Performance. La trasmissione è affidata al cambio automatico sequenziale 7 marce 7G-TRONIC “one-touch” con paddles al volante, che trasferisce la potenza alle ruote dell’asse posteriore. Le prestazioni sono quelle di una sportivissima, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi ed una velocità massima, limitata elettronicamente, di 250 km/h. Per la versione più sportiva da 557 CV, non c’è nessun vincolo di elettronica e si possono raggiungere addirittura i 300 chilometri orari. Il consumo medio dichiarato da Mercedes è di 10,1 litri per 100 km, nel ciclo di omologazione misto.

    L’assetto è più rigido del normale, mentre anche i freni sono stati adeguati a tanta cavalleria, con dischi ventilati da 360 millimetri in acciaio oppure in carboceramica (optional). Decisamente importante anche la dimensione delle ruote, con pneumatici misura 255/35 all’anteriore e 285/30 al posteriore, montati su cerchi da 19 pollici di diametro. Grazie alla manopola posta sul tunnel centrale si possono gestire alcuni parametri della vettura per cambiare in parte l’indole del mezzo: Controlled Efficiency, Sport, Sport plus e Manual.

    Il peso è di 2.030 kg.

    Prova in pista

    Ad ospitare il nostro test drive, come già accennato all’inizio, è stato il circuito Automotodróm Slovakia Ring, situato a Orechová Potôň, in Slovacchia. Si tratta di una pista molto recente, che è stata inaugurata nel 2009.

    Saliamo a bordo della Mercedes CLS 63 AMG Performance Shooting Brake e come prima cosa ci occupiamo di regolare – in modo completamente elettrico – il sedile di guida, che si dimostra fin da subito molto contenitivo, un must su di una macchina come questa. Inseriamo la chiave e mettiamo in moto: automaticamente la vettura regola la cintura di sicurezza in modo che sia ben stretta al torace e sistema l’inclinazione del volante. Il propulsore V8 si avvia facendo subito avvertire in modo forte e chiaro la sua presenza, con un rombo cupo e decisamente coinvolgente. Non ci resta che spostare il manettino per la regolazione del cambio su manuale ed avviarci. Giù tutto sull’acceleratore e l’auto risponde in modo fulmineo alla sollecitazione del pedale, incollando letteralmente il guidatore e gli altri passeggeri ai rispettivi sedili. L’accelerazione è bruciante, tanto da farci dimenticare di essere a spasso con una station wagon di quasi 5 metri di lunghezza da oltre due tonnellate di peso. Allo stesso modo a colpire è anche la ripresa: l’auto sale di velocità rapidissimamente, con qualsiasi marcia ingranata. In questo senso dobbiamo dire che, specialmente in autostrada, è conveniente impostare il cruise control, altrimenti ci si ritrova ad una velocità da ritiro della patente, senza nemmeno accorgersene nel giro di poche decine di secondi.

    Arrivati alla prima curva pestiamo il pedale del freno, che restituisce un feedback consistente. La CLS AMG frena con vigore. Il carico viene spostato completamente all’anteriore, che quindi è pronto per impostare la traiettoria della curva. Con i controlli elettronici inseriti la Mercedes ha un comportamento evidentemente sottosterzante, tanto da farci dimenticare di essere al volante di una trazione posteriore. Togliendo tutti i controlli non sarà difficile cimentarsi in qualche derapata di potenza, anche se consigliamo di non esagerare perchè comunque non tutti hanno l’abilità per gestire l’auto in condizioni critiche. Inutile sottolineare che, a parte l’inerzia inevitabile dovuta al suo peso, in curva è piatta e precisa. Lo sterzo è preciso e sa restituire il giusto feeling, anche se forse si sarebbe potuto osare di più, con un comando ancora più diretto. Il cambio sa essere pronto nelle cambiate, anche se in certi momenti di guida sportiva si vorrebbe una cambiata ancora più rapida. Nella modalità automatica c’è un leggero ritardo tra l’affondo sul pedale dell’accelerazione e la scalata.

    Se usata ad andature normali, però, la Shooting Brake AMG sa essere docile, muovendosi con una souplesse davvero invidiabile. Il rumore proveniente dallo scarico, a bassi regimi, non è particolarmente invasivo e grazie alla buona insonorizzazione si possono fare anche lunghi viaggi senza problemi. L’unico inconveniente è legato ai consumi, davvero elevati, ma comunque normali per un V8 da oltre 500 cavalli.

    Prezzo

    La Mercedes CLS 63 AMG Shooting Brake ha un listino fissato a 125.745 euro, mentre per la versione Performance servono 143.682 euro.

    La pagella

    MOTORE: 9,5/10

    PRESTAZIONI: 10/10

    CAMBIO: 8,5/10

    CONSUMI: 6/10

    COMFORT: 7/10

    QUALITA’: 9/10

    VISIBILITA’: 7/10

    PREZZO: 6/10

    TENUTA DI STRADA: 9/10