Volkswagen Golf R400, foto spia: torna in vita il progetto con motore Audi?

Al Nurbugring avvistato un muletto di Golf R con un indizio che potrebbe suggerire l'utilizzo del 5 cilindri 2.5 litri

da , il

    Volkswagen Golf R400, foto spia: torna in vita il progetto con motore Audi?

    Dal concept Golf R400 sembrava che dovesse arrivare una versione pronta per il mercato, ma il dieselgate obbligò Volkswagen a rivedere i piani pensati nel 2014. Nel cassetto la “super-Golf”, la versione da 400 cavalli con motore 2 litri quattro cilindri. Le ultime indiscrezioni che arrivano sotto forma di foto spia dal Nurburgring di un muletto di Volkswagen Golf R sembrano suggerire, però, un’altra opportunità. E’ Autoevolution a rilanciare le immagini e non si intravede nulla di così eclatante, se non fosse per la particolarità dei terminali di scarico, ovali.

    Tutte le Golf adottano scarichi tondi, quelli ovali sono una prerogativa delle proposte Audi Sport. E tanto basta per lanciare possibili scenari futuri, di una Volkswagen Golf R400 sviluppata utilizzando non solo il propulsore ma anche la meccanica della Audi RS3 Sportback.

    Volkswagen Golf R400, le prestazioni con un motore 2.5 TSI

    Vorrebbe dire impiegare il motore cinque cilindri 2.5 litri, unico sul palcoscenico della produzione di serie in Europa, accreditato di 400 cavalli e 480 Nm di coppia, con iniezione diretta e indiretta. Per dare la misura di quale sarebbe il potenziale di una Golf con tale propulsore, basta riprendere le prestazioni della Audi RS3 Sportback, che fa i 280 orari e accelera in 4″1 da zero a cento.

    Motore che verrebbe completato dallo schema integrale sbilanciato nella ripartizione della coppia al retrotreno. Una necessità, visti cavalli e coppia disponibili. Che il muletto di Golf R in azione nasconda velleità importanti lo conferma anche l’impianto frenante sovradimensionato, con pinze a sei pistoncini sull’asse anteriore, e carreggiate ampliate, piuttosto evidente l’incremento all’avantreno.

    Volkswagen Golf R 400, foto spia scarichi

    Immaginando alla tempistica per un eventuale debutto, potrebbe coincidere con la chiusura dell’attuale ciclo di vita della generazione 7 di Golf, oppure, rappresentare il punto massimo con il quale introdurre la prossima serie, Golf 8. Quel che è certo è la prosecuzione dei test di collaudo della meccanica, impegno da monitorare nei prossimi mesi.