Auto elettriche più attese, i 5 modelli che arriveranno nel 2020

Una panoramica sulle novità dei veicoli EV in arrivo sul mercato con una selezione delle più interessanti per specifiche tecniche

Auto elettriche più attese, i 5 modelli che arriveranno nel 2020

Foto Shutterstock | di nrqemi

Il 2020, dati alla mano, sarà un anno in cui le auto a emissioni zero prospettano un ulteriore balzo rispetto al 2019. L’inizio dell’anno indica già buona parte di questo trend positivo. La quota delle e-car è salita all’1,2%, con un netto aumento di immatricolazioni rispetto allo 0,2% del gennaio 2019. E non meno determinante sarà il continuo arrivo di nuovi modelli e l’aumento della scelta. Guardando la classifica mensile troviamo sul podio al primo posto con 411 unità la Renault ZOE, seguita dalla Peugeot 208 con 318 e dalla Volkswagen Up! a 215. Due novità ed un classico del settore. Ma guardando al futuro? Quali sono le auto elettriche più attese sul mercato pronte ad integrare maggiormente l’offerta, concedendo all’utente una più ampia scelta? Ce ne sono 5 di cui sentiremo sicuramente parlare. Vediamole nel dettaglio.

Fiat 500 elettrica

fiat 500 elettrica

Sviluppata su una piattaforma dedicata, la nuova 500 elettrica sarà lunga 3,61 metri e larga 1,69 metri, crescendo così nelle dimensioni di 6 cm sia in lunghezza che in larghezza rispetto alla standard. Il passo aumenta fino a 2,32 metri, con il pacco batterie agli ioni di litio da 42 kWh che è stato alloggiato al centro del pianale. Equipaggiata con un motore da 118 CV, la nuova 500 raggiungerà, secondo i dati ufficiali della casa, i 320 km di autonomia. La velocità massima sarà limitata a 150 km/h. La Fiat 500 elettrica è già ordinabile nella versione full optional di lancio, La Prima, a un prezzo di 37.900 euro.

Renault Twingo Z.E.

Con Twingo Z.E. Renault ha lanciato la versione full electric della sua piccola city car iconica. L’approfondita conoscenza del marchio francese nel segmento delle piccole city car ha consentito lo sviluppo di un veicolo elettrico con autonomia e prestazioni perfettamente adatte agli utilizzi degli automobilisti urbani. Grazie alla sua batteria da 22 kWh, Twingo Z.E. è in grado di scorrazzare per tutta la città per una settimana intera con una sola ricarica. Circa 250 km di autonomia con unita a un motore elettrico da 60kW. Attesa con piacere.

Seat El-Born

Tra le auto elettriche più attese per il 2020 c’è Seat el-Born, la prima vettura 100% elettrica del marchio basata sulla piattaforma MEB del Gruppo VW. Dovrebbe arrivare sul mercato già quest’anno, e gode di un design moderno e sportivo tipicamente Seat con qualche accorgimento derivato dalle cugine della serie ID di Volkswagen. L’auto ha cinque porte, è compatta, e ha un’ottima autonomia di 420 km, garantita da una batteria da 62kW e da un motore da 150kW che eroga 204 CV.

Auto elettriche più attese, Honda E

E Tra le auto elettriche attese per il 2020 c’è anche Honda E. In arrivo presumibilmente nel secondo trimestre, partirà da un listino di 35.500 euro nella versione standard da 100 Kw, mentre per la variante Advance con motore da 113 kW servono 3mila euro in più. Una delle particolarità è la trazione posteriore. La vettura è offerta appunto in due livelli di potenza dell’elettromotore: la versione da 100 kW (136 cv) e da 113 kW (154 cv). Questi sono abbinati a una batteria agli ioni di litio da 35,5 kWh che permette un’autonomia massima di 220 km. I tempi di ricarica variano a seconda del sistema utilizzato, con una da ricarica pubblica da 50 kW raggiunge l’80% in 30 minuti circa mentre con una presa domestica da 2,3 kW impiega quasi 19 ore.

Auto elettriche attese, c’è Mazda MX-30

Il SUV coupè della casa nipponica Mazda CX-30 diventa elettrico e e in versione zero emissioni diventa MX-30. Portiere con apertura ad incastro una forma a coupé senza però rinunciare alla comodità dei cinque posti e a un bagagliaio particolarmente capiente, la Mazda MX-30 garantisce poco più di 200 Km di autonomia. Ma la sua forza sta nella ricarica particolarmente rapida. Anche a casa potrà essere completata in meno di 5 ore, mentre il prezzo si aggira tra i 30 e i 35mila euro con il vantaggio tipicamente giapponese di avere molti optional essenziali anche nell’allestimento base.

Parole di Riccardo Mantica