Motor Show Bologna 2016

Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde 2014 vs Volkswagen Golf 7 GTI: confronto

Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde 2014 vs Volkswagen Golf 7 GTI: confronto

Da sempre rivali agguerrite, le Alfa Romeo e le Volkswagen tornano a sfidarsi nel nostro consueto confronto

da in Alfa Romeo, Alfa Romeo Giulietta, Auto 2014, Auto nuove, Auto sportive, Berline, Confronto auto, Volkswagen, Volkswagen Golf
Ultimo aggiornamento:

    Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde 2014 vs Volkswagen Golf VII GTI

    Da sempre rivali agguerrite, le Alfa Romeo e le Volkswagen tornano a sfidarsi nel nostro consueto confronto. Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde 2014 vs Volkswagen Golf 7 GTI. La prima, portabandiera della passione tutta italiana nel fare auto sportive, si è appena rinnovata introducendo interessanti novità meccaniche condite da aggiornamenti sia estetici che interni. L’agguerrita rivale è la settima generazione del mito a tre lettere: GTI. Lanciata sul mercato l’anno scorso, è forte di un look classico, spigoloso ed accattivante, ma anche di una meccanica raffinata tipicamente tedesca. Insomma ci troviamo davanti due auto molto interessanti che hanno tutte le carte in regola per darsi filo da torcere.

    ALFA ROMEO GIULIETTA QUADRIFOGLIO VERDE NON PIU’ IN VENDITA DA FEBBRAIO 2016

    ALFA ROMEO GIULIETTA QUADRIFOGLIO VERDE NON PIU’ IN VENDITA DA FEBBRAIO 2016

    Stile

    In una berlina sportiva innanzitutto si cerca lo stile. Deve avere un design accattivante e sportivo, che la differenzi dal modello originale da cui deriva. In questo senso la Golf GTI riesce molto bene a rendersi più desiderabile e vistosa rispetto alla versione normale. Nuovi paraurti, sia davanti che dietro, nuova mascherina con il tipico bordino rosso ed il logo GTI, nuove minigonne, spoiler sul lunotto, cerchi in lega specifici, prese d’aria maggiorate e doppio terminale di scarico cromato. Non manca proprio niente degli elementi tanto cari all’utenza di queste vetture. Il tutto si condisce anche di fari anteriori specifici e gruppi ottici posteriori a LED con trattamento brunito.

    La Giulietta è già sportiva di suo nelle versioni più tranquille, ma si notano gli sforzi per renderla ancora più corsaiola. Ad esempio numerosi particolari che normalmente sono cromati, qui sfoggiano un nuovo trattamento brunito. L’assetto è stato ribassato di 10 mm, mentre al posteriore ci sono due scarichi maggiorati, uno per lato. Diciamo che un occhio distratto non trova molte differenze rispetto ad una Giulietta normale, a meno che non si stia guardando una Launch Edition (che ha un kit estetico dedicato con particolari neri e dettagli in fibra di carbonio).

    Entrambe aggressive e piacevoli rispondono a due gusti differenti: più tradizionale la tedesca, più particolare l’italiana. Parità: uno ad uno.

    Interni

    Quanto detto sull’esclusività degli esterni vale, ovviamente, anche per l’interno. Chi cerca una hot hatch vuole che sia sportiveggiante anche dentro e che sia capace di infrondere grinta con i suoi dettagli specifici. La vecchia Giulietta Quadrifoglio Verde era molto simile alle versiono normali, mentre la nuova può contare su tutta una serie di novità che migliorano molto l’impatto estetico. Tanto per cominciare possiamo menzionare i nuovi sedili portivi in pelle ed Alcantara neri con poggiatesta integrato, più contenitivi dei precedenti. C’è poi un nuovo volante con il fondo piatto, ma anche altri particolari dedicati, come la pedaliera in alluminio o i battitacco con logo del Quadrifoglio Verde.

    I sedili della Golf, invece, sono comunque sportivi e ben profilati, ma hanno un rivestimento con trama scozzese, elemento che strizza l’occhio alla tradizione e definibile quasi un must dagli appassionati. Sulla plancia i dettagli sono in una plastica lucida che ricorda un po’ la fibra di carbonio, così come non mancano ovviamente volante e pedaliera sportiva, proprio come sull’italiana. In generale dobbiamo riconoscere che, seppur sia fatta bene anche l’Alfa, la Golf sia migliore a livello di materiali e finiture. A livello estetico sono entrambe molto belle, ma la Golf ha una qualità percepita superiore e conquista la vittoria. Due ad uno per la tedesca.

    Motore e prestazioni

    Volkswagen Golf GTI: la tradizione si rinnova

    Qual è il motore della Volkswagen Golf 7 GTI? Si tratta di un 2.0 litri TFSI quattro cilindri turbo benzina da 220 cavalli di potenza massima, che assicura uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi ed una velocità massima di 246 km/h.

    In più sarà disponibile una il Pack Performance, che incrementa la potenza del motore a 230 CV, che consente un’accelerazione 0-100 km/h in 6,4 secondi e 250 km/h come velocità di punta. Come sempre si può scegliere tra il cambio manuale a sei marce e l’automatico sequenziale DSG a doppia frizione.

    Un cuore nobile si trova aprendo il cofano della Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde 2014. La versione facelift monta il motore della supercar Alfa 4C, il 1.750 TBi turbo benzina con basamento in alluminio, accreditato di 240 cavalli e 340 Nm di coppia motrice. L’unità è collegata al nuovo cambio Alfa TCT doppia frizione a secco con sei marce e paddles al volante. Velocità massima di oltre 240 km/h ed accelerazione da 0 a 100 km/h in 6 secondi netti.

    Sono molto simili dal punto di vista motoristico, però la Giulietta offre qualcosina in più in termini di prestazioni e piacere di guida. La GTI è un’ottima sportiva, ma si dimostra un po’ più turistica dell’italiana, che vince questa sfida. Si torna alla parità: due a due.

    Tecnica

    Entrambe hanno la trazione anteriore ed il differenziale autobloccante: la Volkswagen può contare sul lavoro dell’XDS+, mentre l’Alfa Romeo sul classico Q2. Anche lo schema sospensivo è molto simile, considerando la presenza del McPherson all’anteriore e del multilink al posteriore per entrambe. La Golf GTI Performance è inoltre dotata di dischi dei freni autoventilanti dalle dimensioni maggiorate: anteriori 340 x 30 mm, posteriori 310 x 22 mm; la GTI normale misurano rispettivamente 314 x 30 mm e 300 x 12 mm. L’impianto frenante della Giulietta è realizzato dalla Brembo e prevede dischi anteriori da 330 mm e pinze freni a quattro pistoncini, mentre al posteriore ci sono dischi da 278 mm. Una sostanziale parità sotto questo aspetto: tre pari.

    Prezzo e dotazione

    la VW Golf GTI Performance parte da 31.750 euro nella versione tre porte con cambio manuale ed arriva fino ai € 34.550 della cinque porte con cambio DSG. La Giulietta Quadrifoglio Verde 2014 costa 34.250 euro, mentre la Launch Edition costa 38.750 euro (tiratura limitata a 999 unità). Entrambe hanno una lista di accessori di serie molto lunga e completa e non fanno mancare davvero nulla. Anche dal punto di vista del costo si equivalgono, a parità di versione (5 porte e cambio sequenziale). Quattro pari.

    Considerazioni finali

    Che dire. La parità dice tutto. Due ottime sportive che non deluderanno le vostre aspettative. La Golf GTI si indirizza maggiormente al pubblico che cerca un’auto sportiva ma che sappia anche essere comoda e non troppo estrema, al top nella qualità degli interni. La Giulietta piacerà di più a coloro che cercano emozioni forti alla guida, ma comunque una vettura per tutti i giorni.

    ALFA ROMEO GIULIETTA QUADRIFOGLIO VERDE NON PIU’ IN VENDITA DA FEBBRAIO 2016

    1226

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alfa RomeoAlfa Romeo GiuliettaAuto 2014Auto nuoveAuto sportiveBerlineConfronto autoVolkswagenVolkswagen Golf

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI