Porsche Cayenne 2018: prezzo, interni e motori della nuova generazione [FOTO]

Costruita sul pianale MLB di Audi Q7 e Bentley Bentayga, la nuova Porsche Cayenne 2018 è più leggera ed agile. Dentro nuovi sistemi di assistenza alla guida ed una plancia simile a quella della Panamera.

da , il

    La nuova generazione del SUV della Casa di Stoccarda, la Porsche Cayenne 2018, si fa ammirare in un’ampia gallery di foto ufficiali. Farà il suo debutto in veste definitiva alla prossima edizione del Salone di Francoforte, a calendario dal 14 al 24 settembre 2017, e proporrà interessanti novità rispetto al modello attuale.

    Dal punto di vista estetico ci troviamo di fronte ad un chiaro esempio di auto tedesca, che con il lancio della nuova generazione si rinnova solo leggermente nello stile. Questo per non scontentare i tanti clienti che l’hanno scelta e che, in questo modo, possono continuare ad identificarsi anche con il modello successivo. A dispetto degli aggiornamenti “marginali” all’esterno, sono tante le novità che caratterizzano questa nuova Cayenne.

    Le novità nel design della Porsche Cayenne 2018

    Esteticamente troviamo richiami alla Porsche Panamera Sport Turismo e alla Macan. Cominciamo dal frontale: il nuovo modello adotta una griglia dalla forma leggermente differente, prese d’aria di maggiori dimensioni e nuove luci diurne a LED. I gruppi ottici anteriori mantengono una forma molto simile a quelli del modello precedente, ma il cofano, al contrario, si mostra ridisegnato.

    Spostandoci dal muso alla fiancata, la Porsche Cayenne 2018 ha una linea del tetto più sportiveggiante rispetto a prima e guardandola bene lascia intravedere un’altra importante novità. Il nuovo modello, infatti, ha un passo allungato, che va a vantaggio delle performance stradali e dell’abitabilità nella zona posteriore dell’abitacolo. Il piccolo finestrino dopo gli sportelli posteriori è leggermente più piccolo e dona più aggressività alla fiancata.

    I cambiamenti più importanti li possiamo ritrovare al posteriore, dove l’elemento di spicco sono i nuovi fanali a sviluppo orizzontale. I gruppi ottici sono molto simili a quelli usati sulla nuova Panamera Sport Turismo e sono piuttosto diversi da quelli precedenti. Ma non finisce qui, perchè anche a livello di dimensioni la Porsche Cayenne 2018 nasconde delle novità: il passo resta sempre di 290 cm, ma grazie agli sbalzi maggiori permette di ricavare un bagagliaio più grande di 100 litri (770 litri totali con i sedili posteriori in posizione).

    Porsche Cayenne 2018: interni ed infotainment

    Come si è già detto, l’esterno ha un look decisamente familiare. Tuttavia all’interno non vale lo stesso discorso, dato che i progettisti hanno lavorato sodo per dare all’ambiente un aspetto decisamente più moderno e minimalista. Una volta seduti sul sedile ci si trova davanti un nuovo volante a tre razze e si è circondati da rivestimenti in pelle e finiture in legno o altri materiali pregiati. Il nuovo cruscotto ha due display digitali, ma il vero pezzo forte dell’abitacolo è il gigantesco schermo nella consolle centrale per il sistema di infotainment. L’interfaccia viene battezzata Porsche Advanced cockpit: il sistema multimediale da 12,3 pollici full HD si controlla, esattamente come sulla Panamera, da una serie di comandi touch sul tunnel centrale o, in alternativa, direttamente dal touchscreen sul display. Interessanti i servizi online e la possibilità di avere la connessione ad internet.

    La tecnica

    Tutta nuova sotto, grazie alla piattaforma MLB del Gruppo Volkswagen. La base telaistica è quindi la stessa attualmente utilizzata per Audi Q7 e Bentley Bentayga che, grazie all’ampio utilizzo di alluminio e fibra di carbonio, consentirà di diminuire il peso complessivo, aumentando però la reattività nei cambi di direzione.

    Completa la gamma motorizzazioni, con motori benzina decisamente performanti. Al lancio la gamma si aprirà con la 3.0 litri V6 turbo da 340 cavalli e 450 Nm di coppia massima, ma ci sarà anche la versione più potente 2.9 litri V6 biturbo, accreditata di 440 CV e 550 Nm (Cayenne S). Le prestazioni prevedono, rispettivamente un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi (5,9 secondi con il Sport Chrono package) e 5,2 secondi (4,9 secondi con il Sport Chrono). La velocità massima, invece, è di 245 km/h sulla Cayenne normale e di 265 km/h sulla Cayenne S. La trasmissione è affidata ad un cambio automatico Tiptronic S ad otto rapporti.

    Interessante la presenza delle quattro ruote sterzanti, proprio come sulle ultime 911 e Panamera, che consentono di avere le ruote posteriori che sterzano controfase alle basse andature per una maggiore agilità e maneggevolezza, e sterzano in fase con quelle anteriori a velocità più alta, aumentando la stabilità. Il comfort è curato con la presenza di sospensioni ad aria, che adattano la taratura in funzione del percorso.

    Ma non dimentichiamoci che stiamo pur sempre parlando di un SUV. Per la nuova Cayenne sono previste, infatti, quattro modalità di guida specifiche per la guida in fuoristrada: Mud, Gravel, Sand e Rocks, i cui nomi fanno subito capire a che genere di fondo siano rispettivamente destinate.

    Chiudiamo con il discorso sulla sicurezza. Oltre ai sistemi di sicurezza attiva abbastanza diffusi sulle vetture di questo calibro (come il Lane Keeping Assist o il Park Assist con Surround View), segnaliamo anche la presenza dell’interessante Night Vision Assist, che grazie ad una termocamera a infrarossi migliora la sicurezza nella guida di notte. C’è anche il Lane Change Assist, per un cambio di corsia in guida autonoma.

    Arrivo sul mercato previsto per il primo trimestre del 2018, mentre i prezzi partiranno da 78.030 euro per la Porsche Cayenne 2018 3.0 V6 e da 95.598 euro per la Cayenne S 2.9 V6 biturbo.