Mazda

LA STORIA

La Mazda è una marca giapponese con sede a Fuchū che punta a competere in quel segmento di mercato a cavallo tra i generalisti ed i costruttori premium. L’azienda nasce nel 1920 (con il nome Toyo Cork Kogyo Co.) e si occupa della costruzione di utensili: è solo nel 1931 che arriva il primo veicolo, il Mazdago, un motocarro a tre ruote. Un’interessante nota storica riguarda il fatto che gli stabilimenti Mazda diedero un importante contributo a seguito dell'attacco nucleare di Hiroshima del 1945. Gli impianti Mazda, infatti, non vennero distrutti per via della presenza di una montagna tra la loro ubicazione e il punto di impatto della bomba: in questo modo divennero punti logistici per i soccorsi e per la ricostruzione degli anni a venire. Il primo veicolo a quattro ruote è il Romper, veicolo commerciale, del 1958, mentre la prima auto è la R360 ed arriva nel 1960. Fin dagli albori la Mazda si distingue per l’adozione di soluzioni tecniche particolari e diverse da quelle comuni. Ad esempio l’uso del motore rotativo Wankel, che debutta per la prima volta sulla celebre sportiva Mazda Cosmo Sports 110S nel 1967. Il motore rotativo sarebbe poi stato montato anche sulla famiglia delle Mazda RX-7 e, nei primi anni Duemila, anche sulla famosa RX-8. Questa tipologia di motore era perfetta per le auto sportive, dato che poteva arrivare a regimi di rotazione elevati ed aveva dimensioni compatte, che si traducevano in un peso contenuto. Nel 1979 la Ford entra in possesso di una parte dell’azienda e nel 1989 arriva la prima generazione di quella che forse è la Mazda più famosa di tutti i tempi, la MX-5 o Miata, la roadster due posti leggera e sportiva. Negli anni più recenti le Mazda hanno saputo distinguersi per un design molto personale ed aggressivo, con forme armoniose e giochi di luci ed ombre sui lamierati molto interessanti. Dal punto di vista tecnico, anche le Mazda più recenti si distinguono dalla massa: tanto per cominciare sui modelli della casa giapponese il downsizing è arrivato solo in parte. Altro elemento interessante è l’uso di motori a benzina aspirati, quando oramai quasi tutti puntano sui turbo. Altra innovazione degna di nota sono i motori Skyactiv-X, unità a benzina capaci di funzionare come i diesel, ovvero con accensione della miscela per compressione. A detta della Casa questo permette di ottenere livello di efficienza mai raggiunti prima. La gamma Mazda si apre con due vetture di segmento B: la Mazda 2, un’utilitaria sportiveggiante, ed il crossover compatto Mazda CX-3. Il segmento C è, invece, presidiato dalla berlina compatta Mazda 3 o in alternativa dal SUV Mazda CX-5. Nella fascia ancora più alta della gamma troviamo la Mazda 6, offerta sia con carrozzeria berlina che station wagon. Completa il tutto, ovviamene, la sportiva Mazda MX-5, ora disponibile sia con il classico tetto in tela che con il tetto in metallo retrattile (versione RF, Retractable Fastback), apribile con comando elettrico. Se cercate un’auto dallo stile unico ed inconfondibile, con interni piuttosto curati nei materiali e che vi sappia regalare un buon piacere di guida, una Mazda potrebbe fare al caso vostro.

LEGGI TUTTO

MODELLI Mazda

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.