Volvo

LA STORIA

La Volvo Car Corporation è una Casa automobilistica fondata nel 1927 a Göteborg in Svezia, come sussidiaria della SKF (produttore di cuscinetti a sfera). Inizialmente (nel 1915) il marchio Volvo fu registrato dalla SKF per utilizzarlo nel mercato americano per esportare dei modelli speciali di cuscinetti a sfera. Nel 1927 venne ripreso associandolo alle auto, visto che la traduzione latina significa movimento e dinamicità. La prima vettura fu prodotta proprio nel 1927 e si chiamò OV 4. In questi anni il marchio svedese produce vetture resistenti alle dure condizioni climatiche del paese. Il logo dell’azienda invece deriva dal simbolo alchemico del ferro, per indicare la robustezza delle vetture realizzate con acciaio di ottima qualità. Altro punto cardine del Costruttore svedese è l’attenzione per la sicurezza. Negli anni post bellici proseguì la storia di Volvo, espandendosi anche nell'Europa Continentale, senza però raggiungere volumi elevati di mercato. Ford Motor Company acquista la divisione auto di Volvo nel 1999 e la terrà fino al primo trimestre del 2010, quando viene ufficializzata la vendita al colosso cinese Geely. Quest’ultimo, dopo aver pagato al brand americano 1.8 milioni di dollari in contanti, ha subito investito grandi somme nel marchio svedese per farlo tornare in auge. I risultati si vedono, con una gamma ben articolata e completa di vetture con finiture di alto livello ed una dotazione tecnologica ai vertici. E’ grazie a Volvo se si è diffuso a livello mondiale il concetto di Station Wagon, con il lancio sul mercato della 240 (in vendita dal 1975 al 1993), modello diventato molto conosciuto grazie alla versione 245 che ha attribuito alla SW il ruolo di mezzo di famiglia. Le Volvo del passato erano caratterizzate dalla disposizione longitudinale del motore con trazione posteriore, schema mantenuto invariato fino all’introduzione dei modelli 400 (480, 440 e 460) per poi sparire completamente con la 850. A favore del classico motore trasversale-trazione anteriore (oppure integrale). Innumerevoli le innovazioni in ambito sicurezza compiute da Volvo nel corso degli anni, elenchiamo solamente le principali partendo dalla gabbia di sicurezza introdotta nel 1944. Altro passo decisamente importante furono le cinture di sicurezza a tre punti nei sedili anteriori nel 1959. Lo studio precoce dei crash-test, ha portato Volvo nel 1966 a progettare le proprie vetture con zone d’assorbimento agli urti sia davanti che dietro. Nel 1973 arriva il piantone di sterzo collassabile ad assorbimento d’urto, mentre nel 1974 spuntano i paraurti ad assorbimento d’energia. Tra le innovazioni più recenti troviamo il vetro anteriore idrorepellente nel 2004, il City Safety nel 2009 (frenata automatica sotto i 30 km/h), il Pedestrian Detection nel 2010 (frena automaticamente quando rileva un pedone) e l’airbag per pedoni nel 2012. Attualmente Volvo produce vetture del segmento premium. Il listino è composto da V40 (ottima berlina media a cinque porte, rifinita con cura, dal design ricercato e dall’ottima tenuta di strada, S60 (berlina classica) e la sua variante familiare V60, S90 (grande berlina, lussuosa ed elegante disponibile anche con motorizzazione ibrida) e la variante familiare V90 (comodissima nei lunghi viaggi, non ha nulla da invidiare alle rivali). Nel segmento suv troviamo il compatto e modaiolo XC40, il medio XC60 ed infine il grande XC90. Non molte le motorizzazioni, ogni vettura ha quelle più adatte alla tipologia stessa. Tanti invece gli optional che consentono di configurarsi l’auto a piacimento.

LEGGI TUTTO

MODELLI Volvo

Pagina 1 di 2

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.