Audi trionfa alla 24 Ore di Le Mans

La Audi R15 ha vinto la 24 Ore di Le Mans

da , il

    audi

    La 24 Ore di Le Mans è una delle competizioni più dure per la auto. La gara francese di durata è un test cui le migliori marche di automobili vogliono parteciparvi, per prestigio e per pubblicità di ritorno. A questa edizione 2010, molte delle marche d’auto da competizione si erano preparate al meglio, concorrenti francesi in testa con Peugeot. Qualcosa, però, per i colori nazionali della Francia, non è andato per il verso giusto. Infatti, dopo una presentazione alla grande da parte di Peugeot, con la sua Pole Position, la vettura non ha ottenuto la sperata vittoria.

    Al contrario, la Audi R15 TDI ha ottenuto una vittoria netta su tutti gli altri concorrenti. La casa degli anelli ha ottenuto, oltretutto, i primi tre piazzamenti con le sue 3 LMP1 in gara, arrivando a tagliare il traguardo, in parata, dopo quasi 400 giri. Per le sue concorrenti, Peugeot in testa, si è trattata di una competizione da dimenticare, questa del 2010. Eppure l’inizio era stato promettente per la 908 HDI Fap: la pole lasciava trasparire un bis del successo dello scorso anno.

    Anche le vittorie di Sebring e di Spa preannunciavano qualcosa di buono. Invece, tutte le vetture della casa d’auto del Leone si sono ritirate per problemi tecnici, alla bancata destra del motore. Le Audi R15, al contrario, hanno costruito una vittoria basandosi sulla sua grande affidabilità e sull’efficienza totale del complesso telaio-motore. Nonostante il fatto che, in termini di tetto velocistico, la R15 non avesse un passo forte, la vittoria è arrivata lo stesso grazie alla sua grande regolarità.

    Per le altre vetture in gara non c’è stato niente da fare. Una vittoria in grande stile che fa presagire, di già, la partecipazione alla prossima edizione della 24 Ore di Le Mans: con la R18 TDI, già in fase di sviluppo, si parla di un ridimensionamento dei motori endotermici e dell’arrivo, invece, di moduli elettrici aggiuntivi. In pratica, sta per cominciare l’era delle vetture da competizione endurance ibride.