Dakar 2017, prima tappa di “riscaldamento” per Peugeot [FOTO]

Le caratteristiche della frazione inaugurale favorivano le integrali, Sainz miglior piazzato, quarto

da , il

    La Dakar 2017 muove i primi passi. E con essa il team Peugeot. Le 3008 DKR dovranno raccogliere l’eredità pesante, vincente, delle 2008 DKR. Si parte da Asuncion, prima tappa buona per “prendere le misure” a un’edizione che sarà durissima e scatta con 454 km della frazione che porta a Resistencia. Nel tratto cronometrato, di appena 39 km, è Carlos Sainz a portare la 3008 DKR in posizione più avanzata, quarto, poi c’è la Loeb sesto e, a seguire, Despres ottavo e Peterhansel dodicesimo.

    Non è ancora tempo di sferrare attacchi e le caratteristiche della frazione inaugurale non erano certo quelle più congeniali al progetto della casa del Leone. Favorite le integrali sulle due ruote motrici, piuttosto era importante non riportare danni per non pregiudicare la prosecuzione del rally. Vince Al-Attiyah a Resistencia, che sarà sede di partenza della seconda speciale, questa sì molto più intensa a probante, con 275 km di tratti cronometrati, alla volta di San Miguel de Tucuman, per 800 km complessivi.

    Bisogna saper attendere il momento giusto per giocare le proprie carte, c’è strada e tempo davanti perché la lotta si intensifichi ed emergano i protagonisti per la vittoria finale. «E’ stata una frazione complicata, era molto dura, veloce e con passaggi stretti, oltre a grandi salti e posti insidiosi, per cui era importante terminare la prova senza grandi problemi ed è quel che abbiamo fatto. La posizione di partenza è quella giusta per domani, siamo solo all’inzio, vedremo come sarà la prova di domani e proverò a fare del mio meglio», ha spiegato Loeb.

    Classifica dopo prima tappa

    1. Al-Attiyah-Baumel (Toyota)

    2. Pons-Garcia (Ford) +24″

    3. Roma-Bravo (Toyota) +29″

    4. Sainz-Cruz (Peugeot) +33″

    5. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota) +41″

    6. Loeb-Elena (Peugeot) +55″

    8. Despres-Castera (Peugeot) +1’14″

    12. Petehansel-Cottret (Peugeot) +1’34″