NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Salone di Ginevra 2017

Tutte le migliori novità auto presentate al Salone di Ginevra 2017. Su AllaGuida tutte le auto esposte alla kermesse, insieme a consigli, date, mappa, indirizzo, come arrivare e prezzo dei biglietti.

Fiat al Salone di Ginevra 2014: due modelli nel segno dell’off-road e tanto altro [FOTO]

Fiat al Salone di Ginevra 2014: due modelli nel segno dell’off-road e tanto altro [FOTO]

Fiat al Salone di Ginevra 2014 si presenta con tre modelli: Panda Cross, Freemont Cross e la Nuova 500

da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2014, Auto nuove, Fiat, Fuoristrada e SUV, Salone auto, Salone di Ginevra 2017
Ultimo aggiornamento:
    Fiat al Salone di Ginevra 2014 con la Panda Cross

    Al Salone di Ginevra Fiat si presenta con tre novità. Non si tratta di tre modelli nuovi ma solamente di due versioni “speciali” di due vetture in gamma già da tempo e dedite all’off-road: parlamo nello specifico di Fiat Freemont Cross e Panda Cross.
    Se la Panda sotto questa veste già un po’ la conosciamo vista la precedente generazione, dobbiamo guardare con maggiore attenzione il lavoro fatto per il fuoristrada italo-americano che si presenta con una verve dedita anche ai tratti più tortuosi, grandi fascioni per esaltarne l’animo da fuoristrada puro ma non manca l’eleganza, dettaglio che si presenta anche all’interno.
    L’altra anteprima assoluta è invece targata 500, proprio per il semplice motivo che inaspettatamente Fiat propone alla kermesse elvetica una Fiat 500 rinnovata, più tecnologica ed al passo con l’innovazione tanto dentro con la nuova strumentazione quanto fuori.

    Fiat Panda Cross

    Partiamo con la piccola Panda Cross. Già guardandola davanti c’è una netta e sostanziale differenza rispetto alla citycar che abitualmente vediamo circolare sulle strade grazie alla slitta in tinta alluminio che si estende per l’intera larghezza dell’auto: i più attenti noteranno i due occhielli di traino e le luci diurne a led poco più in alto. Restando in tema di proiettori, i fendinebbia sono inglobati all’interno di elementi plastici contigui ai fari. La fiancata replica la doppia colorazione delle protezioni, grigio antracite e grigio chairo, ma sono i cerchi in lega da 15 pollici a differenziarla dalla 4×4: stesso diametro, gomme però più larghe. Al posteriore, oltre alla slitta simil-cromata, anche i fari vengono contornati dalla “maschera” già vista davanti.

    Caratteristiche Fiat Panda Cross 2014

    Rispetto alla versione 4×4 da tempo ormai in listino, questa è diversa per gli angoli caratteristici, incrementati quello d’attacco e d’uscita di 3°, adesso rispettivamente a 24° e 33°. L’angolo di dosso è di 20° mentre la pendenza massima scavalcabile è di 31,5° (70%). Cresce anche l’altezza da terra, fissata in 16 centimetri per la Panda Cross turbodiesel, un centimetro più della versione turbo benzina. Entrambe le motorizzazioni sono state potenziate rispetto agli standard, così l’1.3 Multijet II assicura 80 cavalli e 190 Nm di coppia massima, 90 cavalli e 145 Nm per il bicilindrico TwinAir 900 cc. Quest’ultimo può avvantaggiarsi di un cambio sei marce manuale diverso dalla turbodiesel, perché con una prima più corta. La meccanica parla di due differenziali a bloccaggio elettronico, uno per ciascun asse, collegati da un giunto centrale che ripartisce la coppia tra avantreno e retrotreno. Dall’interno il guidatore può scegliere tre differenti modalità di guida attraverso il Terrain Control: Auto, Lock e Hill Descent. La prima demanda all’elettronica il funzionamento del sistema, ripartendo cavalli e newtonmetri là dove c’è più aderenza; in Lock, invece, si bloccano i differenziali per la massima presa, è la modalità più off-road tra tutte e si può attivare a velocità inferiori a 50 km/h. Hill Descent, infine, assicura un’andatura costante e sicura nelle discese più ripide. Infine le sospensioni, quelle posteriori in particolare, presentano uno schema a ponte torcente in luogo dei bracci tirati. Per vederla su strada dovremo attendere l’autunno 2014, quando la ritroveremo con una ricca dotazione di serie, tra cui climatizzatore automatico, lettore cd/mp3, comandi al volante, retrovisori elettrici, oltre all’optional del City Brake Control, la frenata d’emergenza attiva tra i 5 e 30 km/h, requisito fondamentale per puntare alle 5 stelle EuroNCAP dal 2014.

    Fiat Freemont Cross

    Partiamo nel descrivere il Freemont Cross dall’esterno. Subito si denota l’inedito paraurti anteriore con dettagli in tonalità Patinum Chrome (cromati) così come le minigonne laterali e le barre portatutto, griglia anteriore e cornici dei gruppi ottici e fari fendinebbia in nero lucido metallizzato.

    Dietro il paraurti cambia grazie alla protezione del sottoscocca cromata. Infine non passano certo inosservati i cerchi in lega Hyper Black (neri) da 19 pollici di diametro e disegno inedito a cinque razze.

    Dando uno sguardo dentro, ci si accorge che, rispetto agli altri modelli in gamma, questo presenta una nuova selleria rivestita in pelle nera con particolari sportivi a rete e cuciture a vista in color grigio chiaro, la stessa trama che poi si vede anche sul bracciolo centrale e sui pannelli delle porte. In tonalità Liquid Graphite ci sono dettagli sul cruscotto, strumentazione, consolle centrale, pannello porta e volante. Dal momento in cui verrà commercializzato, il Freemont Cross prevederà di serie sia il volante che il pomello del cambio in pelle.

    posteriore del Fiat Freemont Cross

    Il listino motorizzazioni prevede per la variante Cross del crossover italo-americano il 2 litri diesel da 140 cavalli di potenza abbinato a trasmissione manuale sei rapporti e trazione anteriore, altrimenti dotato del 2 litri sempre a gasolio con potenza di 170 cavalli e trazione anteriore o integrale a seconda delle proprie esigenze; nel primo caso il cambio è un manuale, mentre per la AWD c’è di serie l’automatico a sei velocità.

    L’allestimento prevede di serie un equipaggiamento di tutto rispetto, al top di gamma quasi. Troviamo infatti il navigatore satellitare a mappe da 8.4 pollici con tecnologia Touch Screen con lettore DVD e slot SD, connessione Bluetooth, telecamera posteriore di parcheggio e impianto audio Premium Alpine con sei altoparlanti, amplificatore da 368 watt e subwoofer. Si prosegue con il sedile di guida regolabile elettricamente in 10 posizioni diverse, il sedile anteriore lato passeggero completamente ripiegabile con vano portaoggetti nascosto sotto il cuscino, la seconda e la terza fila di sedili abbattibili e consentono di creare un volume di carico di circa 1,5 metri cubi. Per le famiglie Freemont prevede che la seconda fila di sedili è reclinabile e dispone di esclusivi rialzi integrati per bambini, che consentono di poter trasportare bambini dai 15 ai 36 chili sostituendo il seggiolino di sicurezza. Infine, tra le dotazioni di serie ci sono gli specchietti esterni elettrici, riscaldabili e ripiegabili, sei airbag, portabicchieri illuminati, il Keyless Entry e Keyless Go con pulsante di avvio, e i comandi audio e di regolazione della velocità di marcia al volante.

    Fiat 500 MY 2014

    Dalla Fiat questo ringiovanimento lo definiscono come Model Year 2014, considerando che non si tratta di un vero e proprio restyling. Le novità estetiche sono minime, come è giusto che sia su di un prodotto che piace nonostante i suoi anni alle spalle: segnaliamo l’aggiunta di tre nuove colorazioni (“Verde Lattementa”, “Bianco tristrato” e “Blu Italia”) e di altrettanti nuovi modelli di cerchi in lega, con misure da 15 o 16 pollici. All’interno, invece, debuttano dei nuovi sedili, con rivestimenti in tessuto o in pelle, con combinazioni specifiche per ogni allestimento. Tuttavia il pezzo forte del Model Year sarà nella nuova strumentazione.

    1221

    Fiat al Salone di Ginevra 2014
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAnticipazioni AutoAuto 2014Auto nuoveFiatFuoristrada e SUVSalone autoSalone di Ginevra 2017
    PIÙ POPOLARI