Le 5 nuove utilitarie più attese del 2017, la classifica delle migliori

Le 5 nuove utilitarie più attese del 2017, la classifica delle migliori
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2017, Auto nuove, Classifiche auto, Utilitarie
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 11/01/2017 09:14

    Considerate da molti come le vetture perfette per l’utilizzo di tutti i giorni, anche per le famiglie piccole, le utilitarie riscuotono ancora un discreto successo nel mercato italiano. Grazie appunto alle loro doti di versatilità, agli abitacoli che ormai offrono spazio anche per cinque occupanti, alle buone prestazioni ed al buon rapporto qualità/prezzo. Diverse quindi le frecce nell’arco delle auto di questa categoria che durante il 2017 vedrà l’arrivo di modelli interessanti e pieni zeppi di dotazioni tecnologiche all’avanguardia. Tra i cinque modelli più interessanti spicca sicuramente l’ottava generazione della Ford Fiesta, una delle più fortunate, presentata lo scorso novembre. Nel corso dell’anno arriveranno nelle concessionarie anche la Nissan Micra, la Seat Ibiza, la Suzuki Swift ed infine la Toyota Yaris. Andiamo a scoprirle nel dettaglio.

    La Ford Fiesta nacque 40 anni fa come un’utilitaria, oggi è un concentrato di tecnologia. Partendo dalle cose veramente importanti, cioè la sicurezza, quest’auto è in grado di monitorare la strada fino a 130 metri davanti a sé ed ha una visione a 360 gradi, grazie a 12 sensori ad ultrasuoni, tre radar e due telecamere. Poi riconosce i segnali stradali e attiva automaticamente gli abbaglianti senza accecare chi arriva dall’altra parte. Aggiungiamo la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento pedoni anche notturno e il parcheggio semiautomatico. Per un modello di segmento B. Il design non è stato rivoluzionato, perché quello attuale ha incontrato ampio favore tra il pubblico. Solo qualche aggiustatina per renderlo ancora più moderno. Il telaio è più rigido e robusto per una migliore tenuta di strada, la gamma di motori ampia. Dopo l’anteprima di Colonia il 29 novembre 2016, la Ford Fiesta 2017 arriverà nei concessionari a partire da marzo ad un prezzo base di circa 13.000 euro.

    Allo scorso Salone di Parigi 2016 ha attirato notevole attenzione, grazie allo stile ed ai contenuti tecnologici che segnano un salto netto rispetto al passato. La nuova generazione della Nissan Micra si presenta con una carrozzeria dal design decisamente più moderno e dinamico, caratterizzato da linee affilate ispirate a quelle del concept Nissan Sway. All’anteriore cattura lo sguardo con i nuovi proiettori a LED, ispirati a quelli della sorella maggiore Qashqai. Decisamente movimentata la fiancata, soprattutto verso la coda con la forma originale del montante C. Sotto il cofano un motore benzina 3 cilindri turbo ed un turbodiesel da 1.5 litri, entrambi da 90 cavalli. Successivamente arriverà la motorizzazione entry-level rappresentata dal 3 cilindri aspirato da 1 litro di cilindrata e 75 cavalli di potenza. Il lancio è previsto per marzo 2017 ad un prezzo base di circa 13.000 euro.

    Avvistata di recente durante i test invernali in Svezia, la nuova generazione della Seat Ibiza arriverà verso il prossimo settembre. La base telaistica resterà quella dell’attuale mentre fuori avremo un design rinnovato per i paraurti e le luci davanti e dietro. Esteticamente comunque si distinguerà nettamente dalla generazione che va a sostituire, proponendosi con una linea interamente nuova. Il baule offrirà una capienza maggiore mentre dentro arriveranno nuove tecnologie all’avanguardia: di serie il radar anti-collisione. I motori saranno probabilmente gli stessi della piccola crossover Arona, con ruolo da protagonista del 1.0 TSI, sempre più apprezzato. Arriverà a settembre ad un prezzo di partenza di circa 14.000 euro.

    Entro giugno 2017 dovrebbe arrivare sul mercato la nuova generazione della Suzuki Swift. Dopo averla vista nei primi bozzetti, sono spuntate in rete poco tempo fa alcune immagini reali, prese direttamente dai cataloghi destinati al mercato giapponese. Si scopre una Swift evoluta nel design, anche se non troppo originale, vista la strada intrapresa. La calandra esagonale e il gioco di linee con il paraurti anteriore la avvicina parecchio ad alcune recenti scelte di casa Hyundai, fino a intravedere particolari di Golf, nell’elaborazione del paraurti. Insomma, si poteva optare per forme un po’ diverse. Quelle che Suzuki sceglie per i gruppi ottici, un mix di linee morbide e spigoli chiari, davanti come al posteriore. Confermata la soluzione dei montanti anteriori a contrasto con la carrozzeria, accompagnati da una porzione del montante C nella medesima colorazione. Prezzi a partire da 14.000 euro.

    Foto spia Toyota Yaris 2017

    Verso la metà del 2017 farà il suo debutto ufficiale anche il facelift della Toyota Yaris. La piccola utilitaria del brand nipponico infatti è stata scoperta dai colleghi di Motor.es durante i primissimi test su strada. Le differenze si concentreranno principalmente nel frontale con un nuovo scudo paraurti, una mascherina ristilizzata e degli inediti gruppi ottici che andranno quindi a segnare un radicale cambiamento del “volto” della ormai iconica vettura di Toyota. Modello importante per la Casa nipponica visto il notevole successo che riscuote da anni, anche nelle varianti a propulsione ibrida. Prezzi a partire da 12.000 euro, non dovrebbero esserci grosse novità sul fronte della meccanica. All’interno troveremo un nuovo sistema di infotainment con schermo touchscreen.

    947

    ARTICOLI CORRELATI