Le 5 nuove utilitarie più attese del 2017, la classifica delle migliori

Diverse le novità interessanti del 2017, non potevano mancare delle ottime utilitarie con contenuti tecnologici sempre più all'avanguardia. Tutte le nuove utilitarie più attese del 2017. Quali sono le migliori utilitarie nel rapporto qualità prezzo? Ecco la classifica.

da , il

    Le 5 nuove utilitarie più attese del 2017: la classifica delle migliori – Considerate da molti come le vetture perfette per l’utilizzo di tutti i giorni, anche per le famiglie piccole, le utilitarie riscuotono ancora un buon successo nel mercato italiano ed europeo. Grazie appunto alle loro doti di versatilità, agli abitacoli che ormai offrono spazio anche per cinque occupanti, alle buone prestazioni ed al vantaggioso rapporto qualità/prezzo. Diverse quindi le frecce nell’arco delle auto di questa categoria che durante il 2017 vede l’arrivo di modelli interessanti e pieni zeppi di dotazioni tecnologiche all’avanguardia. Tra i cinque modelli più interessanti spicca sicuramente l’ottava generazione della Ford Fiesta, una delle più fortunate, presentata lo scorso novembre. Nel corso dell’anno arrivano (o sono già arrivate) nelle concessionarie anche la Nissan Micra, la Seat Ibiza, la Suzuki Swift ed infine la Toyota Yaris. Andiamo a scoprirle nel dettaglio, fino a decretare le migliori utilitarie, sia diesel che benzina, guardando al rapporto qualità-prezzo.

    1. Ford Fiesta

    La Ford Fiesta nacque 40 anni fa come un’utilitaria, oggi è un concentrato di tecnologia. Partendo dalle cose veramente importanti, cioè la sicurezza, quest’auto è in grado di monitorare la strada fino a 130 metri davanti a sé ed ha una visione a 360 gradi, grazie a 12 sensori ad ultrasuoni, tre radar e due telecamere. Poi riconosce i segnali stradali e attiva automaticamente gli abbaglianti senza accecare chi arriva dall’altra parte. Aggiungiamo la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento pedoni, anche notturno, e il parcheggio semiautomatico. Per un modello di segmento B, non è male. Il design non è stato rivoluzionato, perché quello attuale ha incontrato ampio favore tra il pubblico: solo qualche aggiustatina per renderlo ancora più moderno. Il telaio è più rigido e robusto per una migliore tenuta di strada, la gamma di motori ampia. Dopo l’anteprima di Colonia il 29 novembre 2016, la Ford Fiesta 2017 è già disponibile agli ordini nei concessionari ad un prezzo base di 14.250 euro. E’ lei una delle migliori utilitarie del 2017.

    2. Nissan Micra

    Allo scorso Salone di Parigi 2016 ha attirato notevole attenzione, grazie allo stile ed ai contenuti tecnologici che segnano un salto netto rispetto al passato. La nuova generazione della Nissan Micra si presenta con una carrozzeria dal design decisamente più moderno e dinamico, caratterizzato da linee affilate ispirate a quelle del concept Nissan Sway. All’anteriore cattura lo sguardo con i nuovi proiettori a LED, ispirati a quelli della sorella maggiore Qashqai. Decisamente movimentata la fiancata, soprattutto verso la coda con la forma originale del montante C. Sotto il cofano un motore benzina 3 cilindri turbo ed un turbodiesel da 1.5 litri, entrambi da 90 cavalli. In alternativa c’è anche l’economica motorizzazione entry-level 3 cilindri aspirato da 1 litro di cilindrata e 73 cavalli di potenza. Il modello è già disponibile nelle concessionarie ad un prezzo base di 12.600 euro.

    3. Seat Ibiza

    La nuova generazione della Seat Ibiza è arrivata sul mercato con un look non troppo diverso dal modello precedente, ma con tante novità di sostanza. Tanto per cominciare troviamo un nuovo telaio, l’MQB A0, più rigida nella struttura del 30%, ma soprattutto compie un gran passo in avanti per quel che riguarda l’abitabilità interna, incrementando la misura del passo e migliorando la capacità del bagagliaio. Esteticamente prende il meglio di Leon e Ateca e lo evolve per le dimensioni di un’utilitaria, allineandosi perfettamente al family feeling della produzione più recente a marchio Seat. Il debutto sul mercato avverrà a giugno, con le prime consegne (è già ordinabile da aprile). Il lancio della nuova Seat Ibiza 2017 in Italia partirà con tre motori benzina, due turbo e un aspirato, con potenze da 75 a 115 cavalli. Poi arriveranno l’1.5 TSI 150 cavalli, il TGI a metano 1.0 90 cavalli e i turbodiesel 1.6 TDI.

    LEGGI ANCHE: Nuova Seat Ibiza 2017: uscita, motori (anche a metano) e dimensioni [FOTO]

    4. Suzuki Swift

    È già sbarcata sul mercato la nuova generazione della Suzuki Swift, ma solo in versione a trazione anteriore (per il 4×4 bisogna aspettare settembre). Ci troviamo di fronte ad una Swift evoluta nel design, anche se non troppo originale, vista la strada intrapresa. La calandra esagonale e il gioco di linee con il paraurti anteriore la avvicina parecchio ad alcune recenti scelte di casa Hyundai, fino a intravedere particolari di Golf, nell’elaborazione del paraurti. Insomma, si poteva optare per forme un po’ diverse. Quelle che Suzuki sceglie per i gruppi ottici, un mix di linee morbide e spigoli chiari, davanti come al posteriore. Confermata la soluzione dei montanti anteriori neri a contrasto con la carrozzeria, accompagnati da una porzione del montante C nella medesima colorazione. È disponibile in versione 1.0 Boosterjet da 90 cavalli o 1.2 Dualjet da 111 cavalli, entrambe disponibili anche in versione micro-ibrida. I prezzi partono da 13.990 euro.

    LEGGI ANCHE: Nuova Suzuki Swift 2017: prezzo e scheda tecnica. 4×4 da settembre [FOTO]

    5. Toyota Yaris

    Una delle utilitarie più attese del 2017. Fa il suo debutto ufficiale anche il facelift della Toyota Yaris. La piccola utilitaria del brand nipponico infatti è stata sottoposta ad un maquillage che ne ha rinnovato sia il frontale che il posteriore. Le differenze nel frontale si identificano con un nuovo scudo paraurti, una mascherina ristilizzata e degli inediti gruppi ottici che andranno quindi a segnare un radicale cambiamento del “volto” della ormai iconica vettura Toyota. Dietro, invece, per la prima volta debuttano dei fari a sviluppo orizzontale. Proseguendo con gli interventi migliorativi, a bordo si hanno rivestimenti differenti e colorazioni nuove, come le due tinte carrozzeria Hydro Blue e Tokyo Red. L’abitacolo sfoggia la novità principale sotto forma della strumentazione con due elementi analogici a oblò, tra i quali è stato inserito uno schermo TFT a colori da 4.2 pollici, di serie dall’allestimento intermedio in su. I prezzi partono da 11.250 euro.

    LEGGI ANCHE: Nuova Toyota Yaris 2017, Salone di Ginevra: arriva il restyling [FOTO LIVE]